Mobili e Oggetti d'arte

Le aste di mobili e oggetti d'arte storicamente hanno rappresentato un punto fermo, imprescindibile, nell'attività di Pandolfini Casa d'Aste. In questa direzione cerchiamo oggi di proseguire, pur sapendo però che il mercato ed il collezionismo sono cambiati e l'interesse si concentra con grande forza su altri settori. Per questo la sfida del nostro dipartimento è diventata più ardua: per ottenere ottimi risultati è indispensabile riuscire a proporre lotti di grande qualità, meglio se accompagnati da una "storia" interessante (provenienza, collezioni, mostre, pubblicazioni etc.).

L'importante asta tenuta nell’ottobre 2014 in occasione dei novant’anni della Pandolfini, ripetuta con grande successo nell’ottobre dell' anno successivo ed intitolata “Capolavori da collezioni italiane”, ha segnato un passaggio importante nel nostro lavoro, confermando con i risultati che la qualità sta alla base di ogni buona vendita.

Il nostro Dipartimento lo scorso anno ha operato una grande selezione delle opere da proporre in asta, cercando appunto di presentare mobili e oggetti d’arte che potessero trovare riscontro nell’ampia clientela nazionale e internazionale a cui ci rivolgiamo, senza per questo fermarsi ad una semplice selezione economica. Si è cercato di proporre lotti "interessanti", e gli esiti hanno premiato le nostre scelte, portando il settore ad una costante crescita, ancor più significativa se paragonata al momento che stiamo attraversando.

E le percentuali altissime di venduto stanno a testimoniare la bontà di queste scelte, che anche a fine 2015 hanno portato Pandolfini ad essere la prima casa d’aste italiana in questo settore, rafforzata in un trend che già era positivo, e questo non con pochi risultati eclatanti, ma con tantissime vendite importanti, frutto sia di un lavoro serio e professionale in fase di raccolta e di presentazione in catalogo, sia di un costante e proficuo rapporto fiduciario instaurato con la propria clientela.

In quest’ottica siamo costantemente alla ricerca di opere degne di nota per essere inserite nelle nostre vendite, disponibili con i nostri esperti a visite su tutto il territorio nazionale e non solo, nella speranza di poter presentare cataloghi ancor più belli e ricchi.

CONTATTATECI PER VALUTAZIONI GRATUITE E CONFIDENZIALI 

CAPO DIPARTIMENTO FIRENZE
CAPO DIPARTIMENTO FIRENZE
Alberto Vianello
ASSISTENTE
Margherita Pini
Prossime Aste
Capolavori da collezioni italiane

Capolavori da collezioni italiane

, 12 NOVEMBRE 2019

Arcade | Libri, Argenti, Porcellane e Maioliche

, 16 DICEMBRE 2019
Top lots
Intagliatore dell’Italia settentrionale (?), fine sec. XVI-inizi XVII
COPPIA DI IMPORTANTI SPECCHIERE, VENETO, SECONDA METÀ SECOLO XVII
Battista Lorenzi, detto Battista del Cavaliere
COPPIA DI CASSETTONI, BOTTEGA DI GAETANO RENOLDI, GENOVA, FINE SECOLO XVIII
Scuola fiorentina, da Donatello
Giovanni Zebellana
IMPORTANTE SCUDO DA PARATA, METÀ SECOLO XVI
BUSTO, ROMA, SECOLO XVIII
CRISTO CROCIFISSO, FIRENZE, SECOLO XVII
FORZIERE, STRASBURGO, 1740-50
GLOBO TERRESTRE E GLOBO CELESTE DA BIBLIOTECA, FIRMATI JACOPO CANTELLI E DATATI 1660
COPPIA DI SCULTURE, GENOVA, AMBITO DI FILIPPO PARODI, FINE SECOLO XVII
RIBALTA, BOTTEGA DI GIUSEPPE MAGGIOLINI, LOMBARDIA, FINE SECOLO XVIII
TAVOLO, TOSCANA, PRIMA METÀ SECOLO XIX
Manifattura fiorentina, inizi secolo XVII
COPPIA DI CASSETTONI, STATO PONTIFICIO, METÀ SECOLO XVIII
STRAORDINARIA CULLA DI IMPIANTO BERNINIANO, ROMA, 1700 CIRCA
Manifattura Veneta, primi anni del secolo XVII
COPPIA DI MEDAGLIONI, SCUOLA FIAMMINGA, METÀ SECOLO XVII, ISPIRATI A FRANÇOIS DUQUESNOY
BASE DA CENTRO, NAPOLI, PERIODO NEOCLASSICO
Alfred-Emmanuel-Louis Beurdeley
COPPIA DI CONSOLE, TOSCANA, INIZI SECOLO XIX
ARAZZO, MANIFATTURA DI OUDENAARDE, FINE SECOLO XVI
TAVOLO, TOSCANA, PRIMA METÀ SECOLO XVIII
Manifattura di Bruxelles, secondo quarto del secolo XVI
TAVOLINO DA CENTRO CON PIANO IN MICROMOSAICO, ROMA, SECONDA METÀ SECOLO XIX
COPPA, GERMANIA, FINE SECOLO XVIII - INIZI XIX
Scuola fiorentina del secolo XVII
Ambito di Giuseppe e Gennaro Sarao
CORNICE, VENEZIA, FINE SECOLO XV