Mobili e oggetti d'arte italiani e internazionali

Mobili e oggetti d'arte italiani e internazionali

Asta

FIRENZE
Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
16 APRILE 2019
Ore 15.30

Esposizione

FIRENZE
12 - 15 aprile 2019
orario 10-18 
Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
info@pandolfini.it

Tutte le categorie

Visualizzazione tipo lista
Visualizzazione tipo griglia
31 - 60  di 196 LOTTI
201904160104300.jpg
43

GLOBO TERRESTRE E GLOBO CELESTE DA BIBLIOTECA, FIRMATI JACOPO CANTELLI E DATATI 1660

in legno rivestiti di carta dipinta, montati su supporto ottagonale ligneo a quattro gambe

tornite riunite da traverse rettilinee. Il globo terrestre reca cartiglio con l’iscrizione: GLOBO GEOHYDROGRAPHICO TRACCIATO SECONDO LE INFORMAZIONI DI VIAGGIATORI E DI COSMOGRAFI TUTTO CON PRECISIONE DISEGNATO E DESCRITTO NEI MARI ISOLE E CONTINENTI I CUI NOMI SONO REGISTRATI FORMA JACOPO CANTELI DA VIGNOLA 1660. Il globo celeste presenta lo stemma policromo della nobile famiglia bolognese Hercolani e reca due cartigli, il primo con l’iscrizione: Tipo dell'O[...] con la positione di tutte le stelle nello spatio et la forma delle varie Costellationi, secondo le norme di Tycone. Opera nobilmente eseguita da Jacopo Canteli da Vignola 1660 ad is[tan]za e spesa di S. Serenita Aloysio Hercolani, il secondo con la notazione: Corretto da parecchi errori che in studi antecedenti si trovano, secondo diligenti osservatione fatte fino ad hora con la massima cura, qui tenuti in conto e calcolati, e la precisa regola delle sei grandezze delle stelle; alt. cm 104, diam. cm 93

 

 

A TERRESTRIAL AND A CELESTIAL LIBRARY GLOBE, SIGNED JACOPO CANTELLI AND DATED 1660

 

 

Tra le poche notizie certe sulla figura di Giacomo Cantelli, cartografo emiliano che visse nel XVII secolo, studiò letteratura a Bologna e si specializzò come geografo tra Parigi, Venezia e Roma, c’è quella testimoniata dalle sue lettere secondo cui si applicò alla costruzione di due globi destinati alla biblioteca di Francesco II d’Este, per il quale aveva assunto l’incarico di geografo di corte. In seguito alle grandi scoperte geografiche l’interesse per questi oggetti si era notevolmente diffuso, come testimoniato dai celebri globi che Vincenzo Coronelli realizza per il Re di Francia nel 1683, dei quali si narra fossero di tale grandezza e perfezione da suscitare l’invidia degli altri regnanti. Solitamente i globi venivano fabbricati in coppia, uno terrestre ed uno celeste, per ornare saloni e biblioteche delle grandi dimore nobiliari.

 

Bibliografia di riferimento

A. Bonazzi, D. Dameri, F. Farinelli, Giacomo Cantelli. Geografo del Serenissimo, Bologna 1995, pp. 15-20

 

 

Stima  € 1.200 / 1.800
Aggiudicazione:  Registrazione
31 - 60  di 196 LOTTI