NFT_DIGITAL INVASION

19 - 28 GIUGNO 2023

NFT_DIGITAL INVASION

Asta a tempo, 1225

NO
 
 
 
Stima   150 € - 3000 €

Tutte le categorie

1 - 30  di 30
30

Altar-1

by Eraser_Head

 

L'interazione tra la mente e la tecnologia è andata oltre il regno astratto della retorica quando gli esseri umani hanno raggiunto il ventunesimo secolo. La tecnologia si è infiltrata nelle vite umane ed è diventata una parte inevitabile dell'esistenza quotidiana, ma ha anche introdotto un nuovo concetto di ciò che significa essere umani. È stata associata al concetto di rottura delle barriere. L'uomo è limitato a un unico ricettacolo di intelligenza (un corpo organico). L'idea del postumanesimo sostituisce la caverna di Platone nell'attuale caos postmoderno, dove non contempliamo più le relazioni tra le cose, dove il riduzionismo e l'individualismo regnano sovrani. Il pensiero postumanista contemporaneo offre invece un approccio "oggettivista" e post-antropocentrico al progresso umano. Sottolinea il ruolo di agenti non umani come animali, piante e altri oggetti. Secondo il filosofo greco, la vita reale si trova nel mondo delle idee, non nel regno fisico. I postumanisti ritengono che la vita reale si trovi negli algoritmi piuttosto che nel corpo. Il corpo è solo una facciata che deve estrarre una serie di informazioni rilevanti e poi liberarsi dei suoi difetti naturali. In questo modo cercano di ottenere l'immortalità. Il postumanesimo cerca di separarsi da una prospettiva strettamente biologica, preferendo rimanere fluido ed esprimere il pensiero individuale attraverso varie identità. Infantilizza gli esseri umani e guarda con sospetto alle prospettive tecnologiche. Il discorso del postumanesimo è problematico in una società disorientata che ha perso le sue potenti narrazioni; deve garantire che l'ibridazione avvenga in modo rispettoso dell'esistenza. Oggi, però, più che all'ibridazione, assistiamo alla colonizzazione del vivente da parte della tecnologia.

 

"Altare" è il titolo del mio lavoro più recente. La serie dovrebbe continuare la mia esplorazione teorica e concettuale del postumanesimo e dell'impatto della tecnologia (metalli) sulla realtà contemporanea. Questa ricerca mira a creare una serie di corpi interattivi con un laboratorio digitale che immerge l'osservatore in un regno interattivo multimodale per coinvolgerlo nei dibattiti sull'umanesimo. Mescolare il corpo umano con il lavoro tecnologico ha spinto i confini del corpo e ha rivelato qualcosa di nuovo; concentrandosi in modo significativo sull'espansione del potenziale del corpo umano, finendo per renderlo obsoleto.

 

Le installazioni interattive esaminano l'intersezione tra il corpo umano e la tecnologia nel tentativo di rispondere alla domanda: "Che cosa significa essere umani? "Le performance di Obsolescence, in cui il corpo funge da piattaforma per la tecnologia, sfidano la comprensione di ciò che significa essere umani. Visto come si è evoluta la conoscenza della natura umana, non possiamo fare a meno di chiederci quale sarà il prossimo stadio dell'evoluzione umana. I corpi collegati a una rete di macchine sono isolati; non sono un soggetto, ma un corpo-oggetto che può essere ricreato con i metalli. Possono solo ricorrere alla simbiosi; il corpo fisico è diventato obsoleto perché la tecnologia media adeguatamente tra il corpo e il mondo.

Stima 300 / 600
Aggiudicazione:  Registrazione
Asta conclusa
1 - 30  di 30