Sculture e oggetti d'arte europei dal medioevo al XIX secolo da collezioni private

19 OTTOBRE 2021

Sculture e oggetti d'arte europei dal medioevo al XIX secolo da collezioni private

Asta, 1049
FIRENZE
Palazzo Ramirez-Montalvo

ore 10.30
Lotti: 1-151

ore 15.00
Lotti: 152-376
Esposizione
FIRENZE
Venerdì         15 ottobre 2021    10-18
Sabato          16 ottobre 2021     10-18
Domenica     17 ottobre 2021    10-13
Lunedì           18 ottobre 2021    10-18

Vi preghiamo di considerare che il giorno dell'asta sarà possibile accedere alla sala di vendita solo se in possesso di Green Pass, mentre l’accesso nelle giornate di esposizione è libero.
 
 
 
Stima   100 € - 30000 €

Tutte le categorie

271 - 300  di 375
272

Toscana, prima metà secolo XVIII

Toscana, prima metà secolo XVIII

CORNICE

in lamina di rame sbalzata e dorata di forma ovale, profilo a più modanature arricchito da ampia cimasa centrata da conchiglia, cm 20,2x10,5

 

Tuscan, first half 18th century, a frame, embossed and gilt copper foil

Stima    300 / 500
Aggiudicazione:  Registrazione
273

Toscana, prima metà secolo XVIII

Toscana, prima metà secolo XVIII

PICCOLA CORNICE

in bronzo dorato di forma ovale, profilo modanato arricchito ai lati da festoni di campanule pendenti e da ampia cimasa centrata da conchiglia, cm 8,7x6,7

 

Tuscan, first half 18th century, a small frame, gilt bronze

Stima    200 / 300
Aggiudicazione:  Registrazione
274

Toscana, secolo XVIII

Toscana, secolo XVIII

CORNICE

in bronzo dorato, battuta liscia su sagoma bombata ornata a baccellature tra piccole foglie, lato superiore sormontato da cimasa a giorno con motivo rocaille al centro da cui si dipartono volute che si portano sui lati, centro inferiore ornato da cartiglio sagomato sotteso da conchiglia; ingombro cm 47,5x34,5, luce cm 26,5x19,3

 

Tuscan, 18th century, a frame, gilt bronze

Stima    1.200 / 1.800
Aggiudicazione:  Registrazione
275

Sicilia, fine secolo XVII

Sicilia, fine secolo XVII

PICCOLA CORNICE

di forma ovale in bronzo dorato con fregi in argento, battuta ornata da piccole palmette ricorrenti tra volute seguita da gola percorsa da motivo continuo di conchiglie entro girali fogliacei, sormontata da cimasa da volute poste a inquadrare motivo fogliaceo al centro superiore; montata a specchio, ingombro cm 30,7x18,6, luce cm 14,8x11,4 

 

Sicilian, late 17th century, a small frame, gilt bronze and silver

Stima    2.500 / 3.500
Aggiudicazione:  Registrazione
276

Artista lombardo, secolo XV

Artista lombardo, secolo XV

MADONNA CON BAMBINO IN TRONO

in terracotta, cm 58x32x29

 

Lombard artist, 15th century, enthroned Madonna with Child, terracotta

 

L’opera si mostra partecipe del linguaggio del tardo gotico lombardo e la solennità della Madonna dall’espressione dolcemente pensosa che si sposa con il dinamico linearismo dei bordi del manto richiama uno dei migliori esemplari eseguiti da Jacopino da Tradate (Tradate XIV secolo - Mantova? 1465 circa), attivo già nel 1401 nel cantiere forse più importante in quegli anni nella penisola italiana, il duomo di Milano, e considerato dai contemporanei il maggiore scultore della Lombardia, come dimostrano le molte statue e rilievi debitrici del suo stile anche aldilà dei confini viscontei (L. Cavazzini, Il crepuscolo della scultura medievale in Lombardia, Firenze 2004, pp. 55-101, figg. 93-128, pp. 97-101). Ci si riferisce alla Madonna col Bambino in marmo conservata presso le civiche raccolte d’arte del Castello Sforzesco (Cavazzini 2004, figg. 94; 100 e 101), considerata tra i capolavori dell’artista e qualitativamente paragonabile al maestoso monumento a Martino V nella cattedrale milanese, databile tra il 1418 e il 1424.

Oltre all’impostazione generale, la figura della Vergine seduta su un sedile completamente nascosto dal suo panneggio, con la testa leggermente inclinata come per rivolgere lo sguardo al Bambino che tiene con entrambe le mani su una delle sue gambe, anche la tipologia del volto ovale, il naso ben squadrato, il fluire dei capelli spartiti al centro sotto al velo, e l’andamento delle pieghe dei panneggi, mostrano di essersi ispirati all’esemplare del Castello sforzesco.

Stima    30.000 / 50.000
277

Italia centrale, secolo XVII

Italia centrale, secolo XVII

TESTA DI FRATE

in terracotta, cm 19x13x17,5, su base circolare modanata in legno, alt. complessiva cm 27

 

Central Italian, 17th century, head of a friar, terracotta

Stima    4.000 / 6.000
278

Napoli, secolo XVIII

Napoli, secolo XVIII

VERGINE ANNUNCIATA

in terracotta raffigurante Maria inginocchiata davanti al leggio, cm 46x30x19

 

Neapolitan, 18th century, the Virgin Annunciate, terracotta

Stima    1.000 / 1.500
279

Da Gian Lorenzo Bernini, secolo XVII

Da Gian Lorenzo Bernini, secolo XVII

SAN GIROLAMO

in terracotta con tracce di policromia, cm 41x33x22

 

After Gian Lorenzo Bernini, 17th century, Saint Jerome, terracotta with traces of polychromy

 

Si deve a Bernini l’invenzione di questa fortunata immagine del santo penitente che abbraccia il Crocifisso in occasione della commissione del 1660 del papa Alessandro Chigi delle due statue, alte circa due metri, Maddalena e San Gerolamo, collocate nella cappella del Voto nel duomo di Siena.

La comprensione del modello berniniano, soprattutto nella resa dell’espressività del volto e della barba fluente e quasi “elettrica”, permette di ipotizzare che l’opera sia uscita da una bottega che aveva parecchia familiarità con le realizzazioni del grande scultore. Nell’entourage dello stesso papa Chigi era attivo il toscano Giuseppe Mazzuoli a cui si deve l’esecuzione della Carità del monumento sepolcrale di Alessandro VII realizzato da Bernini tra il 1671 e il 78: insieme al fratello Giovanni Antonio, Mazzuoli diede vita a una prolifica bottega familiare, punto di riferimento locale per manufatti in terracotta simili al nostro.

Stima    2.500 / 3.500
Aggiudicazione:  Registrazione
280

Italia centrale, secolo XVI

Italia centrale, secolo XVI

MADONNA CON BAMBINO

in legno dipinto in policromia e oro, alt. cm 100

 

Central Italian, 16th century, Madonna with Child, painted and gilt wood

Stima    4.000 / 6.000
281

Italia settentrionale, secolo XVI

Italia settentrionale, secolo XVI

BUSTO DI CRISTO

in legno patinato, sul retro etichetta della Galleria Gallino di Torino, n. SM170, cm 39x25,5

 

Northern Italian, 16th century, a bust of Christ, patinated wood

 

Stima    2.000 / 3.000
282

Bottega Del Tasso, secolo XVI

Bottega Del Tasso, secolo XVI

COPPIA DI INTAGLI

in legno dipinto in policromia, probabilmente in origine posti come elementi angolari di un cassone, intagliati a motivo di due doppie volute contenenti fiori in alto e in basso a inquadrare al centro scudo con croce tra ali, cm 55x20x20

 

Del Tasso workshop, 16th century, a pair of carvings from a cassone, painted wood

Stima    2.000 / 3.000
Aggiudicazione:  Registrazione
283

Italia meridionale, secolo XVI

Italia meridionale, secolo XVI

SANTO VESCOVO BENEDICENTE

in legno con tracce di policromia e doratura, piviale decorato sul retro da scena di Pietà, raffigurato assiso su un trono con braccioli scolpiti a delfino e sostegni laterali in foggia di grifo affiancato da putto, entrambi a sorreggere la seduta, cm 168x70x52

 

Southern Italian, 16th century, Bishop Saint blessing, wood with traces of polychromy and gilding

 

Stima    18.000 / 25.000
Aggiudicazione:  Registrazione
284

Emilia, secolo XVI

Emilia, secolo XVI

SANTA CATERINA DA SIENA

in legno, alt. cm 130

 

Emilian, 16th century, Saint Catherine of Siena, wood

Stima    4.500 / 6.500
Aggiudicazione:  Registrazione
285

Italia settentrionale, secolo XVIII

Italia settentrionale, secolo XVIII

SANTA

in bosso, firmata sul piedistallo a destra A. Solaro Sculpsit, alt. cm 27, su base in legno rivestito in velluto nella parte superiore e modanata nella parte inferiore, cm 6,7x11,2x9

 

Northern Italian, 18th century, a female Saint, boxwood

Stima    1.000 / 1.500
286

Italia settentrionale, secolo XVI

Italia settentrionale, secolo XVI

MADONNA CON BAMBINO E SANTO

in legno, Madonna raffigurata seduta con in collo il Bambino e Santo inginocchiato davanti a loro in preghiera, cm 49x41,3x10

 

Northern Italian, 16th century, Madonna with Child and a Saint, wood

Stima    1.500 / 2.500
287

Da Michelangelo, Toscana, secolo XVIII

Da Michelangelo, Toscana, secolo XVIII

BACCO

in bronzo patinato dal modello del Bacco di Michelangelo realizzato tra il 1496 e il 1497 e oggi conservato al Museo del Bargello a Firenze, alt. cm 25,2, su base quadrangolare gradinata ad angoli stondati in marmo verde, cm 3,6x9,6x9,6

 

After Michelangelo, Tuscan, 18th century, Bacchus, bronze

Stima    1.200 / 1.800
Aggiudicazione:  Registrazione
288

Italia, secolo XVIII

Italia, secolo XVIII

SCHIAVO MORENTE

in bronzo, alt. cm 32, su base modanata in legno quadrangolare ornata da sformellature e da volute sui lati, cm 9,5x9,7x10,7

 

Italian, 18th century, Dying slave, bronze

 

Il modello da cui deriva questo bronzo è lo Schiavo morente realizzato da Michelangelo a inizio Cinquecento e oggi esposto al museo del Louvre a Parigi.

Stima    4.000 / 6.000
289

Gaspero Bruschi

Gaspero Bruschi

(Firenze 1710 - 1780)

SILENO SU UN ASINO

in bronzo, cm 20x20x10, su base di marmo nero, cm 4x18x9

 

Gaspero Bruschi  (Florence 1710 - 1780), Silenus riding a donkey, bronze

 

Bibliografia

G. Pratesi (a cura di), Repertorio della scultura fiorentina del Seicento e Settecento, Torino 1993, vol. II, tav. 34

 

Si tratta di un tema iconografico spesso utilizzato in raffigurazioni allegoriche e mitologiche, già noto in antichità e parte di quell’immaginario derivante da fonti classiche relative ai trionfi di Bacco raccontati ad esempio nella Metamorfosi di Ovidio. Lo scultore autore di questo gruppo è Gaspero Bruschi, fiorentino allievo dello scultore Girolamo Ticciati, il cui nome è legato alla manifattura di porcellana di Doccia a Firenze. Bruschi infatti fu assunto dal marchese Carlo Ginori come capo dei modellatori nell’anno della fondazione della manifattura (1737) e si distinse per la propria abilità e sensibilità artistica.

 

 

Stima    6.000 / 9.000
290

Toscana, secolo XVIII

Toscana, secolo XVIII

CAVALLO AL PASSO

in bronzo su base triangolare a più ordini di modanature e piedi a zampa ferina stilizzata, cm 12x11,5x10,5

 

Tuscan, 18th century, a paging horse, bronze

Stima    600 / 900
Aggiudicazione:  Registrazione
291

Veneto, secolo XVII

Veneto, secolo XVII

CAVALLO AL PASSO

in bronzo su modello dei cavalli di San Marco a Venezia, poggiante su base rettangolare modanata non pertinente, cm 22x22,2x10

 

Venetian, 17th century, pacing horse, bronze

 

Bibliografia di confronto

L. Galeazzi (a cura di), Cento bronzi rinascimentali italiani, Terni 1979, n. 50

 

Stima    2.000 / 3.000
Aggiudicazione:  Registrazione
292

Germania, prima metà secolo XVI

Germania, prima metà secolo XVI

CANE ACCUCCIATO

in bronzo, cm 7x7,5x8,5

 

German, first half 16th century, seated dog, bronze

 

Bibliografia di confronto

J. Pope-Hennessy, Renaissance bronzes from the Samuel H. Kress Collection. Reliefs, Plaquettes, Statuettes, Utensils and Mortars, Londra 1965, n. 553 p. 151, fig. 577

 

Un tempo attribuito a Peter Vischer il Vecchio, il modello di questo piccolo bronzo è stato poi ricondotto a un artista di Norimberga attivo intorno alla metà del Cinquecento da Bange, che ne elenca dieci versioni, e da Planiscig a una scuola della Germania Meridionale attiva nello stesso periodo, mentre Ricci descrive il bronzo come padovano di inizio Cinquecento, avanzando tuttavia anche l'ipotesi di un'origine nella Germania Meridionale.

Stima    400 / 600
Aggiudicazione:  Registrazione
293

Italia, secolo XIX

Italia, secolo XIX

ERCOLE SOSTIENE IL GLOBO TERRESTRE

in bronzo, globo in marmo rosso, su base quadrangolare in breccia di marmo, alt. Ercole cm 26, complessivamente cm 41x12x14

 

Italian, 19th century, Hercules supporting the Globe, bronze and marble

Stima    1.500 / 2.500
Aggiudicazione:  Registrazione
294

Roma, secolo XVIII

Roma, secolo XVIII

CENTAURO CHE COMBATTE CON UN LEONE

in bronzo, cm 38x41x23, su base quadrangolare in marmo Rosso Levanto, cm 5x29x25

 

Roman, 18th century, centaur fighting with a lion, bronze

Stima    2.000 / 3.000
Aggiudicazione:  Registrazione
295

Firenze, secolo XVII

Firenze, secolo XVII
VERSATOIO
in bronzo patinato, piede circolare modanato con corpo a balaustro, ansa ricurva realizzata a forma di cariatide, beccuccio fitomorfo con attacco a mascherone, manico tornito che si diparte da teste di leone alla base, cm 64x44,5x34

 

Florentine, 17th century, an ewer, patinated bronze

Provenienza
Gianfranco Luzzetti Antichità, Firenze

Stima    4.000 / 6.000
Aggiudicazione:  Registrazione
296

Venezia, secolo XVI

Venezia, secolo XVI

PIATTO DA PARATA

in ottone sbalzato, tesa piatta, decorato al centro da medaglia circolare in bronzo con tracce di smalti a raffigurare stemma inquadrato da baccellatura obliqua sbalzata, entro iscrizione a caratteri gotici cui segue fascia a baccellatura obliqua, diam. cm 41,2

 

Venetian, 16th century, a large dish, brass

Stima    800 / 1.200
Aggiudicazione:  Registrazione
297

Italia, secolo XVII

Italia, secolo XVII
MORTAIO CON PESTELLO
in bronzo patinato, piede e collo profilati da piccole modanature e corpo centrato da data A D MDC inquadrata in alto da fascia a girali ricorrenti e in basso da motivo a foglie aperte rivolte verso l'alto, alt. cm 27,5, diam. cm 36

Italian, 17th century, a mortar with pestle, patinated bronze

Stima    2.000 / 3.000
Aggiudicazione:  Registrazione
298

Italia, secoli XVI-XIX

Italia, secoli XVI-XIX
QUATTRO MORTAI
in bronzo, uno con pestello e corpo ornato da modanature, tre con un'ansa e corpo ornato a piccole costolonature verticali, dei quali uno con pestello, alt. da cm 10,5 a cm 9   

 

Italian, 16th-19th century, four mortars, bronze

Stima    600 / 900
299

Italia settentrionale, secolo XVII

Italia settentrionale, secolo XVII
PIATTO DA PARATA
in bronzo sbalzato, tesa piatta incisa a bulino con fogliette ricorrenti seguite da fascia a piccoli fiori decorato al centro con rosone inquadrato da bordo rilevato a nastro ritorto, entro fascia a baccellatura obliqua stilizzata, diam. cm 49,5

Northern Italian, 17th century, a large dish, bronze

Stima    400 / 600
Aggiudicazione:  Registrazione
300

Toscana, secolo XVII

Toscana, secolo XVII
BACILE
in rame sbalzato, collo ornato alla base da nastro ritorto ricorrente sormontato da motivo di embricazioni disposte a piramide alternate a piccoli fiori, bordo estroflesso baccellato, alt. cm 21, diam. cm 49,5

 

Tuscan, 17th century, a basin, embossed copper

Stima    600 / 900
Aggiudicazione:  Registrazione
301

Germania, secolo XVI

Germania, secolo XVI

TRE PIATTI DA PARATA

in ottone sbalzato, tesa piatta incisa a bulino a piccoli decori ricorrenti, ornati al centro con motivo a baccellatura obliqua circondata in due piatti da iscrizione a caratteri gotici e in un piatto da corona vegetale, diam. cm 47, cm 36,6 e cm 36,5

 

German, 16th century, a group of three large dishes

 

 

 

Stima    900 / 1.200
271 - 300  di 375