Esito Asta Arte Orientale

Lo scorso 19 dicembre Pandolfini ha chiuso un anno ricco di impegni, ripagati da successi e ottimi risultati, con la vendita di Arte Orientale che ha avuto il suo culmine con la gara per un importante versatoio rituale risalente ai secoli IX-VIII a.C. ossia al periodo Western Zhou della Cina che è entrato in una nuova collezione per 37.500 euro.

Il versatoio realizzato in bronzo, che veniva utilizzato per il lavaggio delle mani durante riti sacrificali, poggia su quattro piedi zoomorfi, ha un corpo allungato di forma detta a YI, segnato da lobature orizzontali mentre all’orlo è decorato con motivi geometrici. Il manico si presenta a forma di anello con la parte finale scolpita a testa di drago con le corna che guarda verso l’interno, dove è presente un’incisione che lo identifica come un oggetto appartenuto a una famiglia di nobili origini (lotto 66).

Con piacere va registrato il successo delle porcellane, specialmente per i pezzi di forma, ne sono buon esempio le aggiudicazioni di un VASO HU marchio Qianlong, creato in Cina nel corso del XIX secolo durante la Dinastia Qing, che è passato di mano per 18.750 euro. Il corpo panciuto, la cui foggia è mutuata dall’arcaica forma a ”HU” dei vasi in bronzo, è interamente decorato con un motivo di crisantemi stilizzati in blu sotto smalto nello stile dei decori bianco/blu di tradizione Ming. Alla base l’ornamentazione è costituita da un susseguirsi di riserve in forma di petali stilizzati mentre al collo è formata da una serie di ideogrammi stilizzati all’interno di una fascia a motivo intrecciato, e stilizzatiti sono anche i draghi che danno forma ai manici (lotto 82).

E 18.750 euro è la cifra con cui è stato aggiudicato il VASO “POWDER BLU”, Cina Dinastia Qing, marchio del Periodo Guangxu, che h un corpo a forma di bottiglia ed è decorato con a medaglioni dorati a loro volta decorati da fiori fenici e oggetti preziosi (lotto 88).

Ricordiamo poi i 13.750 euro, ottenuti dal VASO in porcellana bianco-blu di forma HU decorato nello stile Ming che partiva da una valutazione di 1.500 euro (lotto 86), bene anche una GUANIN in posizione eretta che con la mano destra versa da un piccolo vaso il nettare dell’immortalità, che è stata aggiudicata per 13.750 euro. Eseguita in Cina durante la Dinastia Qing questa raffigurazione della dea della compassione è assai rara sul mercato per l’eccezionalità delle dimensioni, è infatti alta oltre il metro, e per la qualità esecutiva e degli smalti, verde celadon e flambè, che rivesto il biscuit (lotto 142).

Interesse anche per diversi lotti di SNUFF BOTTLE e di BIRD FEEDERS, entrambi manufatti tipici della tradizione cinese e oggetto di un forte e consolidato collezionismo.

Infine, da segnalare l’importante attività della piattaforma Pandolfini LIVE che ha permesso a molti clienti, nello specifico tanti collegati dalla Cina, di partecipare alle vendite via web e in diversi casi di aggiudicarsi i lotti a scapito dei collezionisti presenti in sala o collegati per telefono.


Top