ARCADE | Argenti, libri, porcellane e maioliche

ARCADE | Argenti, libri, porcellane e maioliche

Asta

FIRENZE
Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
30 -  31 MAGGIO 2019
30 maggio ore 11.00 
ARGENTI ITALIANI ED EUROPEI

30 maggio ore 15.00 
LIBRI, MANOSCRITTI E AUTOGRAFI

31 maggio ore 11.00 
MAIOLICHE E PORCELLANE

Esposizione

FIRENZE
24 - 27 maggio 2019
orario 10-18 
Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
info@pandolfini.it

Tutte le categorie

Visualizzazione tipo lista
Visualizzazione tipo griglia
151 - 180  di 484 LOTTI
(Filosofia) ARISTOTELES. Dialectica: cum quinque vocibus Porphyrii Phenicis: Argyropilo traductore: a Joanne Eckio explanatione declarata. ([Augustae Vindelicorum], Excusa in officina Millerana Augustæ Vindelicoru[m], ad V. Cal. Maias [27 Apr.] 1517.
170

(Filosofia) ARISTOTELES. Dialectica: cum quinque vocibus Porphyrii Phenicis: Argyropilo traductore: a Joanne Eckio explanatione declarata. ([Augustae Vindelicorum], Excusa in officina Millerana Augustæ Vindelicoru[m], ad V. Cal. Maias [27 Apr.] 1517.

(Filosofia) ARISTOTELES. Dialectica: cum quinque vocibus Porphyrii Phenicis: Argyropilo traductore: a Joanne Eckio explanatione declarata. ([Augustae Vindelicorum], Excusa in officina Millerana Augustæ Vindelicoru[m], ad V. Cal. Maias [27 Apr.] 1517.

[RILEGATO CON:]

ECK, Johann. In Summulas Petri Hispani extemporaria et succincta, sed succosa explanatio per superioris Germaniae scholasticis. (Augustae Vindelicorum, ex officina Millerana, mense Maio 1516).

In folio (306 x 209 mm), in 3 parti. XCII, CXI [1 bianca], [IV, ultima bianca], CLXXXIX, [1] carte. Frontespizi in rosso e nero con grande vignetta xilografica, testo su due colonne, Aristotele in lettera tonda, Eck in gotica, numerosi diagrammi. Legatura coeva in pelle di scrofa decorata a secco su assicelle, tagli azzurri, fermagli. Minime tracce del tempo, nel complesso copia molto buona.

                     Bellissimo esemplare stampato su carta croccante e in pelle di scrofa decorata a secco di questa edizione della Dialettica di Aristotele con il commento di Johann Eck, teologo tedesco cattolico noto in particolare per la sua strenua opposizione a Martin Lutero. Il volume contiene inoltre un’altra opera di Eck, completa del fascicolo finale U con la “Tabella summaria in ordine literarium redacta: eorumque quae his commentariis Eckianis continentur.”

 

Beautiful copy printed in strong paper and in an attractive pigskin binding of Aristotle’s Dialectic with a commentary by Johann Eck, a German Catholic theologian known in particular for his fierce opposition to Martin Luther.

Stima    900 / 1.100
Aggiudicazione:  Registrazione
(Roma) BIONDO, Flavio. De Roma triumphante libri decem diligentissime castigati. (Venetiis, a Philippo Pincio Mantuano, 1511. Die vii Maii).
171

(Roma) BIONDO, Flavio. De Roma triumphante libri decem diligentissime castigati. (Venetiis, a Philippo Pincio Mantuano, 1511. Die vii Maii).

(Roma) BIONDO, Flavio. De Roma triumphante libri decem diligentissime castigati. (Venetiis, a Philippo Pincio Mantuano, 1511. Die vii Maii).

In folio (298 x 206 mm). [vi] CXXXIII [1] carte. Iniziali xilografiche. Pergamena rigida settecentesca, dorso a nervi con titolo manoscritto, tagli spruzzati. Tracce del tempo al frontespizio, una trascurabile galleria di tarlo al margine interno, una pallida gora al margine degli ultimi fascicoli, nel complesso buona copia.

                     Pregiata edizione di primo Cinquecento del testo in cui Flavio Biondo (1392-1463), celebre umanista, narra la storia della Roma pagana come modello per le attività di governo e militari contemporanee. Il libro ebbe grande influenza nel fare rivivere ai romani il patriottismo ed il rispetto per la Roma antica e nel presentare il papato come la continuazione dell’Impero Romano. Pubblicato per la prima volta nel 1459, il De Roma triumphante fa parte di una serie di opere dedicate da Biondo allo studio e ricognizione delle rovine dell’antica Roma, che gli diedero la fama di essere il primo degli archeologi.

 

Fine early 16th century edition of the text in which the famous humanist Flavio Biondo (1392-1463) narrates the history of pagan Rome as a model for contemporary government and military activities.

Stima    300 / 400
Aggiudicazione:  Registrazione
(Bibbia - Illustrati 500) BIBBIA - Alberto da Castello. Biblia cum Concordantiis Veteris et Novi testamenti. (Venetiis, Lucamantonium de Giunta, V Calendas Junii 1511).
172

(Bibbia - Illustrati 500) BIBBIA - Alberto da Castello. Biblia cum Concordantiis Veteris et Novi testamenti. (Venetiis, Lucamantonium de Giunta, V Calendas Junii 1511).

(Bibbia - Illustrati 500) BIBBIA - Alberto da Castello. Biblia cum Concordantiis Veteris et Novi testamenti. (Venetiis, Lucamantonium de Giunta, V Calendas Junii 1511).

In 4to (216 x 160 mm). [xxiv] 518 [30] carte. Frontespizio e parti di testo stampate in rosso e nero (incluse quelle delle concordanze dei Vangeli, poste entro strutture architettoniche in rosso), testo in lettera gotica su due colonne con iniziali decorate, numerose vignette xilografiche nel testo. Legatura posteriore in mezzo vitellino biondo, dorso con nervi e titoli in oro, tela goffrata ai piatti. Assente l’ultima carta (presumibilmente bianca: il testo è completo), frontespizio pallidamente brunito, con minimo restauro e nota di possesso, e con gora marginale che prosegue alle carte successive; tale gora ricompare in altre parti del volume, ma pallida e solo al margine; diviene più accentuata ai margini delle ultime trenta carte; altre occasionali tracce del tempo, ma nel complesso buona copia.

RARA E BELLA BIBBIA ILLUSTRATA D’INIZIO CINQUECENTO, ricca di vivaci vignette xilografiche di varie dimensioni, di cui 3 a piena pagina (i Sei Giorni della Creazione, ripetuti, e la Natività all’inizio dei Vangeli), una a due terzi di pagina (Salomone addormentato), e oltre cento più piccole. Seconda edizione della Bibbia curata da Alberto da Castello, che la arricchì di varianti e concordanze. Sander, 999.

 

RARE AND BEAUTIFUL EARLY 16TH CENTURY ILLUSTRATED BIBLE, full of lively woodcut vignettes of various sizes.

Stima    800 / 1.200
(Architettura domestica - Medicina - Botanica) GRAPALDI, Francesco Mario. De partibus aedium cum additamentis. ([Parma], Franciscus Vgoletus Parmensis impressit, 1506, die decimo Maii).
173

(Architettura domestica - Medicina - Botanica) GRAPALDI, Francesco Mario. De partibus aedium cum additamentis. ([Parma], Franciscus Vgoletus Parmensis impressit, 1506, die decimo Maii).

(Architettura domestica - Medicina - Botanica) GRAPALDI, Francesco Mario. De partibus aedium cum additamentis. ([Parma], Franciscus Vgoletus Parmensis impressit, 1506, die decimo Maii).

In 4to (195 x 146 mm). [xvi] 157 [ie 147] [1] carte. Grandi iniziali xilografiche. Legatura coeva in cuoio e assicelle di legno, staccata dal testo. Restauro al frontespizio e alle carte successive con perdite di testo, pallide gore (una più consistente alle carte finali), note manoscritte ai margini e in fine.

                     Affascinante esemplare in legatura coeva in cuoio e assicelle di questo importante trattato di architettura domestica, opera principale del Grapaldi, pubblicato per la prima volta nel 1494. Si tratta di un “repertorio antiquario di tipo enciclopedico, che spazia dall’architettura alla meccanica, dalla medicina alla botanica, alla zoologia, all’economia domestica.” Contiene “L’opera consiste nella descrizione attenta e minuziosa di tutti gli spazi della casa. Il G. tratta delle singole parti costitutive dell’edificio (porta, scale, pavimento, ecc.), delle stanze, della disposizione della biblioteca, ma anche del giardino, delle stalle e altri luoghi adibiti ad animali diversi, delle fontane, del granaio ecc., catalogando tutto ciò che contengono. Di qui una serie di informazioni su arredi, oggetti e manifatture dell’epoca: … la produzione del formaggio (I, 4), i tipi di orologi (II, 6), le rilegature del libro e la fabbricazione della carta a Parma (II, 9) e così via. A tutto ciò si alternano consigli su varie questioni pratiche: come trarre il beneficio dalle erbe (I, 5), come scegliere la disposizione delle stanze rispetto al sole (II, 1), come scacciare le mosche dal cibo e accendere il fuoco in cucina (II, 4). … L’opera fu rivista dall’autore e arricchita di un Index verborum nelle edizioni 1501 e 1506” (Treccani).

 

Fascinating copy in a contemporary leather binding with wooden boards of this important treatise on domestic architecture, the main work of Grapaldi, published for the first time in 1494.

Stima    400 / 800
Aggiudicazione:  Registrazione
(Aldina) Iuvenalis, Decimus Iunius. Iuvenalis. Persius. (Venetiis, in aedibus Aldi, et Andreae soceri, mense augusto 1501 [i.e. dopo il 1508]).
174

(Aldina) Iuvenalis, Decimus Iunius. Iuvenalis. Persius. (Venetiis, in aedibus Aldi, et Andreae soceri, mense augusto 1501 [i.e. dopo il 1508]).

(Aldina) Iuvenalis, Decimus Iunius. Iuvenalis. Persius. (Venetiis, in aedibus Aldi, et Andreae soceri, mense augusto 1501 [i.e. dopo il 1508]).

In 8vo (160 x 94 mm). 76 [i.e. 78] carte. Ancora aldina al frontespizio, testo in corsivo. Marocchino rosso scuro di fine Ottocento, piatti riquadrati da doppio filetto a secco, dorso a nervi con titoli e fregi dorati, dentelles dorate, sguardie marmorizzate. Custodia in marocchino rosso scuro, piatti rivestiti in carta marmorizzata. Frontespizio con piccoli restauri e antiche note di possesso, annotazioni e sottolineature coeve nel testo. Copia molto buona.

Seconda emissione aldina dell’opera di Giovenale e Persio, caratterizzata dalla presenza dell’ancora al frontespizio e dalla menzione di Torresano al colophon. Renouard 29:6.

Second Aldine impression of the work of Juvenal and Persius in a lovely red morocco binding.

Stima    500 / 1.000
Aggiudicazione:  Registrazione
(Aldina) Ovidius Naso, Publius. Quae hoc volumine continentur. Annotationes in omnia Ovidij opera. Index fabularum, & cæterorum, quæ insunt hoc libro secundum ordinem alphabeti. Ovidij Metamorphoseon libri XV. (Venetijs, in aedibus Aldi, et Andreae soceri, mense Februario 1516).
175

(Aldina) Ovidius Naso, Publius. Quae hoc volumine continentur. Annotationes in omnia Ovidij opera. Index fabularum, & cæterorum, quæ insunt hoc libro secundum ordinem alphabeti. Ovidij Metamorphoseon libri XV. (Venetijs, in aedibus Aldi, et Andreae soceri, mense Februario 1516).

(Aldina) Ovidius Naso, Publius. Quae hoc volumine continentur. Annotationes in omnia Ovidij opera. Index fabularum, & cæterorum, quæ insunt hoc libro secundum ordinem alphabeti. Ovidij Metamorphoseon libri XV. (Venetijs, in aedibus Aldi, et Andreae soceri, mense Februario 1516).

In 8vo (153 x 92 mm). [xlviii] 204 carte. Ancora aldina al frontespizio, al frontespizio delle Metamorfosi, e in fine, testo in corsivo. Pergamena flessibile antica, sguardie rinnovate con ex libris di Stelio Valentini, tagli dorati. Tracce d’uso e restauri al frontespizio, tracce d’uso e del tempo ai margini di altre carte, una trascurabile galleria di tarlo al margine interno di alcuni fascicoli, ma nel complesso buona copia.

                     Bella edizione aldina delle Metamorfosi di Ovidio. Renouard 78:9.

 

Beautiful Aldine edition of Ovid’s Metamorphoses.

Stima    600 / 1.200
Aggiudicazione:  Registrazione
(Aldina) SENECA, Lucius Annaeus. Scenecae [sic] Tragoediae. (Venetijs, in aedibus Aldi et Andreae soceri, mense Octobri 1517).
176

(Aldina) SENECA, Lucius Annaeus. Scenecae [sic] Tragoediae. (Venetijs, in aedibus Aldi et Andreae soceri, mense Octobri 1517).

(Aldina) SENECA, Lucius Annaeus. Scenecae [sic] Tragoediae. (Venetijs, in aedibus Aldi et Andreae soceri, mense Octobri 1517).

In 8vo (153 x 93 mm). [iv] 207 [5] carte. Ancora aldina al frontespizio e in fine. Testo in corsivo. Pergamena rigida settecentesca, dorso a nervi con titoli manoscritto, tagli decorati in rosso e blu. Frontespizio con piccoli restauri e antica nota di possesso, antiche annotazioni e sottolineature nel testo (diverse mani), qualche fascicolo ingiallito e altre trascurabili tracce del tempo, ma nel complesso buona copia genuina.

                     PRIMA EDIZIONE ALDINA, ed unica, delle Tragedie di Seneca. Renouard 80:4.

 

FIRST ALDINE EDITION, and the only one, of Seneca’s tragedies.

Stima    500 / 1.000
Aggiudicazione:  Registrazione
LUCANUS, Marcus Annaeus. Lucanus cum commento. (Impressum Veneciis, impensis Octauiani Scoti necnon arte Bertolamei de Zanis de Portesio, 1492 die ultimo mensis martii).
177

LUCANUS, Marcus Annaeus. Lucanus cum commento. (Impressum Veneciis, impensis Octauiani Scoti necnon arte Bertolamei de Zanis de Portesio, 1492 die ultimo mensis martii).

LUCANUS, Marcus Annaeus. Lucanus cum commento. (Impressum Veneciis, impensis Octauiani Scoti necnon arte Bertolamei de Zanis de Portesio, 1492 die ultimo mensis martii).

In folio (310 x 216 mm). [156] carte. Grandi iniziali xilografiche, testo inquadrato dal commento in caratteri più piccoli, marca tipografica in fine. Mezzo vitellino rosso, dorso a nervi con titoli in oro, piatti marmorizzati, tagli spruzzati di rosso. Fori di tarlo al frontespizio, alle carte successive e alle ultime, marginalia coevi, due carte brunite, qualche occasionale macchietta e gora marginale, ma nel complesso buona copia.

                     Buon esemplare di questa bella edizione incunabola di Lucano con il commento di Ognibene Bonisoli e aggiunte di Giovanni Britannico. Variante B con segnatura a-h8 i10 l-s8 t10 e due carte in più rispetto alla variante A.

 

IGI 5821. BMC V 431. GW M18865. ISTC il00304000.

 

Good copy of this beautiful incunabula edition of Lucan with the commentary by Ognibene Bonisoli and additions by Giovanni Britannico.

Stima    1.000 / 1.500
Aggiudicazione:  Registrazione
(Teologia) ORBELLIS, Nicolaus de. Super Sententias compendium perutile. (Hagenaw, impressum opera industrij Henrici Gran expensis Iohannis Rynman de Oringaw, 1503).
178

(Teologia) ORBELLIS, Nicolaus de. Super Sententias compendium perutile. (Hagenaw, impressum opera industrij Henrici Gran expensis Iohannis Rynman de Oringaw, 1503).

(Teologia) ORBELLIS, Nicolaus de. Super Sententias compendium perutile. (Hagenaw, impressum opera industrij Henrici Gran expensis Iohannis Rynman de Oringaw, 1503).

In 4to (203 x 150 mm). [237 di 248 carte, assenti E7, E8, G8 e il fascicolo finale di 8 carte]. Testo in lettera gotica su due colonne, numerose manicule. Pergamena flessibile coeva un po’ sciupata con riutilizzi di antico manoscritto al dorso. Qualche fascicolo leggermente brunito.

                     RARO e affascinante volume pieno di graziose maniculae. Nicolas d’Orbellis fu un teologo e filosofo francescano, della scuola scotista; nacque intorno al 1400 e morì a Roma nel 1475, dove fu sepolto nella basilica di Santa Maria in Aracoeli sul Campidoglio. Dopo il 1465, scrisse la sua opera principale, un commento su I Quattro libri delle Sentenze, un trattato di teologia scritto da Pietro Lombardo intorno al 1150; il nome deriva dalla sententiae o dichiarazioni autorevoli sui passi biblici che l’opera ha riunito.

 

RARE and charming volume full of maniculae. Lack 11 leaves.

Stima    300 / 350
Aggiudicazione:  Registrazione
(Geografia) STRABO. De situ orbis. (Venetiis, a Philippo pincio Mantuano impressum, 1510 die XIII Iulii).
179

(Geografia) STRABO. De situ orbis. (Venetiis, a Philippo pincio Mantuano impressum, 1510 die XIII Iulii).

(Geografia) STRABO. De situ orbis. (Venetiis, a Philippo pincio Mantuano impressum, 1510 die XIII Iulii).

In folio (290 x 206 mm). [xvi] CL carte. Vignetta xilografica al frontespizio ed iniziali xilografiche. Mezzo vitellino rosso, dorso a nervi con titoli in oro, piatti marmorizzati, tagli spruzzati di rosso. Restauro al frontespizio, qualche carta brunita, qualche occasionale foro di tarlo marginale, ma nel complesso buona copia.

                     Buon esemplare di questa ricercata edizione del De situ orbis a cura di Antonio Mancinelli. I primi dieci libri sono tradotti da Guarino Veronese, i successivi da Gregorio Tifernate.

 

Good copy of this sought after edition of the De situ orbis edited by Antonio Mancinelli.

Stima    600 / 800
Aggiudicazione:  Registrazione
Valerius Flaccus, Gaius. Argonautica diligenter accurateque emendata & suo nitori reddita in hoc volumine continentur. (Venetiis impressum, per Christophorum de pensis de mandello, 1501 die IX. Iulii).
180

Valerius Flaccus, Gaius. Argonautica diligenter accurateque emendata & suo nitori reddita in hoc volumine continentur. (Venetiis impressum, per Christophorum de pensis de mandello, 1501 die IX. Iulii).

Valerius Flaccus, Gaius. Argonautica diligenter accurateque emendata & suo nitori reddita in hoc volumine continentur. (Venetiis impressum, per Christophorum de pensis de mandello, 1501 die IX. Iulii).

In 4to (210 x 149 mm). [96] carte. Frontespizio stampato in rosso, iniziali xilografiche. Mezzo vitellino scuro settecentesco, dorso liscio con titoli e decorazioni dorate. Frontespizio e qualche quaderno pallidamente bruniti, e altre minime tracce del tempo, per il resto buona copia.

Stima    600 / 1.200
Aggiudicazione:  Registrazione
(Cosmografia - America - Illustrati 500) APIANUS, Petrus. Cosmographicus liber. (Excusum Landshutae, typis ac formulis D. Joannis Weyssenburgers impensis Petri Apiani, 1524 mense janu).
181

(Cosmografia - America - Illustrati 500) APIANUS, Petrus. Cosmographicus liber. (Excusum Landshutae, typis ac formulis D. Joannis Weyssenburgers impensis Petri Apiani, 1524 mense janu).

(Cosmografia - America - Illustrati 500) APIANUS, Petrus. Cosmographicus liber. (Excusum Landshutae, typis ac formulis D. Joannis Weyssenburgers impensis Petri Apiani, 1524 mense janu).

In 4to (201 x 155 mm). [viii] 104 [6] pp. Frontespizio impresso in rosso e nero con grande globo xilografico; alla pagina successiva, grandi armi del cardinale di Salisburgo impresse in rosso e nero, seguite dalla dedica e da 3 pagine di indice e grande sfera armillare a piena pagina, il tutto impresso sempre in rosso e nero. Il testo, in carattere gotico, contiene numerose vignette e diagrammi xilografici, alcuni anche a piena pagina, nonché 2 volvelles alle carte C1r (fol. 17) e [croce]1v, complete e perfettamente funzionanti, con le parti mobili colorate in rosa. L’opera è completa delle due parti di volvelles applicate al verso della penultima carta. Mezzo vitellino settecentesco con titoli e decorazioni dorate al dorso. Ultima carta bianca assente. Frontespizio pallidamente fiorito e con restauro marginale che ha reso fragile la carta, qualche pallida macchia ai margini, un trascurabile foro di tarlo, strappo centrale alla volvelle alla carta C4v.

                     RARISSIMA PRIMA EDIZIONE di uno dei più popolari libri di cosmografia mai pubblicati, profusamente illustrato da xilografie raffiguranti globi, strumenti scientifici, mappe e diagrammi astronomici e geografici. La presente copia ha solo due volvelles integre e funzionanti, ma è completa delle volvelles inutilizzate applicate al verso della carta finale, spesso assenti. Petrus Apianus (1495-1552), è stato un astronomo, matematico e cartografo tedesco. Nacque in Sassonia come Peter Bienewitz, studiò all’Università di Lipsia e nel 1520 si trasferì a Vienna, dove fece parte della seconda scuola di cartografia viennese e produsse la sua prima mappa del mondo. Il Cosmographicus liber fu la sua prima opera importante; basato sulle teorie di Tolomeo, tratta la divisione della terra in zone climatiche, gli usi di paralleli e meridiani, la determinazione della latitudine, diversi metodi per determinare la longitudine compreso quello della distanza lunare, l’uso della trigonometria per calcolare le distanze, diversi tipi di proiezioni cartografiche e molti altri argomenti. L’America è raffigurata sul globo a fol. 2 e descritta a fol. 69. Solo 5 esemplari di questa prima edizione sono passati in asta dagli anni ’40 a oggi.

 

EXTREMELY RARE FIRST EDITION of one of the most popular cosmography books ever published, profusely illustrated with xylographs depicting globes, scientific instruments, maps and astronomical and geographical diagrams. This copy has only two perfect and functioning volvelles, but it is complete with the unused volvelles applied to the back of the final paper, often lacking. America is depicted on the globe on fol. 2 and described on fol. 69.

Stima    12.000 / 15.000
Aggiudicazione:  Registrazione
(Illustrati 500) ARIOSTO, Ludovico. Orlando furioso tutto ricorretto, et di nuove figure adornato. Con le annotationi, gli avvertimenti, & le dichiarationi di Girolamo Ruscelli. In Venetia, appresso Vincenzo Valgrisio, 1558.
182

(Illustrati 500) ARIOSTO, Ludovico. Orlando furioso tutto ricorretto, et di nuove figure adornato. Con le annotationi, gli avvertimenti, & le dichiarationi di Girolamo Ruscelli. In Venetia, appresso Vincenzo Valgrisio, 1558.

(Illustrati 500) ARIOSTO, Ludovico. Orlando furioso tutto ricorretto, et di nuove figure adornato. Con le annotationi, gli avvertimenti, & le dichiarationi di Girolamo Ruscelli. In Venetia, appresso Vincenzo Valgrisio, 1558.

In 4to (240 x 173 mm), in 2 parti: [xxiv] 552 pp. e [140] pp. Frontespizio architettonico, ognuno dei 46 canti introdotto da una xilografia a piena pagina e da un “Argomento” entro cornice xilografica, iniziali xilografiche, testo su due colonne in corsivo. Mezza pergamena posteriore, titolo manoscritto al dorso, ex libris di Sir Percy Burrell. Frontespizio rifilato, con piccolo foro causato da abrasione e altri difetti, margine superiore corto, pagine occasionalmente ingiallite, alcuni margini restaurati, qualche gora, pallide macchie d’inchiostro alle pp. 218-219, foro alle pp. [xix] e 123, macchia d’olio al margine superiore degli ultimi fascicoli.

                     Second edizione Valgrisi dopo la prima del 1556, con le medesime xilografie, che furono le prime illustrazioni a piena pagina dell’Orlando Furioso.

 

Second Valgrisi edition after the first of 1556, with the same woodcuts, which where the first full-page illustrations for Ariosto.

Stima    400 / 500
Aggiudicazione:  Registrazione
BENIVIENI, Girolamo - PICO DELLA MIRANDOLA. Opere di Girolamo Benivieni Firentino [sic] novissimamente rivedute et da molti errori espurgate con una canzona dello amor celeste & divino, col commento dello ill. S. conte Giovanni Pico Mirandolano distinto in libbri. III. et altre frottole de diversi auttori. (Stampato in Vinegia, per Gregorio de Gregori, 1524. A di XXVIII de Aprile).
183

BENIVIENI, Girolamo - PICO DELLA MIRANDOLA. Opere di Girolamo Benivieni Firentino [sic] novissimamente rivedute et da molti errori espurgate con una canzona dello amor celeste & divino, col commento dello ill. S. conte Giovanni Pico Mirandolano distinto in libbri. III. et altre frottole de diversi auttori. (Stampato in Vinegia, per Gregorio de Gregori, 1524. A di XXVIII de Aprile).

BENIVIENI, Girolamo - PICO DELLA MIRANDOLA. Opere di Girolamo Benivieni Firentino [sic] novissimamente rivedute et da molti errori espurgate con una canzona dello amor celeste & divino, col commento dello ill. S. conte Giovanni Pico Mirandolano distinto in libbri. III. et altre frottole de diversi auttori. (Stampato in Vinegia, per Gregorio de Gregori, 1524. A di XXVIII de Aprile).

In 8vo (148 x 94 mm). 208 carte. Testo in corsivo. Marocchino rosso di fine Ottocento firmato “C. Hardy” al verso della sguardia, piatti riquadrati da filetti a secco, dorso a nervi con titolo in oro, dentelle dorate, sguardie marmorizzate, tagli marmorizzati e dorati. Frontespizio leggermente polveroso e altre trascurabili tracce del tempo, copia ottima.

                     SPLENDIDO ESEMPLARE, in legatura finemente decorata in oro da Hardy, di questa edizione delle opere del Benivieni, espurgata dai componimenti che l’autore stesso aveva rifiutato, e con il commento di Pico della Mirandola, cui il Benivieni era stato legato da un’amicizia fortissima.

 

STUNNING COPY, in a finely decorated binding by Hardy of this edition of Benivieni’s works.

Stima    900 / 1.100
(Bibbia - Illustrati 500) BIBBIA. Textus Biblie hoc in opere hec insunt. Concordantie tam ex veteri et nouo testamento ... ex viginti libris Iosephi de antiquitatibus & bello iudaico excerpte. ... Interpretationes Hebraicorum nominum per ordinem alphabeti. (Impressa autem Lugduni, per Ioannem Crespin feliciter explicit, 1527).
184

(Bibbia - Illustrati 500) BIBBIA. Textus Biblie hoc in opere hec insunt. Concordantie tam ex veteri et nouo testamento ... ex viginti libris Iosephi de antiquitatibus & bello iudaico excerpte. ... Interpretationes Hebraicorum nominum per ordinem alphabeti. (Impressa autem Lugduni, per Ioannem Crespin feliciter explicit, 1527).

(Bibbia - Illustrati 500) BIBBIA. Textus Biblie hoc in opere hec insunt. Concordantie tam ex veteri et nouo testamento ... ex viginti libris Iosephi de antiquitatibus & bello iudaico excerpte. ... Interpretationes Hebraicorum nominum per ordinem alphabeti. (Impressa autem Lugduni, per Ioannem Crespin feliciter explicit, 1527).

In folio (353 x 253 mm). [xviii] CCLXVIII [16] carte. Frontespizio stampato in rosso e nero entro ampia cornice xilografica con vignette, numerose vignette xilografiche nel testo, che è in lettera gotica su due colonne. Legatura posteriore in mezza pergamena. Assente l’ultima carta (presumibilmente bianca: il testo è completo), pagine pallidamente brunite (alcune in modo più consistente), carte finali gualcite e con restauri marginali.

PRIMA EDIZIONE di questa bella Bibbia pubblicata da Crespin, profusamente illustrata da vignette xilografiche in impressione insolitamente fresca. Oltre al bellissimo frontespizio, contiene anche due illustrazioni a piena pagina: una con scene della Genesi, e una con la Natività, all’inizio dei Vangeli. Le vignette del frontespizio raffigurano la Creazione; agli angoli stanno i quattro Evangelisti, in basso l’Ultima Cena. Baudrier, V, 434.

 

FIRST EDITION of this beautiful Bible published by Crespin, profusely illustrated with woodcut vignettes in an unusually fresh impression.

Stima    400 / 500
Aggiudicazione:  Registrazione
BOCCACCIO, Giovanni. Ameto del Boccacio. (Impreso in Fiorenza, per gli heredi di Philippo de Giunta, 1521 adi 20 febraio).
185

BOCCACCIO, Giovanni. Ameto del Boccacio. (Impreso in Fiorenza, per gli heredi di Philippo de Giunta, 1521 adi 20 febraio).

BOCCACCIO, Giovanni. Ameto del Boccacio. (Impreso in Fiorenza, per gli heredi di Philippo de Giunta, 1521 adi 20 febraio).

In 8vo (165 x 102 mm). 94 [i.e. 102] [2] carte. Testo in corsivo con iniziali xilografiche, marca tipografica in fine. Pergamena flessibile coeva con titolo manoscritto al dorso e chiusura a busta. Frontespizio un po’ polveroso e con piccolo foro che tocca appena una lettera alla pagina successiva, qualche occasionale pallida macchia marginale, legatura un po’ sciolta, per il resto buona copia.

                     PRIMA EDIZIONE GIUNTA, PRIMA IMPRESSIONE, caratterizzata dai due seguenti errori di ortografia: “Boccacio” invece di “Boccaccio” al frontespizio e “ceneri accese il desio” invece di “ce ne riaccese il desio” alla carta 2, linea 21. Bellissima copia genuina, in pergamena coeva con chiusura a busta.

 

FIRST GIUNTA EDITION, FIRST IMPRESSION.

Stima    500 / 1.000
Aggiudicazione:  Registrazione
(Illustrati 500) BOCCACCIO, Giovanni. Il Decamerone di m. Giouan Boccaccio, nuouamente alla sua intera perfettione, non meno nella scrittura, che nelle parole ridotto, per Girolamo Ruscelli. In Venetia, appresso Vicenzo Valgrisio, alla bottega d’Erasmo, 1552.
186

(Illustrati 500) BOCCACCIO, Giovanni. Il Decamerone di m. Giouan Boccaccio, nuouamente alla sua intera perfettione, non meno nella scrittura, che nelle parole ridotto, per Girolamo Ruscelli. In Venetia, appresso Vicenzo Valgrisio, alla bottega d’Erasmo, 1552.

(Illustrati 500) BOCCACCIO, Giovanni. Il Decamerone di m. Giouan Boccaccio, nuouamente alla sua intera perfettione, non meno nella scrittura, che nelle parole ridotto, per Girolamo Ruscelli. In Venetia, appresso Vicenzo Valgrisio, alla bottega d’Erasmo, 1552.

In 4to (225 x 162 mm) in 2 parti. [xii] 487 [13] pp. e [56] pp. Marca xilografica ad entrambi i frontespizi ed alla fine della seconda parte, 10 grandi xilografie poste all’inizio di ogni giornata e numerose grandi iniziali xilografiche, testo in corsivo. Legatura di fine Ottocento in vitellino decorato in oro e a secco, dentelles dorate. Assenti due carte all’inizio (asterisco 5 e asterisco 6), un paio di fascicoli bruniti, qualche pallida macchia occasionale e altre tracce d’uso, dorso della legatura un po’ sbiadito e angoli abrasi. [SI AGGIUNGE:] [DURANTE, Pietro]. [Libro chiamato Leandra]. In percallina rossa, ex libris del Barone Landau. Copia mutila del frontespizio e con margini rifilati.

PRIMA EDIZIONE del Decamerone con il commento di Ruscelli, profusamente illustrata.

 

FIRST EDITION of the Decameron edited by Ruscelli, richly illustrated. Lacks two leaves at the beginning.

Stima    300 / 400
Aggiudicazione:  Registrazione
BOCCACCIO, Giovanni. Il Decameron. Quarta editione. In Firenze, nella stamperia de’ Giunti, del mese di febbraio 1587.
187

BOCCACCIO, Giovanni. Il Decameron. Quarta editione. In Firenze, nella stamperia de’ Giunti, del mese di febbraio 1587.

BOCCACCIO, Giovanni. Il Decameron. Quarta editione. In Firenze, nella stamperia de’ Giunti, del mese di febbraio 1587.

In 4to (203 x 145 mm). [xxxii] 585 [79] pp. Grandi iniziali xilografiche, testo in corsivo, grande marca a o6v e in fine. Mezzo vitellino settecentesco con angoli e piatti marmorizzati, dorso a nervi con tassello e decorazioni dorate, sguardie marmorizzate, tagli spruzzati di rosso. Frontespizio pallidamente fiorito, carte occasionalmente fiorite e brunite, marginalia talvolta rifilati, ma nel complesso buona copia.

                     Bell’esemplare in piacevole legatura del Settecento di questa edizione del Decameron arricchita da grandi iniziali figurate e a cura dell’umanista Leonardo Salviati, che, secondo i recenti ordini dell’Inquisizione (il Decameron era stato incluso nell’Indice dei libri proibiti), ne confezionò una versione censurata. Salviati non operò tagli ma modificò il testo di 52 novelle, lasciandone intatte 48.

 

Beautiful copy in an 18th century binding of this edition of the Decameron enriched with large figurative initials and curated by the humanist Leonardo Salviati. He modified the text of 52 novels in order to please the Inquisition, which had banned the book.

Stima    350 / 450
Aggiudicazione:  Registrazione
(Fortuna) BORROMEO, Bernardetto. Discorso della fortuna diuiso in due lezzioni. Lette pubblicamente nell’Accademia di Firenze al consolato, del magnif. e gentilissimo m. Giouanni Rondinelli. In Fiorenza, appresso Giorgio Marescotti, 1572. In 8vo. 56 pp. Marca e iniziali xilografiche, testo in corsivo. Pergamena flessibile antica. Ex libris di Francesco Carcano. [CON:] LASCA. La gelosia comedia d’Antonfrancesco Grazini fiorentino. Detto il Lasca recitatasi in Firenze publicamente il carnouale dell'anno 1550. In Firenze, (in casa de Giunti), 1551. In 8vo. 52 carte. Marca e iniziali xilografiche, testo in corsivo. Pergamena rigida settecentesca, dorso con tassello nero e decorazioni dorate. Frontespizio un po’ polveroso con piccolo restauro marginale.
188

(Fortuna) BORROMEO, Bernardetto. Discorso della fortuna diuiso in due lezzioni. Lette pubblicamente nell’Accademia di Firenze al consolato, del magnif. e gentilissimo m. Giouanni Rondinelli. In Fiorenza, appresso Giorgio Marescotti, 1572. In 8vo. 56 pp. Marca e iniziali xilografiche, testo in corsivo. Pergamena flessibile antica. Ex libris di Francesco Carcano. [CON:] LASCA. La gelosia comedia d’Antonfrancesco Grazini fiorentino. Detto il Lasca recitatasi in Firenze publicamente il carnouale dell'anno 1550. In Firenze, (in casa de Giunti), 1551. In 8vo. 52 carte. Marca e iniziali xilografiche, testo in corsivo. Pergamena rigida settecentesca, dorso con tassello nero e decorazioni dorate. Frontespizio un po’ polveroso con piccolo restauro marginale.

(Fortuna) BORROMEO, Bernardetto. Discorso della fortuna diuiso in due lezzioni. Lette pubblicamente nell’Accademia di Firenze al consolato, del magnif. e gentilissimo m. Giouanni Rondinelli. In Fiorenza, appresso Giorgio Marescotti, 1572. In 8vo. 56 pp. Marca e iniziali xilografiche, testo in corsivo. Pergamena flessibile antica. Ex libris di Francesco Carcano. [CON:] LASCA. La gelosia comedia d’Antonfrancesco Grazini fiorentino. Detto il Lasca recitatasi in Firenze publicamente il carnouale dell'anno 1550. In Firenze, (in casa de Giunti), 1551. In 8vo. 52 carte. Marca e iniziali xilografiche, testo in corsivo. Pergamena rigida settecentesca, dorso con tassello nero e decorazioni dorate. Frontespizio un po’ polveroso con piccolo restauro marginale.

                     PRIMA EDIZIONE di entrambe le opere.

(2 volumi)

 

FIRST EDITION of both works.

Stima    500 / 600
(Udine) BRATTEOLO Giacomo. Rime di diversi elevati ingegni de la città di Udine. In Udine, appresso Gio. Battista Natolini, 1597.
189

(Udine) BRATTEOLO Giacomo. Rime di diversi elevati ingegni de la città di Udine. In Udine, appresso Gio. Battista Natolini, 1597.

(Udine) BRATTEOLO Giacomo. Rime di diversi elevati ingegni de la città di Udine. In Udine, appresso Gio. Battista Natolini, 1597.

In 4to piccolo (210 x 151 mm). [xxviii] 159 carte. Marca tipografica al frontespizio, iniziali e fregi xilografici, testo in corsivo. Pergamena coeva flessibile con titolo manoscritto al dorso. Assente l’ultima carta presumibilmente bianca (testo completo), pallida macchia al frontespizio e altre leggere tracce del tempo, nel complesso buona copia.

                     Buon esemplare stampato su carta croccante di questa antologia poetica udinese che contiene rime del Bratteolo e altri. “Nato e vissuto a Udine tra la metà del Cinquecento e i primi decenni del Seicento, G. B. è ricordato come precettore, nonché autore e curatore di raccolte di rime celebrative in italiano. È inserito nel clima di rinnovamento dell’ambiente letterario udinese a cavallo tra i due secoli, ambiente nel quale definisce il suo slancio poetico e l’interesse per gli studi di storia letteraria” (Dizionario Biografico dei Friulani).

 

Good copy printed on strong paper of this anthology of pomes from Udine, Northern Italy, which contains rhymes by Bratteolo and others.

Stima    200 / 300
(Fortificazioni) DÜRER, Albrecht. De urbibus, arcibus, castellisque condendis. Parisiis, ex officina Christiani Wecheli, 1535.
190

(Fortificazioni) DÜRER, Albrecht. De urbibus, arcibus, castellisque condendis. Parisiis, ex officina Christiani Wecheli, 1535.

(Fortificazioni) DÜRER, Albrecht. De urbibus, arcibus, castellisque condendis. Parisiis, ex officina Christiani Wecheli, 1535.

In folio (325 x 214 mm). [40] carte, di cui 10 ripiegate. Numerosi diagrammi e illustrazioni architettoniche. Cartonato moderno (dorso danneggiato). Restauro all’angolo superiore esterno del frontespizio e della carta successiva, foro al margine inferiore della carta b, carta g2 strappata con perdita, ultima carta applicata al contropiatto anteriore, e altri minori difetti.

PRIMA EDIZIONE in latino, tradotta da Joachim Camerarius, dell’opera di Dürer sulla fortificazione di città, castelli e mercati, originariamente pubblicata nel 1527. I disegni illustrano calcoli ma anche spaccati e piante. 

 

FIRST EDITION in Latin, translated by Joachim Camerarius, of Dürer’s work on the fortification of cities, castles and markets, originally published in 1527.

Stima    400 / 600
Aggiudicazione:  Registrazione
CARO, Annibale. Rime del commendatore Annibal Caro. Col privilegio di n.s. pp. Pio V. et dell’illustrissima Signoria di Venetia. In Venetia, appresso Aldo Manutio, 1569. [RILEGATO CON:] NAZIANZENO, Gregorio et al.. Due orationi … fatte in lingua toscana dal Commendatore Annibal Caro. In Venetia, appresso Aldo Manutio, 1569.
191

CARO, Annibale. Rime del commendatore Annibal Caro. Col privilegio di n.s. pp. Pio V. et dell’illustrissima Signoria di Venetia. In Venetia, appresso Aldo Manutio, 1569. [RILEGATO CON:] NAZIANZENO, Gregorio et al.. Due orationi … fatte in lingua toscana dal Commendatore Annibal Caro. In Venetia, appresso Aldo Manutio, 1569.

CARO, Annibale. Rime del commendatore Annibal Caro. Col privilegio di n.s. pp. Pio V. et dell’illustrissima Signoria di Venetia. In Venetia, appresso Aldo Manutio, 1569. [RILEGATO CON:] NAZIANZENO, Gregorio et al.. Due orationi … fatte in lingua toscana dal Commendatore Annibal Caro. In Venetia, appresso Aldo Manutio, 1569.

In 4to (229 x 151 mm) in 2 parti: [xii] 103 [9] pp. [viii] 146 [2] pp. [stella]4 [ ]2 B-P4 [stella]4 B-S4 T6. Ancora aldina ai frontespizi, iniziali e fregi xilografici, testo in corsivo, reglé. Vitellino marmorizzato settecentesco, piatti riquadrati da filetti dorati, dorso con tassello in marocchino verde e fregi dorati, tagli dorati. Ex libris della Rosstrevor House Library e firma di appartenenza “J. Rosb. London Nov. 1888”. Trascurabili tracce del tempo, legatura restaurata al dorso e agli angoli e con decorazioni un po’ abrase.

                     STRAORDINARIO ESEMPLARE STAMPATO IN CARTA GRANDE E REGLÉ, che raccoglie l’EDITIO PRINCEPS delle Rime di Annibal Caro, e le sue traduzioni del Nazianzeno e altri autori, con le carte di errata di entrambe le opere rilegate tra [stella]4 e B1.

 

EXTRAORDINARY LARGE-PAPER COPY, RUBRICATED THROUGHOUT, which contains the EDITIO PRINCEPS of Annibal Caro’s Rime and his translations of the Nazianzeno et al.

Stima    1.000 / 1.500
Aggiudicazione:  Registrazione
(Storia) GIOVIO, Paolo. Delle istorie di mons. Giouio. Prima [-seconda] parte. Con una Selva di varia istoria. In Venetia, appresso Giorgio de’ Caualli, 1564.
192

(Storia) GIOVIO, Paolo. Delle istorie di mons. Giouio. Prima [-seconda] parte. Con una Selva di varia istoria. In Venetia, appresso Giorgio de’ Caualli, 1564.

(Storia) GIOVIO, Paolo. Delle istorie di mons. Giouio. Prima [-seconda] parte. Con una Selva di varia istoria. In Venetia, appresso Giorgio de’ Caualli, 1564.

2 volumi in 4to (206 x 148 mm), contenenti 6 parti. Vol. 1: [viii] 548 [28] pp. seguite da parte aggiuntiva di 128 pp. con prosecuzione del testo (il richiamo è corretto) sulle successive carte 65-145. Vol. 2: [viii] 794 [34] pp. seguite da parte aggiuntiva di 96 carte con prosecuzione del testo (anche qui il richiamo è corretto) alle pp. 97-132. Segue la Selva: [iv] 103 [1] [26] carte, e poi il Sopplimento: [viii] 100 [4] pp. Marca tipografica ai frontespizi, iniziali e fregi xilografici, testo in corsivo. Piena pergamena settecentesca, dorso a nervi con tassello in marocchino rosso scuro, tagli spruzzati d’azzurro, ex libris di Lord Loraine. Primo frontespizio un po’ polveroso, secondo un po’ fiorito, qualche carta pallidamente brunita, qualche pallida gora o macchia marginale (più consistenti alle carte finali), ma nel complesso copia molto buona.

                     Bellissimo esemplare, particolarmente completo, delle Istorie di Paolo Giovio, che ripercorrono la storia dell’Italia dal 1494 al 1547 e furono pubblicate per la prima volta in latino nel 1550-51, e in italiano nel 1555-56. Il primo volume ha una parte aggiuntiva intitolata “Sei libri aggiunti alla prima parte dell’Istorie di Mons. Giovio, vescovo di Nocera.”, con segnatura a-b8 C-S8 T2 (ultima bianca). Il secondo volume ha anch’esso una parte aggiuntiva con segnatura A-O8 P2. Contiene inoltre la Selva e il Sopplimento di Girolamo Ruscelli nell’Istorie di Monsignor Paolo Giovio, impresso a Venezia, Al Segno della Concordia, nel 1608, con segnatura [ast]4 A-E8 F-G4.

(2 volumi)

 

Beautiful copy, particularly complete of Paolo Giovio’s Istorie, which report the history of Italy from 1494 to 1574.

Stima    500 / 600
Aggiudicazione:  Registrazione
(America - Geografia) GLAREANUS, Henricus. De geographia liber unus ab ipso authore iam tertio recognitus. Venetiis (apud Petrum, et Io. Mariam fratres, et Cornelium nepotem de Nicolinis de Sabio ad instantiam Melchioris Sessae, 1549).
193

(America - Geografia) GLAREANUS, Henricus. De geographia liber unus ab ipso authore iam tertio recognitus. Venetiis (apud Petrum, et Io. Mariam fratres, et Cornelium nepotem de Nicolinis de Sabio ad instantiam Melchioris Sessae, 1549).

(America - Geografia) GLAREANUS, Henricus. De geographia liber unus ab ipso authore iam tertio recognitus. Venetiis (apud Petrum, et Io. Mariam fratres, et Cornelium nepotem de Nicolinis de Sabio ad instantiam Melchioris Sessae, 1549).

In 8vo piccolo (155 x 105 mm). 39 [1] carte. Marca tipografica al frontespizio e in fine, testo in corsivo con numerosi diagrammi. Pergamena rigida posteriore. Pallida ma ampia gora all’angolo inferiore esterno, per il resto buona copia.

                     Importante testo di riferimento fino al XVII secolo in cui Glareano pose le basi della geografia matematica e determinò per primo la cosiddetta declinazione magnetica (la deviazione dell’ago della bussola). Nell’ultimo capitolo, accenna alla scoperta dell’America: “Porrò ad occidentem terra est, quam Americam vocant, longitudine octoginta fermè graduum. Duae insulae Spagnola & Isabella: quae quidem regiones secundum littora ab Hispanis lustrate sunt, Columbo Genuensi, & Amerigo Vesputio eius navigationis ducibus”. Prosegue dicendo che v’è chi afferma che tali terre fossero già note al tempo di Augusto, e che ne parli il sesto libro dell’Eneide. 

 

This was an important text of reference until the 17th century; in it, Glareano laid the foundations of mathematical geography. In the last chapter, the book talks about America, Columbus and Vespucci.

Stima    650 / 850
GRAZZINI, Anton Francesco. La spiritata, commedia di Antonfrancesco Grazini, detto il Lasca, recitatasi in Bologna, e in Firenze al pasto del magnifico signore, il s. Bernardetto de Medici, il carnovale dell’anno 1560. In Fiorenza, appresso i Giunti, 1561.
194

GRAZZINI, Anton Francesco. La spiritata, commedia di Antonfrancesco Grazini, detto il Lasca, recitatasi in Bologna, e in Firenze al pasto del magnifico signore, il s. Bernardetto de Medici, il carnovale dell’anno 1560. In Fiorenza, appresso i Giunti, 1561.

GRAZZINI, Anton Francesco. La spiritata, commedia di Antonfrancesco Grazini, detto il Lasca, recitatasi in Bologna, e in Firenze al pasto del magnifico signore, il s. Bernardetto de Medici, il carnovale dell’anno 1560. In Fiorenza, appresso i Giunti, 1561.

In 8vo piccolo (143 x 95 mm). 62 [i.e. 64] pp. Marca tipografica al frontespizio, iniziali xilografiche, testo in corsivo. Ex libris Jacobi Manzoni. Vitellino biondo posteriore, titolo dorato al dorso, tagli rossi. Margini corti e occasionalmente rifilati, legatura un po’ sciupata, ma nel complesso buona copia.

                     PRIMA EDIZIONE di questa commedia apprezzata per “la vivezza della parlata fiorentina e dell’arguzia delle battute”. Esemplare appartenuto al Giacomo Manzoni (1816-1889), politico risorgimentale e grande bibliofilo.

 

FIRST EDITION of this comedy that was appreciated for the liveliness of the Floretine vernacular. With Jacobi Manzoni’s bookplate.

Stima    500 / 600
(Venezia) MARCELLO, Pietro. Vite de’ prencipi di Vinegia ... Nelle quali s’ha cognitione di tutte le istorie venetiane fino all’anno 1557. Con una copiossima tavola di tutte le cose memorabili. In Venetia, per Plinio Pietrasanta, 1557.
195

(Venezia) MARCELLO, Pietro. Vite de’ prencipi di Vinegia ... Nelle quali s’ha cognitione di tutte le istorie venetiane fino all’anno 1557. Con una copiossima tavola di tutte le cose memorabili. In Venetia, per Plinio Pietrasanta, 1557.

(Venezia) MARCELLO, Pietro. Vite de’ prencipi di Vinegia ... Nelle quali s’ha cognitione di tutte le istorie venetiane fino all’anno 1557. Con una copiossima tavola di tutte le cose memorabili. In Venetia, per Plinio Pietrasanta, 1557.

In 4to (192 x 142 mm). [viii] 191 [25] pp. Marca tipografica al frontespizio, testo in corsivo. Pergamena rigida settecentesca con tassello in marocchino rosso, sguardie marmorizzate e tagli spruzzati. Macchie alla carta G3, margine superiore un po’ corto, qualche altra minima traccia del tempo, per il resto copia molto buona.

                     PRIMA EDIZIONE in italiano, tradotta da Ludovico Domenichi, del De vitis principum et gestis Venetorum liber (1554), serie di biografie dei Dogi di Veneziani da Paoluccio Anafesto a Francesco Veniero, doge n. LXXX. In piacevole legatura settecentesca.

 

FIRST EDITION in Italian, translated by Ludovico Domenichi, of this series of biographies of the Doges of Venice.

Stima    350 / 450
(Romanzo alessandrino) HELIODORUS - AMYOT, Jacques. L’Histoire Æthiopique de Heliodorus, contenant dix livres, traitant des l oyales et pudiques amours de Theagenes, thenalieu & Chariclea Æthiopienne. Nouvellement traduite de Graec en Françoys. À Paris, de l’imprimerie d’Estienne Groulleau, 1547.
196

(Romanzo alessandrino) HELIODORUS - AMYOT, Jacques. L’Histoire Æthiopique de Heliodorus, contenant dix livres, traitant des l oyales et pudiques amours de Theagenes, thenalieu & Chariclea Æthiopienne. Nouvellement traduite de Graec en Françoys. À Paris, de l’imprimerie d’Estienne Groulleau, 1547.

(Romanzo alessandrino) HELIODORUS - AMYOT, Jacques. L’Histoire Æthiopique de Heliodorus, contenant dix livres, traitant des l oyales et pudiques amours de Theagenes, thenalieu & Chariclea Æthiopienne. Nouvellement traduite de Graec en Françoys. À Paris, de l’imprimerie d’Estienne Groulleau, 1547.

In 4to (263 x 186 mm). [iv] 161 carte. Vignetta xilografica al frontespizio, iniziali e fregi xilografici. Vitellino settecentesco, dorso a nervi con tassello e decorazioni dorate, unghiatura dorata, tagli rossi. Firma di provenienza “L. Carré 1617” al frontespizio, ex libris ottocentesco del Duc de Vallombrosa, ex dono del Comte Chappaz de la Prat, 1947, alla sguardia volante, epigrammi scritti da antica mano al verso dell’ultima carta. Assente l’ultima carta presumibilmente bianca (testo completo), macchia d’inchiostro al frontespizio, gora marginale alle ultime carte e altre trascurabili tracce del tempo, ma nel complesso buona copia.

                     RARA PRIMA EDIZIONE della traduzione di Jacques Amyot (1513-1593), vescovo cattolico, scrittore e traduttore francese del Rinascimento delle Etiopiche di Eliodoro, uno dei migliori romanzi alessandrini a noi pervenuti.

 

RARE FIRST EDITION of the version by Jacques Amyot (1513-1593, Catholic bishop, writer and French translator of the Renaissance) of the Etiopiche of Heliodorus, one of the best Alexandrian novels.

Stima    1.000 / 1.200
Aggiudicazione:  Registrazione
(Romanzo cavalleresco) LODOVICI, Francesco de. Triomphi di Carlo di messer Francesco d’i Lodouici vinitiano. (Stampato in Vinegia, per Mapheo Pasini & Francesco Bindoni, 1535 del mese di Settembre).
197

(Romanzo cavalleresco) LODOVICI, Francesco de. Triomphi di Carlo di messer Francesco d’i Lodouici vinitiano. (Stampato in Vinegia, per Mapheo Pasini & Francesco Bindoni, 1535 del mese di Settembre).

(Romanzo cavalleresco) LODOVICI, Francesco de. Triomphi di Carlo di messer Francesco d’i Lodouici vinitiano. (Stampato in Vinegia, per Mapheo Pasini & Francesco Bindoni, 1535 del mese di Settembre).

In 4to (200 x 147 mm). [iv] 215 [1] carte. Grande vignetta xilografica al frontespizio, raffigurante l’autore con il doge Andrea Gritti, dedicatario dell’opera, testo in corsivo su due colonne. Vitellino posteriore, piatti decorati con una griglia a secco riquadrata da filetti dorati, dorso a nervi con titoli e fregi dorati, dentelles dorate, sguardie marmorizzate, tagli dorati. Frontespizio rifilato e con restauro al margine, margini un po’ corti, pallide gore occasionali e altre minime tracce del tempo, legatura un po’ sciupata con cerniera posteriore fragile.    

                     UNICA RARA EDIZIONE, PRIMA TIRATURA, di questo romanzo cavalleresco che celebra le vittorie di Carlo Magno e dei suoi paladini in cento canti, e che apparve “in due tirature lievemente diverse fra loro: l’una con dedica al doge Gritti [la presente], l’altra con frontespizio entro grande cornice xilografica figurata e con, al verso, la tavola degli argomenti. Il poema, ricco di mirabolanti avventure e “facezie dilettevoli”, si distingue dalla tradizione perché composto in terza e non in ottava rima.” Essling III, 664.

 

RARE UNIQUE EDITION, FIRST ISSUE of this chivalric novel that celebrates the victories of Charlemagne and his paladins in a hundred songs.

Stima    1.000 / 1.200
MARMITTA, Giacomo. Rime di m. Giacomo Marmitta parmeggiano. In Parma, appresso di Seth Viotto, 1564.
198

MARMITTA, Giacomo. Rime di m. Giacomo Marmitta parmeggiano. In Parma, appresso di Seth Viotto, 1564.

MARMITTA, Giacomo. Rime di m. Giacomo Marmitta parmeggiano. In Parma, appresso di Seth Viotto, 1564.

In 4to (206 x 149 mm). [viiii] 198 [10] pp. Marca tipografica con unicorno al frontespizio, iniziali e fregi xilografici. Pergamena flessibile coeva. Restauro marginale al frontespizio e altre minime tracce del tempo. [CON:] (Firenze) MALESPINI, Ricordano. Historia antica di Ricordano Malespini gentil’huomo fiorentino. Dall’edificazione di Fiorenza per insino all’anno 1281. Con l’aggiunta di Giachetto suo nipote dal detto anno per insino al 1286. Nuovamente posta in luce. In Fiorenza, nella stamperia de i Giunti, 1568. In 4to (220 x 158 mm). [xvi] 173 [i.e. 175] [17] pp. Marca Giunti al frontespizio e in fine, iniziali e fregi xilografici. Pergamena flessibile coeva. Fioriture. [CON:] BEMBO, Pietro. Le prose di m. Pietro Bembo. Nelle quali si ragiona della volgar lingua. Di nuovo con somma diligenza purgate, & reviste secondo la buona correttione di m. Lodouico Dolce. In Venetia, appresso Nicolò Moretti, 1586.

In 8vo. [xx] 128 carte. Marca tipografica al frontespizio, iniziali e fregi xilografici. Cartonato rustico coevo.

                     Bel gruppo di cinquecentine genuine, il Marmitta ed il Malespini in PRIMA EDIZIONE.

 

Good lot of genuine 16th century books. FIRST EDITION of Marmitta and Malespini.

Stima    350 / 550
Aggiudicazione:  Registrazione
(Peste - Rimedi - Alimentazione) MERCATI, Michele. Instruttione sopra la peste ... nella quale si contengono i piu eletti & approvati rimedij, con molti nuovi e potenti secreti cosi da preservarsi come da curarsi. In Roma, appresso Vincentio Accolto, 1576.
199

(Peste - Rimedi - Alimentazione) MERCATI, Michele. Instruttione sopra la peste ... nella quale si contengono i piu eletti & approvati rimedij, con molti nuovi e potenti secreti cosi da preservarsi come da curarsi. In Roma, appresso Vincentio Accolto, 1576.

(Peste - Rimedi - Alimentazione) MERCATI, Michele. Instruttione sopra la peste ... nella quale si contengono i piu eletti & approvati rimedij, con molti nuovi e potenti secreti cosi da preservarsi come da curarsi. In Roma, appresso Vincentio Accolto, 1576.

In 4to (214 x 157 mm). [xxiv] 143 [1] pp. Stemma del dedicatario al frontespizio, iniziali e fregi xilografici. Pergamena flessibile coeva con titolo manoscritto al dorso e resti di bindelle. Qualche pallida brunitura e fioritura occasionale, ma nel complesso copia molto buona.

                     Bell’esemplare genuino di questo importante testo di cure per la peste, che include anche rimedi per ira, tristezza, invidia, accidia, gola, lussuria (pare che bisogni “mettersi subito à numerare ò misurare, ò pesare qualche cosa”), avarizia, e superbia. Segue una parte dedicata ai veleni, una alla podagra, e una alla paralisi. Il libro contiene anche consigli relativi all’alimentazione.

 

Good copy of this important text on the treatment of the plague, which also includes remedies for anger, sadness, envy, sloth, gluttony, lust, avarice, and pride, as well as parts on poisons, nutritional advice, etc.

Stima    300 / 500
Aggiudicazione:  Registrazione
151 - 180  di 484 LOTTI