Reperti Archeologici

Reperti  Archeologici

Asta

Firenze
Palazzo Ramirez Montalvo
Borgo degli Albizi, 26

17 DICEMBRE 2013

Esposizione

FIRENZE
dal 12 al 15 dicembre 2013
orario 10.00 - 13.00 / 14.00 - 19.00
Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
info@pandolfini.it

Tutte le categorie

Visualizzazione tipo lista
Visualizzazione tipo griglia
1 - 30  di 282 LOTTI
201312170101700.jpg
17
Dinos etrusco corinzio
Materia e tecnica: argilla rosata; vernice nera lucente; suddipinture in bianco e paonazzo, dettagli resi a graffito, modellato al tornio veloce, orlo appiattito a tesa, distinto dal corpo ovoide, fondo convesso
Decorazione: sulla tesa serie di cigni stanti e volti a destra con le ali sollevate e suddipinti in bianco, alla base del collo linguette, corpo decorato da cinque registri sovrapposti, nel primo dall’alto: coppia di pantere affrontate con corpo allungato e ocellato con una zampa anteriore alzata, muso frontale, separate da una rosetta; dalla parte opposta, coppia di sfinge alate affrontate con la zampa anteriore sollevata le ali volte all’indietro e arricciate, ai lati di una palmetta aperta a ventaglio sopra un fior di loto con girali vegetali, fra le due coppie catena di palmette e fiori di loto contrapposti; nelle fasce sottostanti teorie di leoni, pantere, sfingi, sirene, cigni, caprioli e cinghiali gradienti sia a destra che a sinistra; nell’ultima fascia, catena di palmette a ventaglio e fiori di loto contrapposti.
Stato di conservazione: ricomposto da frammenti e integrato
Produzione: ceramica etrusco corinzia
Misure: alt. cm 24,a, diam. bocca cm 21,5
Datazione: inizi VI sec. a.C.
Cfr.: La ceramica degli etruschi, a cura di M. Martelli, Novara 1987
 
Il dinos è completo di un sostegno tornito a balaustro di alt. cm 33 eseguito in epoca posteriore e decorato in maniera analoga alla superficie del vaso. Il sostegno è ricomposto
Stima   2.000 / 3.000
Aggiudicazione:  Registrazione
201312170101800.jpg
18
Stima   7.000 / 8.000
201312170102000.jpg
20
Stima   9.000 / 12.000
Aggiudicazione:  Registrazione
201312170102200.jpg
22
Oinochoe trilobata e due piatti etrusco corinzi
Materia e tecnica: argilla figulina camoscio; vernice bruna e rossa, suddipinture in bianco e paonazzo; modellati a tornio veloce
Oinochoe con bocca trilobata; alto collo cilindrico svasato in alto, distinto, corpo ovoide compresso, piede troncoconico; ansa a nastro, sormontante, impostata verticalmente sul labbro e sulla spalla; piatti con orlo rientrante ingrossato, vasca troncoconica poco profonda, piede ad anello; anse a bastoncello pizzicato, impostate orizzontalmente sul labbro (3)
Decorazione: A) bocca risparmiata, collo ed esterno dell’ansa verniciati; alla base del collo fila di puntini in bianco e fascia paonazza, sulla spalla, risparmiata, gruppi di linguette, sul ventre due fasce in bruno, fra linee suddipinte in paonazzo, segue una fascia risparmiata, fondo del vaso ed esterno del piede verniciato in bruno, fondo interno del piede risparmiato; B) labbro verniciato, interno della vasca con fascia sotto al bordo e cerchi concentrici al centro; C) orlo interno verniciato, due serie di filetti circolari che includono una serie di puntini a due terzi della vasca e tre cerchi concentrici in vernice più e meno diluita al centro; sulle anse tratti obliqui
Produzione: ceramica etrusca meridionale
Stato di conservazione: A) integra, incrostata; B,C) ricomposti da frammenti con alcune lacune
Dimensioni: alt. cm 21,2; cm 4,8 e cm 5; diam. cm 23,5 e 24
Datazione: fine VII - prima metà VI sec. a.C.
Cfr.: E. Pellegrini, La necropoli di Poggio Buco, Firenze 1989, pp. 103-104, nn. 328-329, tav. LXXI; La Collezione Ciacci nel Museo Archeologico di Grosseto, a cura di L. Donati e M. Michelucci, p. 64 n. 111
 
Lotto dichiarato di interesse archeologico particolarmente importante ai sensi del D. Lgs. 29/10/99 con D.D.R del 13/09/2000
Stima   700 / 1.000
 Quattro vasi del Gruppo ad Archetti Intrecciati
23
Quattro vasi del Gruppo ad Archetti Intrecciati
Materia e tecnica: argilla figulina camoscio; vernice bruna e rossa, suddipinture in bianco e paonazzo; decorazione a graffito, modellati a tornio veloce
Due anfore con bocca rotonda, orlo obliquo esternamente e decorato con solcature in rilievo; ampio collo cilindrico svasato in alto, distinto mediante una solcatura, corpo ovoide, piede a disco; anse a nastro impostate verticalmente sul labbro e sulla spalla, due grandi olpai con bocca rotonda, alto collo cilindrico svasato in alto, distinto, corpo ovoide, piede a disco; ansa a nastro impostata verticalmente sul labbro e sulla spalla e decorata con due piccole rotelle laterali nel punto di attacco alla bocca del vaso (4)
Decorazione: A) interno della bocca risparmiato, orlo, collo e parte esterna dell’ansa verniciati; alla base del collo linea a tremolo in bianco e spessa linea paonazza; sulla spalla, risparmiata, gruppi di linguette; sul ventre ampia fascia in bruno con archetti intrecciati, fra linee suddipinte in bianco e paonazzo, parte inferiore del vaso risparmiata, con una fascetta in bruno ed infine la base del vaso e l’esterno del piede verniciati in bruno, fondo interno del piede risparmiato; B) interno della bocca, collo e parte esterna dell’ansa verniciati; alla base del collo linea a tremolo in bianco, spessa linea paonazza, fila di puntini in bianco; sulla spalla, risparmiata, gruppi di linguette, alternati a rosette a punti; sul ventre due ampie fasce in rosso con archetti intrecciati, fra puntini e linee suddipinte in bianco e paonazzo, separate da una fascia paonazza con linee bianche ai bordi; parte inferiore del vaso risparmiata, con una fascetta paonazza fra linee bianche; la base del vaso e l’esterno del piede verniciati in bruno, fondo interno del piede risparmiato; C) interno della bocca, collo e parte esterna dell’ansa verniciati; alla base del collo fila di piccoli punti suddipinti in bianco; sulla spalla, risparmiata, gruppi di linguette, sul ventre due ampie fasce in rosso con archetti intrecciati, fra due linee suddipinte in bianco e paonazzo, segue una fascia risparmiata ed infine la base del vaso e l’esterno del piede verniciati in bruno, fondo interno del piede risparmiato; D) interno della bocca, collo e ansa verniciati; sulla spalla, risparmiata, gruppi di linguette, sul ventre due ampie fasce in bruno con archetti intrecciati e campiti ciascuno con un punto in bianco, fra due linee suddipinte in bianco e paonazzo, segue una fascia risparmiata con gruppi di linguette, esterno del piede verniciato in bruno, fondo interno del piede risparmiato
Produzione: ceramica etrusca meridionale, Gruppo ad Archetti Intrecciati
Stato di conservazione: due integri, due ricomposti da frammenti, vernice in parte evanide
Dimensioni: alt. cm 31,4, cm 35,8, cm 29,5, cm 20,2 diam. bocca cm 17,5, cm 18,1, cm 16,1 e cm 12,3
Datazione: fine VII - inizi VI sec. a.C.
Cfr.: E. Pellegrini, La necropoli di Poggio Buco, Firenze 1989, pp. 102-103, nn. 324, tav. LXX
 
Lotto dichiarato di interesse archeologico particolarmente importante ai sensi del D. Lgs. 490 del 29/10/99 con D.D.R del 17/04/2001
Stima   2.500 / 3.500
Aggiudicazione:  Registrazione
1 - 30  di 282 LOTTI