BIANCO, BLU E OLTRE. PORCELLANE E MAIOLICHE GINORI DEL SETTECENTO

20 OTTOBRE 2021

BIANCO, BLU E OLTRE. PORCELLANE E MAIOLICHE GINORI DEL SETTECENTO

Asta, 1104
FIRENZE
Palazzo Ramirez-Montalvo

ore 15.00
Esposizione
FIRENZE
Venerdì         15 ottobre 2021    10-18
Sabato          16 ottobre 2021     10-18
Domenica     17 ottobre 2021    10-13
Lunedì           18 ottobre 2021    10-18

Vi preghiamo di considerare che il giorno dell'asta sarà possibile accedere alla sala di vendita solo se in possesso di Green Pass, mentre l’accesso nelle giornate di esposizione è libero.
 
 
 
Stima   300 € - 7000 €

Tutte le categorie

91 - 120  di 150
191

QUATTRO VASETTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1765 CIRCA

QUATTRO VASETTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1765 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, forma ad anfora con doppia ansa sorretta da mascheroni femminili, decoro a piccoli fiori a mazzetto. I vasi appartengono a due coppie, leggermente diverse nella scelta decorativa e nell’impronta stilistica. Il modello di questi vasi decorativi compare nell’inventario della manifattura come “vasi da Trionfi da Dessert di diverse grandezze”. In una lettera di mediazione datata 1763, nella raccolta Bertarelli di Milano, compare un disegno nel quale sono illustrati oggetti di questa tipologia. Una coppia di opere simili è conservata nella collezione di Villa Cagnola; alt. cm 7,5

 

FOUR SMALL GINORI VASES, DOCCIA, CIRCA 1765

 

Bibliografia di confronto

L. Melegati in AA.VV., La Collezione Cagnola. II. Le arti decorative. Arazzi - Sculture - Mobili – Ceramiche, Busto Arsizio 1999, p. 296, n. 319

Stima    600 / 800
Aggiudicazione:  Registrazione
192

COPPIA DI BUSTINI SU BASI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

COPPIA DI BUSTINI SU BASI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, raffiguranti due personaggi classici, il busto di un giovane uomo con una tunica decorata a fioretti e quello di una giovane donna con tunica porpora; montati su piccole basi quadrangolari di forma mossa decorate con sottili cornici policrome. Come detto per i vasi presentati al lotto precedente, anche questi bustini erano realizzati per i grandi apparati decorativi da tavola realizzati dalla manifattura fiorentina; alt. cm 9,3 e cm 9,7

 

A PAIR OF SMALL GINORI BUSTS WITH BASES, DOCCIA, CIRCA 1770

 

Bibliografia di confronto

A. d’Agliano, Porcellana Italiana in Palazzo Pitti, Firenze 1986, p. 39 n. 17

Stima    500 / 700
Aggiudicazione:  Registrazione
193

COPPIA DI BUSTINI SU BASI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

COPPIA DI BUSTINI SU BASI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, raffiguranti due personaggi classici, il busto di un uomo con una tunica decorata porpora e quello di una donna con il capo velato, una camicia gialla e un abito a fiori; montati su piccole basi quadrangolari di forma mossa decorate con sottili cornici policrome. Coerenti con il lotto precedente; alt. cm 9,2 e cm 9,4

 

A PAIR OF SMALL GINORI BUSTS WITH BASES, DOCCIA, CIRCA 1770

Stima    500 / 700
Aggiudicazione:  Registrazione
194

COPPIA DI BUSTINI SU BASI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

COPPIA DI BUSTINI SU BASI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

in porcellana raffiguranti una coppia di nobili in abiti classici; i piccoli busti sono in porcellana bianca, montati su piccole basi quadrangolari di forma mossa decorate in policromia. La foggia dell’abbigliamento, la presenza della corona d’alloro in capo al personaggio maschile e soprattutto la cura nei dettagli dei volti ci spingono a pensare trattarsi di ritratti di persone reali, per i quali suggeriamo l’identificazione con l’imperatore Francesco Stefano di Lorena, granduca di Toscana dal 1737 al 1765, e la consorte Maria Teresa d’Austria; alt. cm 12,7 e cm 12,8

 

A PAIR OF SMALL GINORI BUSTS WITH BASES, DOCCIA, CIRCA 1770

Stima    700 / 1.000
Aggiudicazione:  Registrazione
195

TRE VASETTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1765 CIRCA

TRE VASETTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1765 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, forma ad anfora con doppia ansa sorretta da mascheroni femminili, decoro a piccoli fiori a mazzetto coerenti in due esemplari e diverso nel terzo, che presenta un decoro più minuzioso. I due vasi in coppia sono montati su piccole basi quadrangolari di forma mossa decorate con sottili cornici policrome. I vasetti sono coerenti con quelli presentati al lotto 91, cui rinviamo per approfondimenti; alt. cm 10,8 (2) e cm 7,2

 

THREE SMALL GINORI VASES, DOCCIA, CIRCA 1765

Stima    500 / 700
Aggiudicazione:  Registrazione
196

VASSOIO CON SALIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1760-1770

VASSOIO CON SALIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1760-1770

in porcellana dipinta in policromia. Su un piatto di forma ovale dai bordi sagomati poggiano due piccoli calici su base bugnata, decorati con foglie in rilievo dipinte di verde, trattenuti con un braccio da due figure di putti seduti; al centro un portasale a foggia di valva di conchiglia; cm 8,5x23,5x17,8

 

A GINORI TRAY WITH SALT CELLAR, DOCCIA, 1760-1770

 

Provenienza

Milano, collezione Alessandro Orsi;

Firenze, collezione privata

 

Bibliografia

G. Morazzoni, Le porcellane italiane, Milano 1960, vol. II, tav. 261 fig. b

Stima    1.200 / 1.800
Aggiudicazione:  Registrazione
197

GRUPPO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

GRUPPO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, raffigurante l’Allegoria della Scultura: una figura femminile in atteggiamento ispirato, mentre ai suoi piedi un fanciullo scolpisce un busto e un torso; in un cartiglio posto alla base l’iscrizione “Per te Nova gloria Caelo”. La piccola plastica trae origine da un modello ideato dallo scultore Gaspero Bruschi, elencato nell’Inventario dei Modelli come presente nel “Secondo Palchetto della Sesta Stanza”, da cui deriva una versione simile alla nostra, ma con alcune varianti, oggi conservata al Museo Stibbert di Firenze; cm 19,7x14,4x12,8

 

A GINORI GROUP OF ALLEGORY OF SCULPTURE, DOCCIA, CIRCA 1770

 

Bibliografia di confronto

A. Biancalana, Porcellane e maioliche a Doccia. La fabbrica dei Marchesi Ginori. I primi cento anni, Firenze 2009, p. 59

Stima    3.000 / 5.000
Aggiudicazione:  Registrazione
198

MARESCIALLA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770

MARESCIALLA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770

in porcellana di forma a rocaille, caratteristica della produzione di questo tipo di piatto, generalmente attribuibile al periodo della produzione di Lorenzo Ginori, qui in un’inedita versione con decoro in monocromo verde, ad esaltarne la forma; cm 18,8x27, alt. cm 5,7

 

A GINORI SERVING DISH (MARESCIALLA), DOCCIA, 1770

Stima    500 / 700
Aggiudicazione:  Registrazione
199

DUE MARESCIALLE, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770

DUE MARESCIALLE, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770

in porcellana, coerenti tra loro per forma e decoro, dipinte in policromia e oro con un motivo a mazzetti distribuiti sulla superficie alternati a cartouche e valve di conchiglia in piena policromia; cm 18x25,2 e cm 23,3x34,8

 

TWO GINORI SERVING DISHES (MARESCIALLE), DOCCIA, 1770

 

Bibliografia di riferimento

A. Mottola Molfino, L’arte della porcellana in Italia. Il Veneto e la Toscana, Milano 1976, n. 434

Stima    1.000 / 1.500
200

VASSOIETTO SAGOMATO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770-1780

VASSOIETTO SAGOMATO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770-1780

in porcellana dipinta in policromia e oro, di forma particolarmente elegante e orlo mistilineo con decori a rilievo, mostra un decoro con quattro mazzetti di fiori disposti simmetricamente nella fascia esterna. La forma e la disposizione dei decori, mancanti al centro, ci portano a pensare che questo vassoietto fosse destinato a sostenere un dejeunè, sul modello del piatto montato pubblicato da Leonardo Ginori Lisci; cm 19,6x27,6, alt. cm 1,6

 

A GINORI SHAPED TRAY, DOCCIA, 1770-1780

 

Bibliografia di confronto

G. Morazzoni, S. Levy, Le porcellane italiane, Milano 1960, II, tav. 175c; tav. 180 a;

L. Ginori Lisci, La porcellana di Doccia, Milano 1963, tav. XVI

Stima    700 / 1.000
201

DUE MARESCIALLE, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770

DUE MARESCIALLE, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770

in porcellana, coerenti tra loro per forma e decoro, dipinte in policromia e oro con un motivo a mazzetti distribuiti sulla superficie alternati a cartouche e valve di conchiglia in piena policromia; cm 32x21,5 e cm 30x20,5

 

TWO GINORI SERVING DISHES (MARESCIALLA), DOCCIA, 1770

 

Bibliografia di riferimento

A. Mottola Molfino, L’arte della porcellana in Italia. Il Veneto e la Toscana, Milano 1976, n. 434

Stima    1.500 / 2.500
202

CAFFETTIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1760 CIRCA

CAFFETTIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1760 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, corpo piriforme allungato su alto piede modanato, beccuccio a testa di serpe collegato al corpo mediante staffa, coperchio a cupola con pomolo a bottone. La caffettiera è decorata con un motivo Kakiemon denominato "a tavolino", di chiara derivazione orientale, ma giunto alla manifattura toscana attraverso la mediazione della porcellana di Meissen, dove era noto come Tischen Muster; alt. cm 24,5, largh. massima cm 16,8, diam. cm 11,8

 

A GINORI COFFEE POT, DOCCIA, CIRCA 1760

 

Bibliografia di confronto

A. d’Agliano et alii (a cura di), Lucca e le porcellane della Manifattura Ginori. Commissioni patrizie e ordinativi di corte, Lucca 2001, p. 109 n. 40

Stima    2.000 / 3.000
Aggiudicazione:  Registrazione
203

COPPIA DI TAZZINE CON PIATTINO E ZUCCHERIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1750

COPPIA DI TAZZINE CON PIATTINO E ZUCCHERIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1750

in porcellana dipinta in policromia; le tazzine hanno forma a campana a parete alta con ansa a orecchio, dotate di piattino circolare a tesa sollevata; la zuccheriera ha il corpo quadrilobato, completo di coperchio con presa a fruttino ora mancante. Tutti gli oggetti sono interessati da una decorazione di origine orientale detta “a tavolino” di derivazione orientale, dipinta in piena policromia; tazzine alt. cm 7,1, piattini diam. cm 12,7 e cm 12,3, zuccheriera cm 7,8x11,1x9,4

 

A PAIR OF GINORI CUPS AND SAUCERS WITH SUGAR BOWL, DOCCIA, 1750

Stima    800 / 1.200
Aggiudicazione:  Registrazione
204

PIATTO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

PIATTO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, cavetto fondo con tesa orizzontale e orlo liscio, poggiante su piede ad anello appena rilevato; mostra una decorazione con peonie, rocce, graticci e fioretti minori dipinta in blu, rosso e oro, secondo i dettami del decoro cinese denominato in manifattura come “a fiori blu, rosso e oro alla chinese”; diam. cm 22,6, alt. cm 3

 

A GINORI PLATE, DOCCIA, CIRCA 1770

 

Bibliografia

A. d’Agliano et alii (a cura di), Lucca e le porcellane della Manifattura Ginori. Commissioni patrizie e ordinativi di corte, Lucca 2001, p. 142 n. 82

Stima    400 / 600
Aggiudicazione:  Registrazione
205

ZUPPIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1780 CIRCA

ZUPPIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1780 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, corpo ovoidale sagomato e costolato, anse mosse ed estroflesse, coperchio anch’esso mosso e costolato sormontato da presa a fiore. Il decoro policromo, noto come “al tulipano”, è qui sviluppato in una versione con colori brillanti, uso dei toni del porpora e tocchi d’oro. All’interno della vasca una felatura, verificatesi in manifattura, è stata celata da un piccolo bruco dipinto a policromia; cm 19,7x27x19,5

 

A GINORI SOUP TUREEN, DOCCIA, CIRCA 1780

 

Bibliografia

I. Boroli, V. Colonna, Lucca. Il fasto della tavola, Lucca 1996, p. 14

Stima    1.000 / 1.500
Aggiudicazione:  Registrazione
206

TRE PIATTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1745-1750

TRE PIATTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1745-1750

in porcellana dipinta in policromia, di forma circolare piana con orlo liscio, decorati a policromia con un tulipano sfogliato al centro e piccoli gruppi di fioretti sulla tesa. Si tratta del motivo conosciuto a Doccia come “al tulipano”, qui eseguito su una porcellana molto scura, quasi sperimentale; diam. cm 23 (2) e 22,5 (1), alt. cm 3 (2) e cm 3,5 (1)

 

THREE GINORI PLATES, DOCCIA, 1745-1750

 

Bibliografia di confronto

M. Burresi (a cura di), La manifattura toscana dei Ginori. Doccia 1737-1791, Pisa 1998, p. 72 n. 58, p. 137 fig. 58

Stima    600 / 800
207

VASSOIO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1760

VASSOIO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1760

in porcellana dipinta in policromia, di forma quadrilobata con tesa mossa sagomata e orlo centinato, cavetto profondo. Il decoro, che vede protagonista il classico tulipano di origine cinese, è qui declinato in una formula coloristica con prevalenza del color porpora sfumato non contornato, unito a un bouquet molto variegato che si ripete in minori dimensioni nei gruppi floreali disposti sulla tesa, forse seguendo i dettami di quel decoro descritto in manifattura “con fiori colore di porpora, o rosso nel mezzo e con fiorellini all’intorno e qualche doratura”; cm 26,2x34, alt. cm 3,5

 

A GINORI TRAY, DOCCIA, 1760

 

Bibliografia di riferimento

A. Biancalana, Porcellane e maioliche a Doccia. La fabbrica dei Marchesi Ginori. I primi cento anni, Firenze 2009

Stima    1.200 / 1.800
208

TEIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1790 CIRCA

TEIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1790 CIRCA

in porcellana dipinta in rosso e oro; corpo globulare con ansa a orecchio e beccuccio a testa di drago con cannello, dotata di coperchio con pomolo a bottone. Il decoro è quello definito al “galletto”, fedele alla decorazione canonica, ma qui eseguito con stile particolarmente raffinato; alt. cm 14,3, largh. massima 20, diam. cm 12,8

 

A GINORI TEAPOT, DOCCIA, CIRCA 1790

Stima    800 / 1.200
Aggiudicazione:  Registrazione
209

ASSORTIMENTO DA CAFFÈ, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770-1780 CIRCA

ASSORTIMENTO DA CAFFÈ, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770-1780 CIRCA

in porcellana dipinta in rosso e oro, composto da quattro tazzine di forma emisferica con manico mistilineo, complete di piattino circolare con tesa alta, e una zuccheriera quadrilobata con coperchio. Il decoro ripropone l’ornato noto negli inventari della manifattura come “a galli rossi”, tipologia decorativa che trae ispirazione da porcellane Kang-shi, qui nella versione con due galletti affrontati; tazzine alt. cm 5, piattini diam. cm 12,8, zuccheriera cm 9x11,1x9,2

 

A GINORI ASSORTED TEA-SET, DOCCIA, CIRCA 1770-1780

 

Bibliografia di confronto

S. Levy, Tazzine italiane da collezione, Milano 1968, tav. LXXI

Stima    900 / 1.200
Aggiudicazione:  Registrazione
210

CAFFETTIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1740-1750

CAFFETTIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1740-1750

in porcellana dipinta in rosso ferro e oro; corpo piriforme con piede rastremato e modanato, ansa alta e mossa ispirata alla coeva argenteria, il beccuccio termina a forma di testa di serpe, collegato al corpo da una staffa, coperchio a cupola con presa a trottola. La decorazione, finissima, è ispirata dalle porcellane Kang–shi con l’immagine di un salice piangente posto su rocce forate che si specchiano nell’acqua, accompagnate da piccoli insetti in volo e un ciuffo di fioretti. Il decoro, fresco con colori vividi, è coerente nel coperchio con tocchi sottili molto accurati. Si tratta di una variante del motivo decorativo del celebre “galletto rosso” nel quale manca proprio il piccolo animale. Suggestivo il collegamento con il passo degli inventari della Manifattura del 24 ottobre 1747, in cui si legge che “il Campostrino rifà i serviti dei Galli che sono andati via” (il pittore Ferdinando Campostrini è segnalato in fabbrica tra il 1741 ed il 1747); alt. cm 25,5, largh. massima cm 16,4, diam. cm 12,7

 

A GINORI COFFEE POT, DOCCIA, 1740-1750

 

Bibliografia di confronto

A. d'Agliano (a cura di), Settecento Europeo e Barocco Toscano nelle Porcellane di Carlo Ginori a Doccia, Roma 1996, n. 28

Stima    1.500 / 2.500
Aggiudicazione:  Registrazione
211

COPPIA DI PIATTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

COPPIA DI PIATTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, cavetto profondo e tesa piana con orlo mistilineo. Presentano un raro decoro di ispirazione orientale con un paesaggio con un albero fiorito collocato su una zolla aerea, sotto il quale sosta un personaggio, e sullo sfondo su una zolla simile una pagoda, mentre fioretti multipetalo occupano simmetricamente la tesa. L’ispirazione orientale è ormai evidentemente mediata dalla visione più occidentale ben evidente nello stile della figura di viandante e nella realizzazione della pagoda; diam. cm 23,5, alt. cm 3,1

 

A PAIR OF GINORI PLATES, DOCCIA, CIRCA 1770

 

Bibliografia di confronto

A. d’Agliano et alii (a cura di), Lucca e le porcellane della Manifattura Ginori. Commissioni patrizie e ordinativi di corte, Lucca 2001, p. 137 n. 74

Stima    600 / 800
Aggiudicazione:  Registrazione
212

DUE PIATTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1750-1760

DUE PIATTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1750-1760

in porcellana dipinta in policromia e oro, forma polilobata con bordo mistilineo e orlo liscio. Il decoro, che mostra fiori orientali disposti in rami che si dipartono dalla tesa in punti simmetrici con rami carichi di fiori, trae ispirazione da decori orientali giunti nella manifattura probabilmente per mediazione dalle manifatture europee, dove il decoro era definito “a fiori indiani”; diam. cm 22,5 e cm 23,1, alt. cm 2,8

 

TWO GINORI PLATES, DOCCIA, 1750-1760

 

Bibliografia di confronto

M. Burresi (a cura di), La manifattura toscana dei Ginori. Doccia 1737-1791, Pisa 1998, p. 76 n. 69, p. 145 fig. 69

Stima    500 / 700
Aggiudicazione:  Registrazione
213

VASSOIETTO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1780

VASSOIETTO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1780

in porcellana dipinta in policromia; di forma quadrangolare leggermente concava con angoli arrotondati, ha orlo centinato e reca una vivace decorazione a policromia con un ornato desunto dalle porcellane orientali nei toni dell’azzurro, del porpora e verde in più toni. Al centro un giardino orientale con peonie, steccati e rocce; sulla tesa disposti in modo simmetrico alcuni rami fioriti. Di chiaro gusto orientale, è vicino come ispirazione al decoro a Petit Jardin ma con una vivace reinterpretazione; cm 21x26,9, alt. cm 4,9

 

A GINORI SMALL TRAY, DOCCIA, 1780

 

Bibliografia

A. d’Agliano et alii (a cura di), Lucca e le porcellane della Manifattura Ginori. Commissioni patrizie e ordinativi di corte, Lucca 2001, p. 136 n. 73

Stima    1.200 / 1.800
214

DUE VASI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1760-1770

DUE VASI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1760-1770

in porcellana dipinta in policromia, con bordo mosso e base esagonale, esempio della forma più caratteristica tra quelle della manifattura toscana, derivata in parte dai vasi cinesi e giapponesi, messo in relazione con i vasi “a cannello” ricordati nelle carte di fabbrica. Il decoro vede mazzi di fiori policromi sulle due facce e un motivo a graticcio alla base; cm 19,9x10,2x9

 

TWO GINORI VASES, DOCCIA, 1760-1770

 

Bibliografia di confronto

A. d’Agliano (a cura di), Porcellane italiane dalla Collezione Lokar, Milano 2013, p. 181 n. 84

Stima    1.000 / 1.500
215

ASSORTIMENTO DI QUATTRO PIATTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1780

ASSORTIMENTO DI QUATTRO PIATTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1780

in porcellana dipinta in policromia composto da due piatti piani e due scodelle ad orlo liscio. Il decoro in policromia si ispira al Petit jardin di gusto cinese e vede protagonista un piccolo cerbiatto che traina un carretto colmo di fiori, la scena racchiusa da un recinto con alberi fioriti; ispirazione cinese presente anche nella tesa, con un decoro a riserve contenenti i simboli di saggezza. Il retro reca decori in rosso ferro. I piatti, il cui decoro in manifattura era definito “alla chinese in bleu, rosso, e oro, a fiori, e calesse” fanno parte della produzione degli anni Ottanta; diam. cm 22,6, alt. cm 4,5

 

AN ASSORTED GROUP OF FOUR GINORI PLATES, DOCCIA, 1780

 

Bibliografia di confronto

A. Biancalana, Porcellane e maioliche a Doccia. La fabbrica dei Marchesi Ginori. I primi cento anni, Firenze 2009, p. 143

Stima    800 / 1.200
Aggiudicazione:  Registrazione
216

SEI PIATTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770-1780

SEI PIATTI, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770-1780

in porcellana dipinta in policromia, di forma piana con tesa poco rilevata; al centro un decoro complesso di ispirazione orientale raffigurante un ramo fiorito poggiato su una roccia stilizzata culminante in una grossa peonia rossa, mentre sulla destra è dipinta una casetta davanti ad una pianta con grosse foglie; la tesa è decorata in blu scuro con quattro riserve a fondo bianco contenenti elementi vegetali; diam. cm 22,5, alt. cm 3

 

SIX GINORI PLATES, DOCCIA, 1770-1780

 

Bibliografia di confronto

M. Burresi (a cura di), La manifattura toscana dei Ginori. Doccia 1737-1791, Pisa 1998, p. 84 n. 94, p. 159 fig. 94

Stima    1.500 / 2.500
Aggiudicazione:  Registrazione
217

PIATTO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1780

PIATTO, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1780

in porcellana dipinta in policromia, cavetto profondo con tesa orizzontale dall’orlo sagomato, poggiante su piede ad anello appena rilevato; mostra una decorazione con peonie, rocce, graticci e fioretti minori, realizzata in blu e rosso secondo i dettami del tipico decoro cinese, qui unito a una sottile ghirlanda porpora di ispirazione occidentale; diam. cm 23,2, alt. cm 3

 

A GINORI PLATE, DOCCIA, 1780

Stima    300 / 500
218

CIOTOLA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1780 CIRCA

CIOTOLA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1780 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, orlo sagomato decorato a policromia con un tulipano sfogliato al centro, delineato nei toni del rosso ferro, unito a fioretti minori sempre di ispirazione orientale. La tesa vede fiori orientali in bocciolo o con corolla aperta, dipinti nei toni del verde acqua, blu e rosso ferro su motivo a nuvola di ispirazione cinese del periodo Quie-Long della Famiglia Rosa, conosciuto a Doccia come decoro “al tulipano”; diam. 20,4

 

A GINORI BOWL, DOCCIA, CIRCA 1780

 

Bibliografia di confronto

L. Frescobaldi Malenchini, The Victoria and Albert Museum Collection, in “Amici di Doccia. Quaderni” n. VII, 2013, Firenze 2014, p. 76 n. 53

Stima    300 / 500
Aggiudicazione:  Registrazione
219

CAFFETTIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770-1785 CIRCA

CAFFETTIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770-1785 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, corpo piriforme, versatoio allungato e terminante in una testa di serpe, ansa a orecchio, coperchio piano con presa a bottone. Il decoro in policromia mostra il caratteristico motivo a mazzetto di fiori con un rametto di rose, con volvoli e fiori sparsi. La forma dell’ansa e del cannello è impreziosita da tocchi di porpora; alt. cm 21,5, largh. massima cm 15,5, diam. cm 11,6

 

A GINORI COFFEE POT, DOCCIA, CIRCA 1770-1785

Stima    800 / 1.200
220

CAFFETTIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770-1785 CIRCA

CAFFETTIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1770-1785 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, corpo piriforme, versatoio allungato e terminante in testa di serpe, ansa a orecchio, coperchio piano con presa a bottone. Il decoro mostra il motivo “a mazzetto”, ma caratterizzato da una rosa centrale scontornata e fioretti sparsi. La curva dell’ansa e l’attacco del cannello sono impreziosite da tocchi di porpora; alt. cm 26,5, largh. massima cm 17,7, diam. cm 13,8

 

A GINORI COFFEE POT, DOCCIA, CIRCA 1770-1785

Stima    800 / 1.200
91 - 120  di 150