Argenti, Numismatica e Libri

26 NOVEMBRE 2018

Argenti, Numismatica e Libri

Asta, 0276
FIRENZE
Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
LIBRI
lotti 1-136
ore 10:30

ARGENTI
lotti 151-303
ore 15:00

MONETE
lotti 311-462
ore 17:00
Esposizione
FIRENZE
22-25 novembre 2018
orario 10-13 / 14–19 
Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
info@pandolfini.it
 
 
 
Stima   50 € - 20000 €

Tutte le categorie

91 - 120  di 445
91

Toscana, Granducato. Tariffa delle gabelle toscane. Firenze, per Gaetano Cambiagi stampatore granducale, 1791.

In 4to (225 x 164 mm). [ii] 67 [1] 256 [2] pp. Il fascicolo f è di 6 carte (non di 5 come indicato su SBN). Assente l’ultima carta, ma l’errata corrige è stata applicata al margine inferiore della p. 256.

[CON:]

Tariffa delle gabelle per Firenze. Firenze, per Gaetano Cambiagi, 1791.

In 4to (225 x 164 mm). [ii] 104 [4] pp. L’ultima carta contiene “Tariffa per il ragguaglio a peso minuto al lordo della gabella per l’introduzione in Firenze delle farine di grano con semola […]”.

[CON:]

Tariffa delle gabelle per Pisa. Firenze, per Gaetano Cambiagi, 1791.

In 4to (224 x 164 mm). [ii] 110 [6] pp. Ultima carta bianca.

[CON:]

Tariffa delle gabelle per Pistoia. Firenze, per Gaetano Cambiagi, 1791.

In 4to (224 x 163 mm). [ii] 110 [2] pp. Assenti il fascicolo L e la carta bianca O4.

[CON:]

Tariffa delle gabelle per Siena. Firenze, per Gaetano Cambiagi, 1791.

In 4to (227 x 162 mm). 108 [4] pp. L’ultima carta contiene “Tariffa per il ragguaglio a peso della gabella per l’introduzione in Siena delle farine di grano, e biade con semola […]”.

[CON:]

Regolamento e tariffa delle gabelle proprie di Livorno. (1791).

In 4to (225 x 165 mm). 8 pp.

[CON:]

[Legge del tabacco]. (Firenze, per Gaetano Cambiagi stampatore granducale, 1791).

In 4to (225 x 165 mm). 16 pp.

7 volumi rilegati uniformemente in vitellino maculato con tassello e decorazioni dorate ai dorsi, tagli marmorizzati. Grande incisione calcografica cin Apollo e stemma mediceo a tutti i frontespizi delle prime 5 opere. Gallerie di tarlo che interessano quasi esclusivamente le legature, che presentano anche difetti alle cuffie e al piede del dorso.

Interessante raccolta che elenca, in ordine alfabetico, una gran quantità di merci con relative tariffe doganali e note normative.

(7 volumi)

 

Interesting collection that lists, in alphabetical order, a large quantity of goods with their customs tariffs and regulatory notes.

                         

                                                                          

                                                                          

Stima    500 / 700
92

(Firenze) VARCHI, Benedetto (1503-1565). Storia fiorentina di messer Benedetto Varchi. In Colonia, appresso Pietro Martello, 1721.

In folio (333 x 218 mm). [xxviii] 677 [3] pp. Antiporta incisa da Andreas Matthaus Wolfgang, frontespizio in rosso e nero con medaglioni calcografici, ritratto dell’autore a piena pagina inciso da Johann Andreas Pfeffel, albero genealogico mediceo a doppia pagina, anch’esso inciso su rame. Ampi fregi e capilettera xilografici. Piena pergamena rigida coeva, dorso a nervi con titolo manoscritto. Due carte con area di stampa arrossata, qualche forellino di tarlo al dorso, per il resto copia eccezionalmente fresca e marginosa.

PRIMA EDIZIONE, PRIMA TIRATURA. È questo uno dei pochi esemplari che riportano alle pp. 639-640 l’episodio della condotta efferata di Pier Luigi Farnese contro il vescovo di Fano, che non compare invece in altre copie e che contrassegna la prima tiratura di quest’opera, stampata in realtà ad Augusta da Paolo Kuhzio (cfr. Parenti, Dizionario dei luoghi di stampa falsi, inventati o supposti, 56), e a cura di Francesco Settimanni. Varchi scrisse questa importante storia di Firenze nell’arco di vent’anni, su incarico di Cosimo I.

 

FIRST EDITION, FIRST IMPRESSION, complete with the episode that was censored in successive impressions. Varchi wrote this important history of Florence over twenty years, on behalf of Cosimo I.

                                    

                                                                          

                                                                          

Stima    450 / 650
Aggiudicazione:  Registrazione
93

(Architettura – Illustrati 700) VITRUVIO. L’architettura di Marco Vitruvio Pollione tradotta e comentata dal marchese Berardo Galiani […]. Edizione seconda ricorretta dagli errori occorsi nella prima, e corredata degli stessi rami disegnati, e fatti incidere dal medesimo traduttore. In Siena, nella stamperia di Luigi, e Benedetto Bindi, 1790.

In folio (370 x 250 mm). [ii] xx 272 pp. e XXV tavole calcografiche interfoliate da [25] carte con didascalie. Antiporta calcografica incisa da F. La Marra su disegno di Berardo Galiani, vignetta calcografica al frontespizio, illustrazioni xilografiche nel testo. Mezzo vitello coevo, tassello con titoli in oro al dorso. Carte uniformemente ingiallite, fioriture occasionali soprattutto ai margini, ed altre trascurabili tracce del tempo, ma nel complesso buona copia.Seconda edizione tradotta e commentata da Berardo Galiani (1724-1774), e da lui illustrata con una splendida antiporta allegorica e con 25 tavole architettoniche, incise da Francesco Cepparuli.

 

Second edition translated and commented by Berardo Galiani (1724-1774), and illustrated by him with a splendid allegorical frontispiece and with 25 architectural plates, engraved by Francesco Cepparuli.

                                            

                                                                          

                                                                          

Stima    400 / 500
Aggiudicazione:  Registrazione
94
Stima    300 / 400
Aggiudicazione:  Registrazione
95

(Illustrati 700) VASCELLINI, Gaetano. Statue e gruppi, in bronzo e in marmo, che sono a Firenze alla vista del pubblico, disegnate e incise da Ga. Vascellini bolognese in Firenze 1777.

[RILEGATO CON:]

(Illustrati 700) VASCELLINI, Gaetano. Volume secondo, che comprende statue e gruppi di marmo esistenti in Firenze entro il Real giardino di Boboli, disegnate ed intagliate da Gaetano Vascellini bolognese l’anno 1779.

In folio (340 x 240 mm). Parte prima: frontespizio inciso e 29 (di 30) tavole calcografiche (assente la 3). Parte seconda: frontespizio inciso e 29 (di 30) tavole calcografiche (assente la 3). Mezza pelle coeva (sciupata). Fioriture occasionali e altre tracce del tempo e d’uso. Ex libris di Pietro Ginori Conti.

RARO insieme che include entrambe le serie di statue di Firenze disegnate e incise da Gaetano Vascellini. Ogni tavola ha una didascalia con il titolo della statua, il nome dello scultore e il luogo dove essa si trova. Pietro Ginori Conti è stato un imprenditore e politico italiano.

 

RARE collection that includes both the series of statues of Florence designed and engraved by Gaetano Vascellini. Lacks plates n. 3 in both parts. Provenance: Pietro Ginori Conti.

                                     

                                                                          

                                                                          

Stima    200 / 300
Aggiudicazione:  Registrazione
96
Stima    8.000 / 10.000
Aggiudicazione:  Registrazione
97
Stima    2.200 / 4.400
Aggiudicazione:  Registrazione
98
Stima    400 / 500
Aggiudicazione:  Registrazione
99
Stima    400 / 600
Aggiudicazione:  Registrazione
101

(Firenze – Illustrati 800) CAROCCI, Guido. Ricordi del vecchio mercato di Firenze. Illustrazioni di D. Mattani. Firenze, Tip. dell’Arte della stampa, 1887.

In folio (455 x 313 mm). [44] carte e 40 litografie originali protette da veline. Legatura in tela marrone con le brossure originali applicate ai piatti e al dorso. Alcune pagine di testo e tavole ingiallite (per lo più ai margini), pallide fioriture occasionali, legatura un po’ sciupata alle cerniere ed ai margini, rinforzi in nastro telato al margine interno delle pagine di testo.

Rara pubblicazione dedicata al vecchio mercato di Firenze, splendidamente illustrata da una galleria di scorci della Firenze di fine Ottocento, animate da scene di vita popolare. Ogni tavola è preceduta da una carta numerata con il titolo della via o borgo illustrato e con al verso un breve testo dell’autore. Guido Carocci (1851-1916), studioso della storia di Firenze, si batté contro la distruzione del centro storico della città. Importante ed affascinante documento storico artistico.

 

Rare publication dedicated to the old market of Florence, beautifully illustrated by a gallery of views of Florence in the late nineteenth century, animated by scenes of popular life.

                          

                                                                          

                                                                          

Stima    250 / 350
Aggiudicazione:  Registrazione
102

COLLODI, Carlo. Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino. Illustrata da E. Mazzanti. Quarta edizione. Firenze, Felice Paggi, 1888.

In 8vo (180 x 120 mm). 234 [ii] xii pp. Numerose illustrazioni nel testo. Tela editoriale grigio chiaro, titolo e decorazioni in oro e nero al piatto anteriore, titolo in oro al dorso, marca tipografica Bemporad al pitto posteriore. Copia brunita e sciupata come d’uso.                       

RARA EDIZIONE, stampata a soli cinque anni di distanza dalla mitica prima del 1883, con ancora il nome di Paggi al frontespizio ma già il nome dell’editore Bemporad, che subentrò nel 1889, al piatto posteriore della legatura. La copia è completa con il “Catalogo della Biblioteca Storica Edita da Felice Paggi” in fine, introdotta da un breve scritto di Paggi datato 1887, e ove si trovano elencate le Avventure di Pinocchio, prezzo 2 50 (3 50 “legato in tela con placca a oro”).

 

RARE EDITION, printed just five years after the legendary first of 1883, with the Paggi name on the frontispiece but the name of the publisher Bemporad, who took over in 1889, on the rear cover of the binding.

                                            

                                                                          

                                                                          

Stima    500 / 800
Aggiudicazione:  Registrazione
103
Stima    400 / 600
Aggiudicazione:  Registrazione
105

(Illustrati 800) LEONARDO DA VINCI. Trattato della pittura di Lionardo da Vinci tratto da un codice della Biblioteca Vaticana e dedicato alla maestà di Luigi XVIII re di Francia e di Navarra. Roma, nella stamperia De Romanis, 1817.

In 4to grande in 2 parti (277 x 208 mm). Ritratto calcografico di Leonardo in antiporta, 43 [1] 511 [1] pp. [2] carte, seguite da XXII tavole calcografiche. Mezzo marocchino verde coevo, punte in pergamena, dorso liscio con titolo e belle decorazioni dorate, tagli spruzzati d’azzurro. Una piccola pallida gora all’angolo superiore esterno del frontespizio e altre trascurabili tracce del tempo, per il resto copia molto buona.

Bell’esemplare di questa edizione (“la più ampia e più corretta a seconda dell’antico originale” secondo Cicognara 237), che riproduce il Trattato della pittura di Leonardo da Vinci da un antico codice conservato alla Biblioteca Vaticana. La seconda parte si intitola Disegni che illustrano l'opera del Trattato della pittura di Lionardo da Vinci tratti fedelmente dagli originali del Codice Vaticano.

 

Fine copy of this edition (“the widest and most correct according to the ancient original” according to Cicognara 237), which reproduces the Treatise on Painting by Leonardo da Vinci from an ancient codex preserved in the Vatican Library                        

                                                                          

                                                                          

Stima    400 / 500
106
Stima    500 / 600
Aggiudicazione:  Registrazione
108
Stima    500 / 700
Aggiudicazione:  Registrazione
110

(Iconologia – Illustrati 800) PISTRUCCI, Filippo. Iconologia, ovvero immagini di tutte le cose principali a cui l’umano talento ha finto un corpo, di Filippo Pistrucci, colla traduzione francese di Sergent Marceau. Tomo I [- II]. Milano, presso Paolo Antonio Tosi e Comp. (Co’ tipi di Gio. Pirotta). 1819-1821.

2 volumi in folio (300 x 212 mm). Antiporta, xii 240 [4] pp. e 120 tavole. [iv] 240 [4] pp. e 120 tavole (le ultime rilegate in ordine non corretto). Le pagine di testo, in italiano al recto e in francese al verso, sono interfoliate con 240 tavole calcografiche stampate a colori. Legatura coeva in piena pelle con tasselli e dorature al dorso; un tassello al piede del dorso reca il nome “Cavalli”. Legatura sciupate, occasionali tracce d’uso e del tempo, per il resto buona copia.RARA PRIMA EDIZIONE DI QUESTA IMPORTANTE E SPLENDIDA GALLERIA di figure simboliche ad uso di pittori e scultori, magnificamente illustrata da Filippo Pistrucci (1782-1859), artista, letterato e patriota risorgimentale, che trascorse parte della sua vita in Inghilterra, ove insegnava italiano all’università. Con la presente opera, illustrata in stile calcografico neoclassico “a puro contorno”, Pistrucci si proponeva di riprendere la famosa Iconologia cinquecentesca di Cesare Ripa, e di modernizzarla. Ciascun volume contiene 120 tavole a piena pagina incise all’acquaforte e terminate all’acquatinta, tutte accompagnate da un testo descrittivo. Come lo stesso Pistrucci sottolinea nella sua prefazione, la colorazione è una componente fondamentale dell’opera in quanto aggiunge significato alla simbologia (ad esempio, l’uso del verde connota l’invidia). I soggetti, spesso ritratti a coppie contrapposte, vanno dall’“Agilità e prigrizia”, all’“Ambizione ed umiltà”, all’“Arroganza e modestia”, alla “Bellezza”. Splendida l’allegoria dell’arroganza, visualizzata come un’imperiosa signora con orecchie d’asino ed un pavone in braccio. L’opera influenzò l’artista inglese Dante Gabriel Rossetti (1828-1882), che ne aveva una copia nella sua collezione ed era amico di Pistrucci. Copia completa di tutte le tavole e in legatura coeva.

(2 volumi)

 

RARE FIRST EDITION OF THIS IMPORTANT AND SPLENDID GALLERY of symbolic figures for the use of painters and sculptors, magnificently illustrated by Filippo Pistrucci, artist, scholar and patriot, who spent part of his life in England, where he taught Italian all 'university.

 

Stima    1.000 / 1.200
Aggiudicazione:  Registrazione
111

(Toscana) REPETTI, Emanuele (1776-1852). Dizionario geografico fisico storico della Toscana contenente la descrizione di tutti i luoghi del Granducato, Ducato di Lucca Garfagnana e Lunigiana. Firenze, presso l'autore e editore coi tipi di A. Tofani [poi] Allegrini e Mazzoni [poi] Mazzoni, 1833-1846.

6 volumi in 4to (233 x 150 mm). Vol. 1: xv [i] 842 [2] pp. e 1 tavola. Vol. 2: [viii] 955 [1] pp. Vol. 3: 710 [2] pp. Vol. 4: 844 [2] pp. Vol. 5: 868 pp. + [2] carte topografiche in rame. Vol. 6: vi [7]-278 [2] pp. + [iv] viii 102 [2] pp. +cvi [ii] pp.+ [1] tavola calcografica incisa da Vincenzo della Bruna su disegno di Carlo Marko (“Veduta del Ponte sull’Arno presso Bocca di Zambra costruito nel 1844 dall’Architetto Ridolfo Castinelli”) + XV tavole genealogiche, alcune più volte ripiegate (assente la IX). Legatura coeva in mezzo marocchino marrone, dorsi lisci con titoli e filetti dorati. Assente, probabilmente ab origine, la IX tavola genealogica, occasionali fioriture, pallide bruniture, una macchia marginale, per il resto buona copia.

 

[SI AGGIUNGE:]

(Toscana) REPETTI, Emanuele. Compendio storico della città di Firenze, sua comunità, diocesi e compartimento fino all’anno 1849, desunto dal Dizionario geografico-fisico-storico della Toscana di Emanuele Repetti. Firenze, dalla Tipografia Tofani a spese dell'autore, 1849.

In 4to (225 148 mm). xxi 440 pp. + una tabella fuori testo su due carte + errata corrige. Legatura coeva in mezzo marocchino marrone, dorsi lisci con titoli e filetti dorati. Minime tracce del tempo.

 

[SI AGGIUNGE:]

(Toscana) SEGATO, Girolamo. Carta geometrica della Toscana accresciuta d’indicazioni ed incisa da Girolamo Segato nell’anno 1844 aumentata e corretta per servir di corredo al Dizionario geografico fisico storico di Em. Repetti. Firenze, 1844.

Carta geografica montata su tela a stacchi (650 x 564 mm).

Interessante insieme, completo della Carta Geometrica “aumentata e corretta per servir di corredo al Dizionario geografico”, e del Compendio pubblicato nel 1849.

 

An interesting collection, complete with Segato’s Map and the Compendium published in 1849. Lacks ab origine one genealogical table.

 

                            

                                                                          

                                                                          

 

Stima    550 / 650
Aggiudicazione:  Registrazione
112

(Botanica – Illustrati 800) VAN HOUTTE, Louis. Flore des serres et des jardins de l’Europe. Gand, Louis Van Houtte, 1845-1880.

23 volumi in 4to (245 x 164 mm), illustrati da ca. 2031 tavole litografiche, di cui la maggior parte a colori, moltissime a doppia pagina e alcune anche ripiegate in 4. Mezza pelle coeva con titoli e decorazioni in oro al dorso. Legature un po’ sciupate (in alcuni casi il dorso è parzialmente staccato), solo una decina di tavole un po’ brunite, le tavole ripiegate in 4 presentano un piccolo strappo al centro della piegatura, veline fiorite, per il resto tavole splendide ed in ottimo stato di conservazione. SPETTACOLARE RIVISTA DI BOTANICA, ILLUSTRATA DA OLTRE 2000 TAVOLE A COLORI stampate magnificamente da Severeyns, Stroobant e De Pannemaeker con le tecniche più all’avanguardia in quegli anni. Le tavole riproducono nel dettaglio soprattutto fiori, ma anche piante, alberi, foglie, cactus, piante marine, paesaggi esotici e frutta (straordinarie le serie dedicate alle pere e all’uva). Il fondatore della rivista, Louis Van Houtte (1810-1876) fu un orticultore, botanico ed esploratore olandese. Le tavole riproducono un’infinita varietà di piante che egli coltivava nel suo vivaio, all’epoca uno dei più vasti in Europa. Molte specie provenivano da zone esotiche come le Ande e l’Himalaya, o altri luoghi dove Van Houtte si recò per trovare nuovi tipi di palme, orchidee ed altre ricercate piante. Il volume 22, pubblicato all’indomani della morte di Van Houtte, si apre con un suo ritratto litografico e 34 pagine dedicate alla sua vita, seguite da omaggi vari e dal progetto di una statua da erigergli a Gand. Il monumento compare in antiporta al ventitreesimo ed ultimo volume, con lista dei numerosi sottoscrittori e descrizione della sua realizzazione ed inaugurazione.

 

EXTRAORDINARY BOTANICAL PERIODICAL ILLUSTRATED WITH OVER 2.000 COLOUR PLATES magnificently printed by Severeyns, Stroobant and De Pannemaeker with the most advanced techniques of those years.

 

 

 

Stima    6.000 / 8.000
113

(Futurismo – Aeropittura) BELLANOVA, Piero. Bombardata Napoli canta. Aeropoema futurista preceduto da un aeropoema-collaudo del poeta Marinetti. Copertina di E. Prampolini. Quattro tavole fuori testo di Prampolini, Benedetta, Dottori, Crali. Roma, Edizioni futuriste di “Poesia”, (1943).

In 8vo (214 x 154 mm). 117 [3] pp. [4] tavole. Bellissimo frontespizio con aeroplano stilizzato. Brossura editoriale illustrata (ingiallita e sciupata lungo i margini e al dorso – senza perdite di testo); pagine uniformemente ingiallite ma per il resto copia ben conservata, considerandone la fragilità.

DEDICA AUTOGRAFA DI BELLANOVA “Alla signora Stefanini ai suoi occhi di giaguaro irrequieti con viva e sentita simpatia. Piero Bellanova. Art Club 19 dicembre 1945.” RARA raccolta di splendide poesie futuriste. “Gioia / L’Universo / è un dinamismo / d’atomi innamorati / Un bocciolo di rosa / esplode schegge colorate / e profumi tenerissimi / Urlano i motori / nel desiderio / di mordere le stelle / Proiettare nell’azzurro / triangoli d’anima / per creare / spazi sonori / e architetture musicali. Voglio gridare ITALIA / col petto squarciato da una bomba / e poi ballare pazzamente / sulla raggiera del sole / per r a r e f a r m i / nell’I N F I N I T O”

 

RARE collection of beautiful futurist poems. Copy with Bellanova’s autograph dedication.

                       

                                                                          

                                                                          

Stima    350 / 450
114
Stima    350 / 450
Aggiudicazione:  Registrazione
115
Stima    200 / 300
116

(Futurismo) DEPERO, Fortunato. Lettera autografa a Rodolfo De Angelis, datata “Rovereto 9 dicembre 1932”

Una pagina in 4to (275 x 226 mm). Inchiostro scuro, 23 righe di testo. Depero chiede a De Angelis “un tuo geniale articolo su “Jazz”. Lo illustrerò io come si deve.” Chiede inoltre una foto personale di De Angelis, con dedica al giornale illustrato “Dinamo Futurista”, e scrive che tornerà a breve a Milano. Si congeda rammentando “il profumo del tuo deliziosissimo pranzo” e domandando “E i dichi? E lo scambio?” Conclude “Ti abbraccio tuo Depero”. Carta un po’ ingiallita e sciupata lungo un lato, ma nel complesso stato di conservazione molto buono. Rodolfo De Angelis (1893-1965) è stato un attore, cantautore, poeta, pianista, compositore e pittore italiano, autore di canzoni ed esponente di rilievo del teatro di varietà. Avvicinatosi al Futurismo, nel 1921 collaborò con Filippo Tommaso Marinetti alla redazione del manifesto del Teatro della Sorpresa (11 ottobre) e costituì dapprima la Compagnia del Teatro della Sorpresa Rodolfo De Angelis, che debuttò al Teatro Mercadante di Napoli quello stesso anno, poi, l’anno successivo, il Nuovo Teatro Futurista, che fra l’altro si avvalse, per le scenografie, della collaborazione di Fortunato Depero ed Enrico Prampolini.

 

Autograph letter by Depero to Rodolfo De Angelis, Italian actor, songwriter, poet, pianist, composer and painter, songwriter and prominent exponent of the variety theatre. He approached Futurism in 1921.

 

                          

                                                                          

                                                                          

Stima    300 / 500
120
Stima    300 / 500
Aggiudicazione:  Registrazione
91 - 120  di 445