Archeologia e arte orientale

Archeologia e arte orientale

Asta

Firenze, Palazzo Ramirez Montalvo
Borgo Albizi, 26
8 APRILE 2009

Tutte le categorie

Visualizzazione tipo lista
Visualizzazione tipo griglia
1 - 30  di 384 LOTTI
Frammento di rilievo Arte buddista della regione del Gandhara (odierno Pakistan), II-III secolo d.C. ca.in pietra schistosa raffigurante una scena di difficile ricostruzione causa le numerose mancanze ma chiaramente delimitata sulla parte superiore da un bordo con fregio. Sulla sinistra si distingue la testa e il busto di una figura che sporge il braccio destro verso un elemento floreale (?) oltre il quale figura un secondo personaggio nellatto di sorreggere un oggetto non meglio identificabile. Nella porzione destra del rilievo si distingue la testa fortemente erosa di una terza figura la cui acconciatura sembra indicare trattarsi di personaggio di alto rango o figura femminile, alt. cm 20 inclusa la base di metallo
3
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
Intaglio ornamentale Cina, inizi del XIX secolo,  in giada nefrite bianca priva di inclusioni lavorato nella forma di una fibbia per cintura, il gancio sagomato nella testa di un drago volto verso un giovane drago il cui sinuoso corpo, intagliato a rilievo a tutto tondo, si distende lungo la restante porzione della fibbia. Attorno al profilo del gancio delloggetto è presente un elemento in metallo aggiunto probabilmente nella seconda metà del secolo XIX, con le estremità sagomate nella forma di due pipistrelli, simbolo di buon auspicio, cm 13 Questo tipo di oggetti, privi di una funzione pratica anche se nella forma ispirati a più antiche fibbie per cintura, conobbero una grande diffusione in Cina a partire dalla fine del secolo XVIII ma, soprattutto, nel corso del successivo. Sono nella maggioranza dei casi decorate con motivi di draghi, come in questo esemplare, derivati dalla iconografia dei periodi più antichi della storia cinese, soprattutto Han (206 a.C.  220 d.C.). Lelemento in metallo è stato successivamente aggiunto perché loggetto, invece di esser poggiato sul piano di un tavolo come si usava e come suggerito dalla forma e decorazione, è stato probabilmente appeso.
31
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
Oggetto ornamentale Cina, fine del XVIII secolo in ottima qualità di giada nefrite color verde tenue con leggere inclusioni sul bordo presso la parte sinistra delloggetto. Rappresenta un disco lunare contro cui si staglia un ramo di albero fiorito a rilievo sulla superficie. Supporto in legno sagomato e lavorato a giorno nella forma di una roccia stilizzata, diam cm 11 La decorazione di questo manufatto che per la qualità della pietra, la finezza dellintaglio e liconografia figurava sicuramente nello studio di un letterato cinese- trae diretta ispirazione dai temi più cari alla tradizione poetico-letteraria cinese e alla pittura di paesaggio su supporti di piccolo formato, come fogli dalbum e ventagli, diffusi nella Cina classica. La luna piena è infatti un tema ricorrente nella poesia cinese sin dallepoca Tang (618-907 d.C.), mentre il ramo dalbero da frutto fiorito costituisce uno dei temi caratterizzanti la pittura di genere fiori e uccelli sin dalla dinastia Song (960-1279 d.C.). Nellarredamento delle abitazioni aristocratiche della Cina di tarda epoca Ming e del Settecento, oggetti come questi, montati su basi lignee appositamente create, costituivano un segno distintivo di rango sociale anche per i colti richiami alla tradizione culturale presenti nella decorazione.
34
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
Raffinata coppa Cina, fine XVIII secolo in ottima qualità di giada nefrite color verde tenue pressoché priva di inclusioni decorata esternamente con tre figure di bambini sorridenti e a tutto tondo poggianti su una base lavorata a forma di rocce stilizzate che costituisce parte integrante delloggetto. Uno dei bambini sorregge con una mano uno scettro ruyi, simbolo di buon auspicio. Sul fondo delloggetto è presente un bollino che ne certifica la provenienza dalla ex-collezione Bulgari, cm 7.5x13 Analogamente alloggetto in giada lavorato nella forma di un disco lunare, anche questo figurava senza dubbio allinterno dello studiolo di un letterato cinese. La coppetta non serviva infatti per bere ma per contenere lacqua necessaria a stemperare linchiostro utilizzato nelle composizioni pittoriche e calligrafiche. I tre bambini, così come lo scettro ruyi sono simboli di buon auspicio.
35
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
1 - 30  di 384 LOTTI