Sculture e oggetti d'arte europei dal medioevo al XIX secolo da collezioni private

19 OTTOBRE 2021

Sculture e oggetti d'arte europei dal medioevo al XIX secolo da collezioni private

Asta, 1049
FIRENZE
Palazzo Ramirez-Montalvo

ore 10.30
Lotti: 1-151

ore 15.00
Lotti: 152-376
Esposizione
FIRENZE
Venerdì         15 ottobre 2021    10-18
Sabato          16 ottobre 2021     10-18
Domenica     17 ottobre 2021    10-13
Lunedì           18 ottobre 2021    10-18

Vi preghiamo di considerare che il giorno dell'asta sarà possibile accedere alla sala di vendita solo se in possesso di Green Pass, mentre l’accesso nelle giornate di esposizione è libero.
 
 
 
Stima   100 € - 30000 €

Tutte le categorie

301 - 330  di 375
315

Lombardia, secolo XVI

BUSTO DI IMPERATORE

in marmo di Carrara, su piedistallo circolare modanato, alt. cm 84

 

Lombard, 16th century, a bust of an emperor, Carrara marble

 

L’opera è corredata di expertise di Sandro Bellesi che per la particolare caratterizzazione del volto, quali occhi dal taglio molto grande e labbra sottili e serrate sopra un lungo naso, confronta il busto con alcune teste in terracotta presenti nel fregio ornamentale della sagrestia della chiesa di Santa Maria presso San Satiro a Milano, riferite su base documentaria ad Agostino Fonduli o De Fundolis e databili al 1483. Il busto di imperatore offerto, tuttavia, secondo lo studioso “respira comunque un’aria pienamente cinquecentesca, come indica paradigmaticamente la resa originale della parte bassa della statua, dove, per smorzare il taglio netto del busto secondo un escamotage compositivo quasi barocco, viene inserito il morbido panno della clamide opportunamente drappeggiato. L’interesse dimostrato da questa opera per il mondo antico, soprattutto per le statue marmoree romane, sembra anticipare le svolte attuate da alcuni artisti di origine lombarda, nati intorno o poco oltre la metà del Cinquecento, attivi per lo più nell’Urbe tra lo scorcio dello stesso secolo e l’inizio del Seicento, tra i quali è sufficiente menzionare, per notorietà, il nome di Ambrogio Bonvicino (Milano, 1552 ca. – Roma, 1522) e quello di Giacomo Silla Longhi da Viggiù (Viggiù/Varese, 1550 ca. – Roma, 1617), artisti dediti, tra le altre cose, allo studio dell’antichità e al restauro di alcuni marmi archeologici.”.

 

Stima    8.000 / 12.000
Aggiudicazione:  Registrazione
301 - 330  di 375