OLTRE 1.300.000 MILIONI DI EURO PER L’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA DI PANDOLFINI

La grande partecipazione che ha caratterizzato l’esposizione, a partire dalla preview, si è ripetuta in asta: esauriti i posti in Sala Meili, sempre impegnati i tanti telefoni e grande partecipazione della piattaforma PANDOLFINI LIVE, tutto a conferma del costante interesse del mondo collezionistico, e soprattutto di compratori, anche per quest’ultimo catalogo di ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA di Pandolfini.

 

Il successo della vendita si legge anche nei numeri complessivi che parlano 146% delle stime minime e 81% dei lotti venduti per un totale di oltre 1.300.000 euro, mentre nel dettaglio è da evidenziare l’esito e la gara, avvincente e caparbia tra due collezionisti presenti in sala, per IL FERITO (lotto  133) di Mimmo Rotella, un découpage che dai 5.000 euro della stima minima ha chiuso, salutato dagli applausi, a 68.750 euro.

Mauro Reggiani con COMPOSIZIONE A VENTAGLIO (lotto 135) passato di mano per 102.500 euro è risultato essere il top lot dell’asta.

Bene anche Agostino Bonalumi ed il suo BLU (lotto 123), una tela estroflessa dalla composizione particolarmente interessante che ha chiuso la sua corsa a 70.000 euro, mentre la carta CONCETTO SPAZIALE 1956 (lotto 101) di Lucio Fontana entra in una nuova collezione per 45.000 euro.

Buona la risposta per l’opera di François Morellet 6 DOUBLES BARRES (lotto 118) battuta a 67.500 euro, ulteriore conferma dell’interesse del mercato e del mondo collezionistico per le opere di Nuvolo, tutte aggiudicate: SENZA TITOLO del 1958 (lotto 61)  ha chiuso a 15.625 euro, mentre il piccolo SENZA TITOLO del 1956 (lotto 62) ha incassato 7.500 euro, bisogna anche ricordare i 30.000 euro con cui è stato aggiudicato AUTUNNO A VELATE (lotto 36) di Renato Guttuso, infine da sottolineare la costante risposta positiva che incontrano le opere di Piero Dorazio che ha registrato percentuali di venduto altissime e ottimi spunti sulle singole opere come  AUREOLINA III (lotto 128) che ha chiuso a 37.500 euro; infine da ricordare le grandi bagarre per tutti i lotti dei Bueno.

Per le sculture ancora una volta da Pandolfini brilla Igor Mitoraj, il suo bronzo GREPOL è entrato in una nuova collezione, dopo una bella gara, per la cifra di 42.500 euro.

 

Le opere della Collezione Topazia Alliata Maraini hanno riscosso anche loro un ottimo successo e sono state aggiudicate per lo più a collezionisti e compratori internazionali, che rincorrendosi a colpi di bid hanno fatto raddoppiare quasi tutte le riserve.


Top