ARCADE | DIPINTI DEL XIX E XX SECOLO

12 OTTOBRE 2022

ARCADE | DIPINTI DEL XIX E XX SECOLO

Asta, 1161

FIRENZE
Palazzo Ramirez-Montalvo
Lotti 222-354 ore 16:30


Esposizione
FIRENZE
Sabato 8 ottobre  2022   10-18
Domenica  9 ottobre 2022   10-13
Lunedì  10 ottobre 2022   10-18
Martedì 11 ottobre 2022 10-18

 
 
 
Stima   500 € - 18000 €

Tutte le categorie

31 - 60  di 131
253

Alessandro Lupo

(Torino 1876 - 1953)

POLLI E CAMOMILLA

olio su tela, cm 113x65

firmato in basso a destra

retro del telaio cartiglio iscritto "Polli e camomilla 1870"

 

CHICKENS AND CHAMOMILE

oil on canvas, 113x65 cm

signed lower right

on the reverse of the framework label inscribed "Polli e camomilla 1870"

 

Il dipinto che abbiamo il piacere di presentare è una delle numerose scene di vita quotidiana che Lupo realizza a partire dagli anni Venti, insieme ad un’ampia selezione di paesaggi e composizioni con animali, che ottengono fin da subito il consenso del pubblico e della critica. Ne è un esempio la grande tela con il Mercato di Chivasso, presentata alla personale di Lupo tenutasi alla Galleria Scopinich di Milano nel 1929. Alessandro Lupo è uno dei maggiori esponenti del naturalismo piemontese del secondo Ottocento, grazie anche alla guida di Vittorio Cavalleri. Le sue scene di mercato, replicate in innumerevoli varianti, sono ambientate a Verona, Chivasso, Torino, Venezia. I suoi dipinti sono caratterizzati da un vivace contrasto chiaroscurale e da un cromatismo ricco e brillante, la pennellata è rapida e ricca di materia. L’artista illustra episodi semplici della quotidianità, come il dipinto in asta, che ritrae una scena di vita popolare al mercato, in cui è ritratta in primo piano una donna che porta in una mano fiori di camomilla, un pollo nell’altra. Nel 1933 in una mostra presso la Galleria Bottega d’Arte di Livorno presenta al pubblico un centinaio dei suoi dipinti, fra i quali soprattutto i tanto amati “Mercati” che grazie alla piacevolezza del tema e al gusto pienamente ottocentesco, riscuotono grande successo e fortuna.

 

Stima 
  6.000 / 10.000
259

Eduardo Tofano

(Napoli 1838 - Roma 1920)

IL VENTAGLIO ROSSO

olio su tela, cm 33x25,5

firmato in basso a sinistra

 

THE RED FAN

oil on canvas, 33x25.5 cm

signed lower left

 

Provenienza:

Galleria arte 121, Torino

Collezione privata

 

Dopo aver abbandonato la pittura di storia, a partire dal suo viaggio a Parigi nel 1875, Edoardo Tofano si dedica completamente a soggetti di genere legati alla vita borghese di fin de siècle. Eleganti e raffinate rappresentazioni di passatempi mondani, ritratti di donne riccamente abbigliate e colte in momenti di spensieratezza. Con i suoi dipinti mondani dai colori tenui, partecipa più volte ai Salons parigini. Nella tela che presentiamo in questa vendita  predominano i toni del rosa e le diverse sfumature del giallo, ma è il rosso del ventaglio che spicca, il rosso dietro il quale si affaccia il sorriso malizioso della giovine donna. Sono questi gli anni in cui si consolida il ruolo della donna come protagonista della società anche al di fuori delle mura domestiche, attenta ai dettami imposti dalla moda e alla propria immagine, ed Edoardo Tofano è uno degli migliori interpreti di questa nuova espressione della mondanità. L’artista definisce l’abbigliamento femminile con cura di dettaglio, soffermandosi spesso, come in questo caso, sull’elemento del ventaglio, accessorio raffinato che nell’Ottocento era un elemento simbolo della società borghese, messaggero di vere e proprie comunicazioni cifrate tramite un linguaggio segreto in cui ogni gesto aveva il suo significato.

 

Stima    2.500 / 3.500
Aggiudicazione:  Registrazione
31 - 60  di 131