LIBRI, MANOSCRITTI E AUTOGRAFI

LIBRI, MANOSCRITTI E AUTOGRAFI

Asta

FIRENZE
Palazzo Ramirez - Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
15 APRILE 2021
Ore 15.00 - lotti 401-594

Per questa vendita non sarà possibile partecipare in sala ma esclusivamente attraverso offerte scritte, telefoniche o la piattaforma PANDOLFINI LIVE.

Esposizione

In relazione all’evoluzione dell’emergenza sanitaria in corso, l’accesso all’esposizione sarà possibile solo su appuntamento.

Contatti:

info@pandolfini.it

+39 055 2340888

Per i lotti contrassegnati con * ricordiamo di fare riferimento al punto 16 delle Condizioni Generali di Vendita.
 
 
 
Stima   100 € - 15000 €

Tutte le categorie

Visualizzazione tipo lista
Visualizzazione tipo griglia
31 - 60  di 194
12019008135.jpg

(Firenze) BRUNI, Leonardo. Prohemio di Donato Acciaioli nella Historia fiorentina tradocta per lui in vulgare. (Impresso a Vinegia perlo diligente huomo maestro Iacomo de Rossi di natione Gallo, 1476 a di xii di Febraio). [Venezia, Giacomo De Rossi, 12 febbraio 1476].

[RILEGATO CON:]

(Firenze) BRACCIOLINI, Poggio. Prohemio di Iacopo dimesser Poggio allo illustrissimo signor Federico da Montefeltro conte durbino nella Historia fiorentina dimesser Poggio suo padre et tradoctadalui dilatino inlingua fiorentina. (Impresso Auinegia per lhuomo di optimoingegnio Maestro Iacopo de rossi di natione gallo, 1476 a octo di marzo). [Venezia, Giacomo De Rossi, 8 marzo 1476].

In folio (310 x 220 mm). In apertura, fascicolo di [20] carte, di cui 4 manoscritte in antica grafia con l’indice della Historia del Bruni. Bruni: [217 (di 218)] carte, assente la prima bianca. Segnatura: a-k10 (senza a1 bianca) kk6 l-p10 q12 r-x10. Frontespizio danneggiato e restaurato con lacune ai margini; primo fascicolo con restauri alla parte superiore, in tre casi con lacuna supplita in manoscritto; altre tracce del tempo, numerosi marginalia coevi, ultimo fascicolo sciolto. Bracciolini: [116] carte. Segnatura: a10 b-c8 d-h10 i-k6 l-m10 n8. Frontespizio fiorito e altre fioriture e pallide macchie marginali, sciolto dalla legatura. Pergamena antica con titolo manoscritto al dorso, un po’ stanca, parzialmente staccata dal testo. Esemplare sciupato (particolarmente al primo fascicolo del Bruni), ma, ad eccezione della prima bianca del Bruni, completo.

                     EDITIO PRINCEPS DEL BRUNI E PRIMA EDIZIONE DEL BRACCIOLINI, due capisaldi della storiografia fiorentina. Il Bruni (1370-1444), in 12 libri, parte dalle origini di Firenze e arriva al 1404; il Bracciolini (1380-1459) ripercorre invece il periodo dal 1350 al 1455. Gli 8 libri del Bracciolini “si distinguono dall’opera analoga del Bruni quasi soltanto per le più esplicite ambizioni letterarie.” (Treccani)

 

Bruni: Goff B1247. IGI 2202. BMC V 215. GW 5612. ISTC ib01247000.

Bracciolini: Goff P873. BMC V 215. GW M34604. ISTC ip00873000.

 

EDITIO PRINCEPS OF BRUNI AND FIRST EDITION OF BRACCIOLINI, two cornerstones of Florentine historiography. Volume opens with index of Bruni manuscript by a later hand. Bruni (1370-1444), in 12 books, starts from the origins of Florence and reaches 1404; Bracciolini (1380-1459) covers the period from 1350 to 1455. Lacks blank a1 in Bruni and has first quire in Bracciolini with restorations and loss of text. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    2.500 / 3.000
12020003000.jpg

(Religiosi - Teologia - Filosofia - Piemonte) RAINERIUS DE PISIS. Pantheologia, sive Summa universae theologiae. (Impressum venetijs impensis Hermanni Liechtensteyn Coloniensis, 1486 pridie Jdus Septembris [12.IX]).

2 volumi in folio (310 x 214 mm). Vol. 1: segnatura: π6 π4 π6 a10 b-x8 y6 z8 [&]8 2a-2l8 2m-2n6 (ultima bianca): cartulazione: 291 [1] carte. Vol. 2: segnatura: π8 ²π6 ³π8 A-2N8 2O-2P6: cartulazione: [22] 300 carte. Testo in gotico su due colonne ornato da iniziali grandi e piccole miniate in rosso. Pergamena moderna con titolo manoscritto ai dorsi in carattere gotico. Fascicoli iniziali con breve galleria di tarlo e con pallida macchia d’unto, macchia scura al taglio delle prime 50 carte e altre occasionali gore e macchie (ma pallide e nel complesso trascurabili), galleria di tarlo al margine interno degli ultimi fascicoli del secondo volume, ma nel complesso buona copia.

                     UNICA EDIZIONE INCUNABOLA ITALIANA della più antica enciclopedia teologica, pubblicata per la prima volta a Norimberga nel 1473. Sebbene il domenicano Rainerius de Pisis (m. ca. 1348/51) fosse italiano, le prime cinque delle sei edizioni del XV secolo vennero stampate in Germania. La presente fu impressa da Hermann Liechtenstein, tipografo originario di Colonia attivo a Vicenza, Treviso ed infine a Venezia, dove stampò fino al 1494, anno della sua morte. Le oltre 600 carte (più di 1200 pagine) analizzano in ordine alfabetico tematiche di interesse teologico e filosofico come amicizia, amore, angeli, anima, battesimo, beatitudine, il bello, il buono, il coito coniugale, la divinazione, eucarestia, fede, fortuna, gaudio, libero arbitrio, miracoli, Padre Nostro, peccato, penitenza, predestinazione, profezie, religione, sacerdoti, volontà, zelo e molto altro. La presente copia, oltre ad essere gradevolmente decorata da iniziali e segni di paragrafo miniati in rosso su tutte le carte di entrambi i volumi, è di particolare interesse in quanto reca in calce a π1 e ad a3 nel primo volume una scritta in grafia presumibilmente coeva che specifica che essa fu donata al convento domenicano di San Vincenzo di Garessio (in Piemonte) dal venerabile padre Bernardo di Garessio, predicatore dello stesso ordine.

 

ONLY ITALIAN INCUNABLE EDITION of the oldest theological encyclopaedia, first published in Nuremberg in 1473. This copy, in addition to being pleasantly decorated with initials and paragraph signs illuminated in red on all the leaves of both volumes, is of particular interest as it bears at the bottom of π1 and a3 in the first volume an inscription presumably contemporary which specifies that the book was donated to the Dominican convent of San Vincenzo of Garessio (in Piedmont) by the venerable father Bernardo of Garessio, a preacher of the same order. Collated complete but with a few faults. Detailed description and additional images upon request.

 

Goff R10. HC 13019*. BMC V 357. GW M36944. ISTC ir00010000.

 

(2 volumi)

«RTF to HTML .Net»
Stima    1.800 / 2.200
12020002244.jpg

(Religiosi - Libro d’ore - Illustrati 500) Hore diue virginis Marie sec[un]d[u]m verum vsum Roma/num cum aliis multis folio sequenti notatis: characte/ribus suis diligentius impresse Per Thielma[n]nu[m] Keruer. ([Impressu[m] Parisiis] Anno d[omi]ni Millesimo q[ui]nge[n]tesimotertio tertio kale[n]das Augusti Opera Thielma[n]ni keruer). Parigi, Kerver, 1503.

In 8vo (162 x 105 mm). Segnatura: A-N8 (ma assenti C1, D5, E5, K8). Paginazione: [100] di [104] carte. 14 (di 18) illustrazioni a piena pagina, finemente miniate in oro e a colori da una mano coeva. L’immagine che raffigura l’uomo anatomico alla carta A1v è stata censurata da un pannello rettangolare miniato in rosso scuro e decorato da un motivo geometrico/floreale in oro. Grande marca tipografica al frontespizio con resti di stemma coronato miniato al centro (sopra allo stemma Kerver), e con iniziali “P. M.” miniate al margine inferiore; titolo in inchiostro rosso. Segue alla carta successiva l’indice, in cui l’almanacco viene indicato come valido “usque ad annum MCCCCCxx”. Tutte le pagine di testo sono riquadrate da bordure squisitamente istoriate con animali e personaggi fantastici, e con centinaia di scene tratte dall’Antico e Nuovo Testamento ma anche qualche scena di caccia e altre immagini di vita quotidiana. Il testo è in carattere tondo stampato in rosso e nero e decorato da numerosissime iniziali miniate in oro su fondo rosso o blu, alcune grandi poco meno di 1cm, altre più piccole. Legatura settecentesca in mezzo vitellino, dorso liscio con tassello in marocchino rosso con titolo in oro “Officium B.M.V.” (piccola porzione laterale abrasa) e con motivo floreale agli altri scomparti, iniziali “F.M.” in oro al centro dei piatti. Tracce d’uso alla legatura, al frontespizio e al margine inferiore di altre carte, ma nel complesso copia ben conservata.

                     RARO LIBRO D’ORE STAMPATO SU PERGAMENA E FINEMENTE MINIATO IN ORO E A COLORI. La coloritura interessa le 14 illustrazioni a piena pagina, che rappresentano: il martirio di San Giovanni Evangelista, il bacio di Giuda, l’albero di Jesse, la Visitazione, l’Annuncio ai Pastori, l’Adorazione dei Magi, la Presentazione al Tempio, l’Incoronazione della Vergine, Betsabea al bagno, il Trionfo della Morte, la Crocifissione, la discesa dello Spirito Santo sulla Vergine e sugli Apostoli, la Trinità, e Cristo con gli Strumenti della Passione. Sono state asportate le illustrazioni che rappresentano l’Annunciazione (C1r), la Natività (D5r), la Fuga in Egitto (E5r) e l’Assunzione (K8r), come dimostrato dalla visione della copia digitalizzata dalla Biblioteca pubblica di Lione. Thielman Kerver nacque a Coblentz, in Germania, ma si è trasferì a Parigi per lavorare come libraio al Pont Saint-Michel sotto il segno dell’unicorno, che è raffigurato sulla sua marca. Nel 1497, stampò il primo di una lunga serie di libri d’ore realizzati con grande perizia e raffinatezza. Le copie in fine coloritura coeva sono rare e ricercate.

 

RARE BOOK OF HOURS PRINTED ON VELLUM AND FINELY ILLUMINATED IN GOLD AND COLOUR. Lacks 4 leaves with illustrations of Annunciation, Nativity, Flight into Egypt, Assumption. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    4.500 / 6.500
12020002247.jpg
Stima    800 / 1.000
12020005901.jpg

(Illustrati 500) OVIDIUS NASO, Publius. P. Ouidii Nasonis Fastorum. (Impressum Venetiis, Ioannis Tacuini de Tridino, 1508. die. iiii Iunii).

In folio (295 x 207 mm). [xii] cxcix [i] carte. Frontespizio con grande vignetta xilografica raffigurante gli autori (Ovidio tra Antonio Costanzo e Paolo Marso) e vignetta più piccola con San Giovanni; incipit decorato da bella cornice floreale xilografica, vignetta e iniziali xilografiche; 5 vignette xilografiche nel corpo del testo con grandi iniziali figurate; marca tipografica in fine. Testo circondato da commento in caratteri più piccoli. Pergamena antica con titolo manoscritto al dorso. Legatura sciupata, frontespizio difettoso al margine inferiore (gora e strappi con perdita di margine), gora al margine inferiore delle carte successive, occasionali fioriture, numerose fini gallerie di tarlo al margine interno.

                     Edizione d’inizio Cinquecento dei Fasti di Ovidio, di cui l’autore completò solo sei dei dodici libri programmati, prima di cadere in disgrazia presso Augusto ed essere relegato sul Mar Nero. In esso, Ovidio descrive i riti e festività degli antichi romani. Graziose illustrazioni xilografiche.

 

Early 16th century edition of Ovid’s Fasti, of which the author completed only six of the twelve scheduled books, before falling out of favour with Augustus and being relegated to the Black Sea. In it, Ovid describes the rites and festivals of the ancient Romans. Defective title-page and other faults. Nice woodcut illustrations. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    400 / 500
12020002256.jpg

(Religiosi - Illustrati 500) CATERINA DA SIENA. Dialogo de la seraphica uergine sancta catharina da siena: el qual profondissimamente tracta de la diuina prouidentia: de quasi tuti li peccati mortali & de molte altre stupende: & marauegliose cose. (Impresso in Venetia per Cesaro arriuabeno uenitiano … 1517 a di quatro nouembrio).

In 8vo (155 x 105 mm). [xxxii] clxvii [i.e. 213] [15] carte. Grande xilografia al frontespizio con ritratto della Santa, graziose iniziali xilografiche, grande marca tipografica in fine. Bella legatura moderna in marocchino nocciola, dorso a nervi con titolo e filetti dorati. Restauri marginali alle prime e ultima carte, e alla carta F1, con piccole perdite di testo alle carte finali, qualche pallida macchia, per il resto buona copia.

                     Pregevole edizione di questo capolavoro della letteratura mistica medievale e della prosa italiana del XIV secolo. “Caterina dettò il Dialogo della Divina Provvidenza (noto anche come Libro della Divina Dottrina) in volgare ai suoi discepoli Neri Pagliaresi, Stefano Maconi e Barduccio Canigiani nell’autunno del 1378. […] Caterina considerava il Dialogo il suo testamento spirituale […] Cristofano di Gano Guidini, Stefano Maconi e Raimondo da Capua lo tradussero dal volgare in latino. L’editio princeps in italiano del Dialogo fu pubblicata a Bologna nel 1472 dal tipografo Baldassare Azzoguidi. Il Dialogo fu uno dei primi libri a stampa pubblicati in Italia, accanto ai grandi classici dell’antichità e fu ristampato molte volte negli anni successivi. Ne furono realizzate anche traduzioni in francese (la prima pubblicata a Parigi nel 1580), inglese (Londra, 1519), tedesco (Bamberga, 1761) e spagnolo (Ávila, 1925).” (Wikipedia) Sander 1818. Essling 739.

 

Fine edition of this masterpiece of medieval mystical literature and 14th century Italian prose. Marginal restorations to the first and last ll. with a few losses to the last ll. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    600 / 700
12020008843.jpg
Stima    400 / 500
12020005896.jpg
12020002259.jpg
12020008822.jpg

(Botanica - Spezie - Cucina - Illustrati 500) ACOSTA, Cristóbal. Trattato di Christoforo Acosta africano medico, & chirurgo della historia, natura, et virtu delle droghe medicinali, & altri semplici rarissimi, che vengono portati dalle Indie orientali in Europa, con le figure delle piante ritratte, & disegnate dal viuo poste à luoghi proprij. Nuouamente recato dalla spagnuola nella nostra lingua. In Venetia, Francesco Ziletti, 1585.

In 4to (230 x 170 mm). [lii] 342 pp. Bianca la carta f4. 47 xilografie a piena pagina comprese nel testo, marca tipografica al frontespizio, iniziali e fregi xilografici. Pergamena flessibile coeva con titolo manoscritto al dorso, e con laccetti di cuoio moderni. Frontespizio con lievi tracce d’uso, pallide gore e macchie occasionali (due macchie più marcate alle ultime quattro carte), ma nel complesso copia molto buona.

                     PRIMA EDIZIONE ITALIANA di questo trattato pubblicato per la prima volta in spagnolo a Burgos, nel 1578. L’opera illustra le proprietà di varie piante esotiche come cannella, pepe nero, chiodi di garofano, noce moscata, tamarindo, datura, sandalo, aloe, ambra, anacardo, zafferano, canfora, cardamomo, oppio, e molte altre, riprodotte in xilografie a piena pagina da disegni originali dell’autore. Termina il libro il “Trattato dell’elefante et delle sua qualità”, anch’esso illustrato da due belle xilografie che ritraggono elefanti indiani.

 

FIRST ITALIAN EDITION of this treatise published for the first time in Spanish in Burgos, in 1578. The work illustrates the properties of various exotic plants such as cinnamon, black pepper, cloves, nutmeg, tamarind, datura, sandalwood, aloe, amber, cashew, saffron, camphor, cardamom, opium, and many others, reproduced in full page woodcuts from original drawings by the author. The book ends with the “Treatise on the elephant and its qualities”, also illustrated by two beautiful woodcuts that portray Indian elephants. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    1.000 / 1.500
12020008838.jpg
Stima    500 / 600
12020008820.jpg

(Legatura) ATANAGI, Dionigi. Delle lettere facete, et piaceuoli, di diuersi grandi huomini, et chiari ingegni, scritte sopra diuerse materie, raccolte per m. Dionigi Atanagi, libro primo. In Venetia, 1582.

[RILEGATO CON:]

TURCHI, Francesco. Delle lettere facete, et piaceuoli, di diuersi grandi huomini, et chiari ingegni, scritte sopra diuerse materie, raccolte per M. Francesco Turchi, libro secondo. In Venetia, 1575.

In 8vo (155 x 104 mm). [xvi] 384 pp., [xvi] 575 [1] pp. Marche tipografiche ai frontespizi, iniziali e fregi xilografici. Testo in corsivo. Marocchino verde oliva con piatti riquadrati da bella cornice dorata, dorso a nervi con titoli e decorazioni in oro, dentelle a secco, taglio superiore dorato. Grande ex libris moderno “Muriel Press” ed altro più antico ex libris armoriale “Mexborough”. Minime tracce del tempo, per il resto copia molto buona.

                     PRIMA EDIZIONE DEL LIBRO SECONDO, curato da Francesco Turchi, rilegato assieme a seconda edizione del libro primo, curato da Dionigi Atanagi e pubblicato per la prima volta nel 1565. Antologia di arguti carteggi tra i grandi uomini dell’epoca, tra cui Annibal Caro, Anton Francesco Doni, Baldassarre Castiglioni e Paolo Giovio, in bella legatura, dalle collezioni di John Savile, Earl of Mexbourough, e di Muriel Annie Caroline Press, figlia del politico britannico Sir Samuel Hoare.

 

FIRST EDITION OF THE SECOND BOOK, edited by Francesco Turchi, bound together with the second edition of the first book, edited by Dionigi Atanagi and published for the first time in 1565. Anthology of witty correspondence among the great men of the time, including Annibal Caro, Anton Francesco Doni, Baldassarre Castiglioni and Paolo Giovio, in beautiful binding, from the collections of John Savile, Earl of Mexbourough, and Muriel Annie Caroline Press, daughter of the British politician Sir Samuel Hoare. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    300 / 600
12020008833.jpg

(Roma - Urbino - Bibliofilia) BALDI, Bernardino. Versi e prose di monsignor Bernardino Baldi da Vrbino abbate di Guastalla. De i versi. La nautica, L’egloghe miste, I sonetti romani, Le rime, varie, La fauola di Leandro di Museo. Delle prose. Vn dialogo della dignità, L’arciero ouero della felicità del principe dialogo, La descrittione del palazzo d’Vrbino. Cento apologi. In Venetia, appresso Francesco de' Franceschi senese, 1590.

In 4to (209 x 155 mm). [xii] 9-118 [4] 119-614 [2] pp. Errori nella paginazione ma la collazione corrisponde alla segnatura presente su SBN e a quella della copia digitalizzata della Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III di Napoli. Marca tipografica al frontespizio. Iniziali e fregi xilografici. Testo in corsivo. Piena pergamena coeva con titolo manoscritto al dorso. Frontespizio con antica firma di appartenenza, alcune pagine brunite, alcune postille di antica mano, qualche pallida macchia occasionale, ma nel complesso buona copia genuina.

                     PRIMA EDIZIONE dei versi di Bernardino Baldi (1553-1617), matematico e poeta italiano dotato di vasti e diversi interessi. Questa raccolta include un lungo poema sulla Nautica che narra anche di luoghi esotici (Siria, Libano ecc.), una serie di sonetti dedicati a Roma, ed una parte dedicata al Palazzo d’Urbino che include una descrizione della sua “Libreria” e di alcuni libri ivi conservati.

 

FIRST EDITION of the verses by Bernardino Baldi (1553-1617), Italian mathematician and poet with vast and diverse interests. This collection includes a long poem on saling which also tells of exotic places (Syria, Lebanon, etc.), a series of sonnets dedicated to Rome, and a part dedicated to the Palazzo d’Urbino which includes a description of its “Library” and of some books kept there. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    500 / 600
12020008825.jpg

(Medici - Firenze) BARTOLI, Cosimo. Discorsi historici vniuersali, di Cosimo Bartoli gentilhuomo, et accademico fiorentino. (In Venetia, appresso Francesco de Franceschi senese, 1569).

In 4to (232 x 169 mm). [xxiv] 350 [2] pp. Carta 2x4 bianca. Frontespizio calcografico con ampia cornice architettonica contenente figure allegoriche e il ritratto di Cosimo I de’ Medici, inciso da Martino Ruota nel 1568. Ampio ritratto calcografico dell’autore al verso del frontespizio. Belle iniziali xilografiche figurate. Legatura moderna in mezza pergamena con titolo in oro su tassello al dorso. Timbro di Giovanni Checchini e di Galletti. Ritratto dell’autore rifilato, un paio di carte pallidamente brunite e altre leggere tracce del tempo.

                     PRIMA EDIZIONE di questo trattato filosofico di Cosimo Bartoli (1503-1572), umanista, scrittore e filologo italiano che si occupò di svariati argomenti, tra cui agrimensura, geometria, letteratura e storiografia. Viene ricordato per la sua opera di traduzione e divulgazione dei trattati di Leon Battista Alberti. Lavorò sempre al servizio dei Medici, e fu amico di Vasari. Qui disquisisce di sospetto, sdegno, grandezza d’animo, clemenza, paura, invidia, instabilità, fede, avarizia, crudeltà, ambizione, ostinazione, ecc. e anche di soggetti di interesse politico e militare.

 

FIRST EDITION of this philosophical treatise by Cosimo Bartoli (1503-1572), Italian humanist, writer and philologist who always worked in the service of the Medici, and was a friend of Vasari. Here he discusses suspicion, indignation, greatness of mind, clemency, fear, envy, instability, faith, avarice, cruelty, ambition, obstinacy, etc. and also of subjects of political and military interest. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    300 / 500
12020008818.jpg

(Donne letterate) BATTIFERRI AMMANNATI, Laura. Il primo libro dell’opere toscane di M. Laura Battiferra degli Ammannati, alla illustrissima, ed eccellentissima signora, la signora duchessa di Fiorenza, e di Siena. In Firenze, appresso i Giunti, 1560 (Stampato in Firenze nella stamperia de' Giunti, 1560).

[RILEGATO CON:]

BATTIFERRI AMMANNATI, Laura. I sette salmi penitentiali del santissimo profeta Dauit. Tradotti in lingua toscana, da madonna Laura Battiferra degli Ammannati. Con gli argomenti sopra ciascuno di essi, composti dalla medesima; insieme con alcuni suoi sonetti spirituali. In Fiorenza, appresso i Giunti, 1564.

In 4to (206 x 140 mm). [xii] 9-122 [2] pp., 41 [di 43] [9] pp. Primo frontespizio con stemma della dedicataria, iniziali e fregi xilografici, marca tipografica in fine. Pergamena rigida settecentesca con titolo manoscritto al dorso, tagli azzurri. Strappetto marginale a carta A2, rare fioriture. Assente il frontespizio della seconda opera, che ha alcune carte pallidamente brunite, restauri marginali e una piccola macchia bruna al margine interno.

                      DUE PRIME EDIZIONI RILEGATE ASSIEME di opere della poetessa Laura Battiferri (1523-1589), sposa in seconde nozze del famoso architetto e scultore fiorentino Bartolomeo Ammannati, splendidamente ritratta da Agnolo Bronzino con un manoscritto delle sue poesie tra le mani. La prima opera è dedicata alla duchessa Eleonora di Toledo, moglie di Cosimo I de’ Medici, e composta in rime di gusto petrarchesco. Essa “comprende 126 sonetti, 13 madrigali, una traduzione dell’Inno di Sant’Agostino alla gloria del Paradiso (in verità da un testo pseudo-agostiniano) in versi sciolti, una traduzione della quinta Lamentatio di Geremia, col titolo Orazione di Geremia profeta, in terza rima e l’egloga Europa. Il libro ricevette un coro di lodi […] La fama conseguita le aprì le porte dell'Accademia degli Intronati di Siena (col nome accademico di Sgraziata) e, probabilmente, dell'Accademia degli Assorditi di Urbino. Mentre i sonetti del Primo libro appartengono al filone del petrarchismo cinquecentesco, i Sette salmi penitenziali […] s’inseriscono nel nuovo quadro della letteratura della Controriforma.” (Wikipedia) La prima edizione dei Salmi è particolarmente rara.

 

TWO FIRST EDITIONS BOUND TOGETHER of works by the poet Laura Battiferri (1523-1589), second wife of the famous Florentine architect and sculptor Bartolomeo Ammannati. The first edition of the Salmi lacks its frontispiece, but it’s very rare. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    1.000 / 1.500
12020008824.jpg

(Storia dell’arte - Firenze) BORGHINI, Raffaello. Il riposo di Raffaello Borghini in cui della pittura, e della scultura si fauella, de’ piu illustri pittori, e scultori, e delle piu famose opere loro si fa mentione; e le cose principali appartenenti à dette arti s’insegnano. In Fiorenza, Giorgio Marescotti, 1584.

In 8vo (156 x 105 mm). [xxxxviii] 648 pp. Marca tipografica al frontespizio, grande xilografia in ovale a carta *2v., iniziali e fregi xilografici. Marocchino verde bottiglia, dorso liscio con titolo e rotelle dorate, piatti riquadrati da sottile cornice dorata, unghiatura decorata in oro. Ex libris Pietro Ginori Conti e altro ex libris moderno. Pallide fioriture occasionali, le carte s8 e t1 sono sciolte, tracce del tempo alla legatura, ma nel complesso buona copia.

                     PRIMA EDIZIONE dell’opera più nota di Borghini, un dialogo ambientato in una villa chiamata “Il Riposo” vicino a Firenze in cui l’autore descrive dettagliatamente le opere d’arte nelle case e nelle chiese fiorentine e l’ambiente sociale dei collezionisti d’arte fiorentini; si tratta dunque di una fonte importante per l’arte fiorentina del tardo Cinquecento. Raffaello Borghini (1537-1588) è stato un commediografo, poeta e critico d’arte. Bella copia appartenuta a Pietro Ginori Conti.

 

FIRST EDITION of Borghini’s best known work, a dialogue set in a villa called “Il Riposo” near Florence in which the author describes in detail the works of art in Florentine homes and churches and the social environment of collectors of Florentine art; it is therefore an important source for Florentine art of the late sixteenth century. Attractive copy that belonged to Pietro Ginori Conti. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    300 / 500
12020002253.jpg

(Illustrati 500) CATERINA DA SIENA. Epistole et orationi della seraphica vergine santa Catharina da Siena. In Vinetia, appresso Federico Toresano, 1548 (Stampato in Venetia per Pietro de Nicolini da Sabio, ad instantia & spesa del nobile huomo messer Federico Toresano, 1548).

In 4to (208 x 149 mm). [viii] 305 carte. Frontespizio entro cornice xilografica, ritratto xilografico della Santa a piena pagina al verso della carta [croce greca]8, iniziali xilografiche. Testo su due colonne. Legatura posteriore in marocchino blu con ancora aldina ai piatti entro cornice di filetti dorati, dorso a nervi con scomparti riccamente decorati in oro, tagli dorati, sguardie marmorizzate. Ex libris di Henry B. H. Beaufoy. Assente l’ultima carta con marca Torresano, cerniere abrase, frontespizio pallidamente fiorito e con angolo in alto reintegrato con piccola perdita, margine superiore un po’ corto, qualche occasionale fioritura, ma nel complesso buona copia.

                     Seconda edizione aldina dopo la celebre prima edizione pubblicata da Aldo nel 1500 di questo epistolario di Santa Caterina (1347-1380), mistica domenicana, da lei dettato negli ultimi dieci anni di vita. Le oltre 380 lettere, scritte anche ad importanti personalità dell’epoca, affrontano una grande varietà di temi, dalla morale alla politica. Dalla collezione del capitano Henry Benjamin Hanbury Beaufoy (1786-1851), parlamentare inglese, filantropo, artista specializzato in paesaggi e disegni architettonici, nonché collezionista di libri - specialmente di Shakespeare. La sua biblioteca, formata nella prima parte dell’Ottocento, includeva le prime quattro edizioni in folio delle opere di Shakespeare, vendute da Christie’s nel luglio del 1912. Sander 1822. Essling 1231.

 

Second Aldine edition after the famous first edition published by Aldo in 1500 of the correspondence of Saint Catherine (1347-1380), Dominican mystic. The over 380 letters, also written to important personalities of the time, deal with a wide variety of topics. From the collection of Captain Henry Benjamin Hanbury Beaufoy (1786-1851), English parliamentarian and book collector. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    350 / 450
12020008832.jpg
Stima    300 / 400
12020005873.jpg

(Giurisprudenza) CESENA. Statuta ciuitatis Cæsenæ cum additionibus, ac reformationibus […]. Caesenae, apud Bartholomaeum Raverium, 1589 (Caesenae, apud Bartholomaeum Rauerium, 1590).

In folio (284 x 200 mm). [iv] 23 [1] 439 [1] 12 pp. Stemma di Cesena ai frontespizi e marca tipografica al colophon, iniziali e fregi xilografici. Mezza pergamena settecentesca con angoli e tassello al dorso. Legatura un po’ sciupata, tracce d’uso e forellino al frontespizio, piccole gore marginali, grande macchia evidente all’angolo inferiore degli ultimi fascicoli, per il resto buona copia.

Seconda edizione in parte originale fatta sui mss. dell’Archivio Comunale di Cesena, come dichiara il tipografo nella prefazione, che riproduce, con modifiche e addizioni, il testo dei tre libri giurisdizionali già pubblicati nel 1494 e ne aggiunge un quarto. Include sezioni dedicate ai salari di avvocati e procuratori, al diritto penale e commerciale, a lettere di papi, a testamenti di nobili di Cesena, a dazi e gabelle, e, in fine, reca gli statuti del porto di Cesenatico.

 

Second edition partly original made on the mss. of the Municipal Archives of Cesena, as stated by the printer in the preface, which reproduces, with changes and additions, the text of the three jurisdictional books already published in 1494 and adds a fourth. It includes sections dedicated to the salaries of lawyers and procurators, criminal and commercial law, letters from popes, wills of Cesena nobles, duties and taxes, and, finally, the statutes of the port of Cesenatico. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    500 / 600
12020008839.jpg
Stima    500 / 600
12020008813.jpg

(Botanica) DIOSCORIDES, Pedanius - MATTIOLI, Pietro Andrea. Libri cinque della historia, & materia medicinale tradotti in lingua uolgare italiana da M. Pietro Andrea Matthiolo Sanese medico. (Venezia, Niccolo Bascarini), 1544.

In folio (300 x 208 mm). [xxviii] 442 [2] pp. Grande marca tipografica al frontespizio, iniziali xilografiche, talune con piccole vedute. Legatura moderna in marocchino testa di moro. Frontespizio con restauro marginale e antica firma di possesso, restauri professionali ai margini e agli angoli, piccole macchie ai tagli delle ultime pagine, ulteriore firma di possesso all’ultima pagina bianca.

                     PRIMA EDIZIONE DEL PIÙ POPOLARE ERBARIO DELLA SECONDA METÀ DEL CINQUECENTO, più comunemente conosciuto come i Discorsi di Pier Andrea Mattioli sull’opera di Dioscoride, qui nella sua prima stesura pubblicata a Venezia senza illustrazioni e dedicata al cardinale Cristoforo Madruzzo, principe-vescovo di Trento e Bressanone. “Da notare che Mattioli non si limitò a tradurre l’opera di Dioscoride, ma la completò con i risultati di una serie di ricerche su piante dalle proprietà ancora sconosciute all’epoca, trasformando i Discorsi in un’opera fondamentale sulle piante medicinali, un vero punto di riferimento per scienziati e medici per diversi secoli.” (Wikipedia) Notevole ed ariosa la composizione tipografica della pagina, suddivisa in vari paragrafi ben definiti dalle iniziali xilografiche e dalla ripartizione del testo in carattere tondo per il Dioscoride e in corsivo dal corpo più piccolo per il sottostante commento del Mattioli.

 

FIRST EDITION OF THE MOST POPULAR HERBARIUM OF THE SECOND HALF OF THE 16TH CENTURY. Marginal restorations. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    2.000 / 2.500
12020008830.jpg

(Medicina - Farmacologia - Vino - Botanica) DIOSCORIDES, Pedanius. Della materia medicinale. Tradotto per m. Marcantonio Montigiano da S. Gimignano medico. In lingua fiorentina. In Firenze, (Bernardo Giunta), 1547.

In 8vo (149 x 105 mm). 302 [8] carte. di cui l’ultima bianca. Variante B di SBN. Marche tipografiche al frontespizio e alla carta p12v. Iniziali xilografiche. Testo in corsivo. Piena pergamena flessibile coeva con unghiatura e titolo manoscritto al dorso. Piccolo lavoro di tarlo al frontespizio, pallide gore e macchie occasionali, ma nel complesso bella copia genuina.

                     PRIMA EDIZIONE della versione di Marcantonio Montesiano (fl. 1546-1556) della celebre opera medica di Dioscoride, che rimase in uso, sotto forma spuria di traduzioni e commenti, fino circa al XVII secolo, quando venne superato dalla nascita della medicina moderna. Gli argomenti spaziano dal vino allo zafferano, dai vari tipi di olii ai molluschi di mare, dal sangue degli animali usati negli unguenti alla cicuta e mandragola all’oppio etc. Edizione dedicata a Cosimo de’ Medici e decorata da piccoli graziosi fregi floreali ai lati dei titoli correnti.

 

FIRST EDITION of Marcantonio Montesiano's version (fl. 1546-1556) of the famous medical work of Dioscorides, which remained in use, in the spurious form of translations and comments, until about the 17th century, when it was overtaken by the birth of modern medicine. The topics range from wine to saffron, from various types of oils to shellfish, from the blood of animals used in ointments to hemlock and mandrake to opium etc. Edition dedicated to Cosimo de’ Medici and decorated with small floral friezes on the sides of the current titles. Detailed description and additional images upon request.

«RTF to HTML .Net»
Stima    500 / 1.000
12020008837.jpg
Stima    300 / 400
31 - 60  di 194

Top