Gioielli e Orologi, le aste preziose di Pandolfini

Doppio appuntamento, il 29 e il 30 novembre a Firenze, con i cataloghi dedicati a segnatempo e gioielleria di lusso


L’alta orologeria e gioielleria tornano protagoniste della doppia asta autunnale di Pandolfini in programma il 29 e il 30 novembre a Firenze, nella storica sede di Palazzo Ramirez Montalvo. I due cataloghi dedicati ai Gioielli e agli Orologi da polso e da tasca, curati dal capo dipartimento Cesare Bianchi insieme ad esperti del settore e alla Casa d’Aste, propongono una selezione particolarmente variegata in termini di tipologia e stile.

Una prerogativa di Pandolfini, che per le aste dei suoi due dipartimenti di punta – come dimostrano i grandi risultati e i record raggiunti da alcune aggiudicazioni negli ultimi anni – propone a collezionisti e appassionati un’ampia selezione di grande pregio, in grado di soddisfare con accuratezza i gusti e le esigenze di tutti.

Ad aprire la doppia giornata di aste sono i Gioielli, il 29 novembre, tra cui spiccano numerosi preziosi firmati dalle più grandi Maison. È il caso del bracciale Tulle di Buccellati in argento e oro, realizzato a maglia tessita e impreziosito da diamanti taglio rosa e vecchio. Risultato della sapiente e innovativa lavorazione dell’oro – ideata dal fondatore Mario Buccellati, che si ispirava all’architettura gotica, ai merletti veneziani e alle meraviglie della natura – il bracciale in asta è un capolavoro di alta gioielleria, che meglio rappresenta il marchio italiano.

Di grande valore anche il bracciale Bulgari Serpenti Viper in oro bianco e pavè di diamanti, la cui forma è ormai simbolo della Maison nell’immaginario comune.

Tra i gioielli firmati in catalogo, inoltre, una collana a catena con pietre di colore e diamanti di Mauboussin, e il bracciale Twist di Van Cleef & Arpels, composto da una maglia tessita in oro giallo intrecciata ad un filo di perle. 

Protagonista assoluta dell’asta, senza dubbio, è una lunga collana a maglie concatenate in oro bianco con uno smeraldo inciso di 45 carati, da cui parte un pendente impreziosito da diamanti taglio brillante. Ad affiancarla, un’altra collana in oro bianco cosparsa di diamanti taglio brillante e navette, con la parte pendente impreziosita da uno smeraldo taglio a goccia.

Tra i lotti dedicati alle pietre colorate, poi, va all’incanto uno splendido anello a fascia traforata in oro giallo e diamanti, al cui centro è posizionato un rubino birmano taglio ovale e un anello in oro platino con zaffiro birmano taglio rotondo circondato da diamanti taglio brillante e baguette.

Si distingue, infine, un anello in oro bianco con un grande smeraldo colombiano "minor enhancement" taglio ottagonale, circondato da diamanti taglio baguette e brillante.

Prosegue il doppio appuntamento, il 30 novembre, con l’asta dedicata agli Orologi, che vede, al centro, le più prestigiose marche di segnatempo ricercate in tutto il mondo, da Rolex a Patek Philippe e Cartier.

Il catalogo di novembre, in particolare, vanta un’incredibile e variegata collezione di Rolex Daytona, in acciaio, in oro 18kt, dai quadranti madreperla. Non mancano i classici Datejust in oro e in acciaio a completare il novero dei vari modelli di Rolex proposti, sia eleganti che sportivi. Vari anche i Submariner recenti, dall’Hulk, al Kermit ghiera verde, al più prezioso in oro giallo 18kt. Completano la proposta anche variati svariati Gmt Master, dalla ghiera Pepsi, Coke e Batman, per finire con due bellissimi Milgauss nelle due varianti vetro bianco e vetro verde. 

Si prosegue con Patek Philippe, di cui vediamo all’incanto due meravigliosi esemplari di Nautilus in acciaio, un 3700 e un 5712 completi di corredo. Per quanto riguarda il vintage di Patek si annovera un bellissimo e raro Patek Philippe Tonneau in oro giallo. Presente anche Cartier con i modelli intramontabili della Maison, tra cui emerge, in questa selezione, uno splendido esemplare di Cartier Tank Cintree in oro giallo degli anni ’20.

I lotti preziosi, prima di andare all’asta, saranno in esposizione dal 16 al 19 novembre nella sede di Milano in via Manzoni 45, e dal 25 al 28 novembre a Firenze, a Palazzo Ramirez Montalvo.