Stampe e disegni antichi e moderni-Libri Antichi

Stampe e disegni antichi e moderni-Libri Antichi

Asta

FIRENZE
Palazzo Ramirez Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
11 GIUGNO 2014
ore 15

Esposizione

FIRENZE
dal 6-9 Giugno 2014
orario 10–13 / 14–19
Palazzo Ramirez-Montalvo 
Borgo degli Albizi, 26
info@pandolfini.it

Tutte le categorie

Visualizzazione tipo lista
Visualizzazione tipo griglia
301 - 304  di 304 LOTTI
201406110129600.jpg

(Geografia – Viaggi – Storia – Antropologia – Illustrati 800) Usi e costumi di tutti i popoli dell'universo, ovvero Storia del governo, delle leggi, della milizia, della religione di tutte le nazioni dai più remoti tempi fino ai nostri giorni. Opera compilata da una società di letterati italiani […]. Vol. 1 [- 7].  Milano, Borroni e Scotti, [poi] Libreria di F. Sanvito, 1856-1862.

8 volumi in 4to grande (290 x 195 mm) uniformemente rilegati in mezzo marocchino rosso coevo, dorsi lisci con titoli in oro e belle decorazioni floreali dorate. L’opera comprende: 1: L' Europa. Volume primo. (Della Grecia): 640 pp. e 97 tavole (76 a colori). 2.1: L' Europa. Volume secondo. (Dell'Italia). 612 pp. e 55 tavole (43 a colori). 2.2: L' Europa. Volume secondo, parte seconda. (Dell'Italia). 744 pp. e 213 tavole (84 a colori). 3: L' Europa. Volume terzo. (Dell'Italia insulare. Svizzera, Spagna, Portogallo, Belgio, Olanda, Svezia, Norvegia e Danimarca). 447 [3] pp. e 51 tavole (17 a colori). 4: L' Europa. Volume quarto. (Francia, Inghilterra, Austria, Russia, Turchia, Prussia e Confederazione Germanica). 558 [4] pp. e 39 tavole (28 a colori). 5: America ed Oceania. Volume quinto. (America settentrionale: Stati Uniti, ecc. America centrale: Messico, ecc. America meridionale: Chili, ecc. Australia ed Oceania). 595 [3] pp. e 22 tavole (11 a colori). 6: Asia. Volume sesto. (China, Giappone, Persia, Arabia, Palestina, ecc.) 452 [2] pp. e 73 tavole (35 a colori). Assente una tavola a colori. 7: Africa. Volume settimo. (Africa. Egitto. Algeria. Stati barbareschi, ecc. ecc.) 259 [1] pp. e 30 tavole (16 a colori). Tracce d’uso alle legature, occasionali fioriture, ma nel complesso un buon esemplare.

Bella copia in legatura coeva di questa interessante opera illustrata da ben 580 tavole, di cui 310 colorate a mano. L’indice rilegato al termine di ciascun volume ha permesso di verificare la presenza di tutte le tavole (ad eccezione di una). I soggetti illustrati sono per lo più costumi e attività, ma anche scene storiche, paesaggi e monumenti.

Stima    600 / 800
Aggiudicazione:  Registrazione
201406110129700.jpg

(Firenze) VARCHI, Benedetto (1503-1565). Storia fiorentina di messer Benedetto Varchi. Nella quale principalmente si contengono l'ultime revoluzioni della Repubblica fiorentina, e lo stabilimento del principato nella casa de' Medici. Colla tavola in fine delle cose più notabili. In Colonia, appresso Pietro Martello, 1721.

In folio (324 x 204 mm). [xxviii] 677 [3] pp. Antiporta incisa da Andreas Matthaus Wolfgang, frontespizio in rosso e nero con medaglioni calcografici, ritratto dell'autore a piena pagina inciso da Johann Andreas Pfeffel, albero genealogico mediceo a doppia pagina, anch’esso inciso su rame. Ampi fregi e capilettera xilografici. Piena pergamena rigida coeva, dorso liscio con titoli in oro su tassello. Occasionali ossidazioni causate dall’inchiostro di stampa allo specchio del testo, piccola e pallida gora marginale, minime tracce del tempo.

PRIMA EDIZIONE, a cura di Francesco Settimanni e stampata ad Augusta da Paolo Kuhzio (cfr. Parenti, Dizionario dei luoghi di stampa falsi, inventati o supposti, 56), di questa importante storia di Firenze scritta da Varchi nell’arco di vent’anni, su incarico di Cosimo I. Si tratta della ristampa con la carta Llllr che termina con “ardeva d’ammendare la ver-“ e con l’errore corretto a p. 638 (cfr. Gamba n. 998). L’opera si contraddistingue per cura nella ricerca delle fonti. Varchi studiò all'Università di Pisa per diventare notaio. Laureatosi in legge, esercitò per un breve tempo la professione, ma ben presto si dedicò agli studi umanistici. Viaggiò molto, fra Roma, Venezia, Padova e Bologna. Chiamato da Cosimo I per scrivere la Storia fiorentina, ritornò nel 1543 nella città natale e cominciò a tenere lezioni su Dante all'Accademia Fiorentina. Fu autore di sonetti e canzoni, ma anche di poesie latine e varie traduzioni di opere latine. A lui si deve il più importante trattato di linguistica del XVI secolo, l'Ercolano, uscito postumo nel 1570. Varchi morì nel 1565, lasciando numerosi autografi e una biblioteca di manoscritti, incunaboli e volumi a stampa.

Stima    200 / 400
Aggiudicazione:  Registrazione
201406110129800.jpg
Stima    500 / 700
Aggiudicazione:  Registrazione
(Architettura – Illustrati 700) VIGNOLA, Jacopo Barozzi da (1507-1573). Il Vignola illustrato proposto da Giambattista Spampani, e Carlo Antonini[…]. In Roma, nella stamperia di Marco Pagliarini, 1770.
Stima    300 / 320
Aggiudicazione:  Registrazione
301 - 304  di 304 LOTTI