ARCADE - DIPINTI DAL XVI AL XX SECOLO

Il 13 aprile i dipartimenti di Dipinti Antichi e del XIX secolo di Pandolfini tornano in asta con una vendita ARCADE, marchio con cui la Casa d’Aste fiorentina contraddistingue una proposta sempre di qualità ma economicamente più accessibile della consueta. Anche questo catalogo offre testimonianze di stili e scuole pittoriche italiane e straniere lungo cinque secoli, dal Cinquecento al Novecento, molte delle quali, alla luce della loro storia collezionistica, costituiscono interessanti novità per il mercato.

Tra i numerosi dipinti antichi spicca una serie di luminose e vivaci vedute di Venezia tra cui un animato CARNEVALE A SAN MARCO, opera di Scuola veneta del XVIII secolo che ha una valutazione di 5.000/8.000 euro.

Per i ritratti ricordiamo RITRATTO DI GENTILUOMO, una tela di Scuola veneta del 1553, data che si legge sul seggio ligneo sul quale è seduto il notabile veneto, stimato 20.000/30.000 euro, poi un’opera di Scuola inglese del XVII secolo, il RITRATTO DI ELISABETTA STUART regina d’Inghilterra, che sfoggia un ricchissimo abito, per il quale sono richiesti 4.000/6.000 euro, mentre è di 3.000/5.000 euro la richiesta per un altro dipinto di Scuola inglese del XVIII secolo, RITRATTO DI FEMMINILE, che raffigura una nobildonna abbigliata secondo il raffinato ed elegante gusto dell’epoca.

Tra le opere del Cinquecento si segnalano due affascinanti tavolette riferite alla Scuola di Fontainbleau del XVI secolo, la prima è RITRATTO DI CAVALIERE DI MALTA, un olio su tavola iscritto sulla cornice “AVTOVR DE LA / VIE HVMAINE / MAINT ORAGE / VA VOLANT” offerto a  5.000/8.000 euro, medesima cifra, 5.000/8.000 euro, viene richiesta anche per la seconda opera, un PROFILO ALLEGORICO DI DONNA.

Appartengono al secolo successivo, il XVII, alcune ricche e colorate nature morte, anche di Scuola fiamminga come una NATURA MORTA CON FRUTTA E FARFALLA la cui valutazione è di 10.000/15.000 euro.

 

La sessione dedicata ai dipinti del secolo XIX presenta un centinaio di lotti tra dipinti e sculture. I primi includono un folto gruppo di opere di autori siciliani, segnaliamo: Francesco Lojacono con l’olio su tela AGAVE valutato 3.000/5.000 euro, Mario Mirabella con PAESAGGIO DOPO LA PIOGGIA, un olio su tela per il quale sono richiesti 1.000/1.500 euro, e Aurelio Catti con alcune vedute della sua terra.

Dalla Sicilia alla Toscana, scuola rappresentata da alcuni suoi elementi di spicco come Eugenio Cecconi in catalogo con IL CINGHIALE, un olio su tela la cui valutazione è di 4.000/6.000 euro, mentre sono richiesti 10.000/15.000 euro per l’olio su tavoletta CONGIURA DI PATRIOTI TOSCANI di Giovanni Fattori, poi Plinio Nomellini con alcuni disegni inediti e un bello SCORCIO DI CAMPAGNA TOSCANA realizzato a olio su cartoncino, che ha una valutazione di 3.000/5.000 euro.

Molte anche le opere di artisti veneti, tra i quali ricordiamo Guglielmo Ciardi con  IL TORRENTE, olio su tavola stimato 2.500/3.500 euro; tra gli altri anche Cosimo Privato con PESCATORI, un olio valutato 1.000/1.500 euro.

Inoltre, il catalogo presenta alcune vedute di grande decorazione raffiguranti le più belle piazze di Roma e di Venezia, e una serie di interessanti ritratti di Michele Gordigiani e Gigi Morbelli.

Per quanto riguarda le sculture segnaliamo Leonetto Tintori con il bronzo FIGURA FEMMINILE SEDUTA valutato 2.500/4.000 euro e FIGURA FEMMINILE SEDUTA di Delio Granchi, stimata 2.500/3.500 euro.


Top