DIPINTI DEL SECOLO XIX

DIPINTI DEL SECOLO XIX

Asta

FIRENZE
Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
14 NOVEMBRE 2017
ore 18.00

Esposizione

FIRENZE
10-13 Novembre 2017
orario 10-13 / 14–19 
Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
info@pandolfini.it

Tutte le categorie

Visualizzazione tipo lista
Visualizzazione tipo griglia
1 - 30  di 62 LOTTI
201711140109500.jpg
95

Silvestro Lega

(Modigliana (Forli) 1826 - Firenze 1895)

PROFILO DI DONNA

olio su tavola, cm 35,5x27

firmato in basso a destra

retro: cartiglio della Mostra dell'Ottocento di Roma, cartiglio e timbro della Mostra commemorativa di Silvestro Lega di Modigliana

 

Provenienza

Galleria Gonnelli, Firenze

Collezione Ermanno Luti, Firenze

Collezione Marta Bigiavi, Firenze

Collezione privata

 

Esposizioni

Mostra dell'Ottocento nel centenario della Società, Roma, Società Amatori e Cultori di Belle Arti, dicembre 1929 - marzo 1930, sala XVII, n. 28
Silvestro Lega. Omaggio all'artista nel XC dalla morte con un gruppo di dipinti presenti sul territorio ed altre di varie provenienze; mostra commemorativa, Modigliana, 23 novembre 1985 - 8 dicembre 1985, n. 28

 

Bibliografia

Silvestro Lega. Omaggio all'artista nel XC dalla morte con un gruppo di dipinti presenti sul territorio ed altre di varie provenienze; mostra commemorativa, catalogo della mostra (Modigliana, 23 novembre 1985 - 8 dicembre 1985) a cura di G. Daddi, Oggiono-Lecco 1985, n. 28
G. Matteucci, Lega. L'opera completa, vol. II, Firenze 1987, p. 225, n. 265

 

 

"Il ritratto si colloca nell'epoca in cui il pittore, a partire dall'86, trascorre al Gabbro periodi sempre più lunghi. Considerando il giro di conoscenze che egli frequentava in quel momento, e il ceto borghese a cui la donna sembra appartenere, non è improbabile che fosse una conoscente di Clementina Fiorini Bandini, proprietaria della villa di Poggio Piano, dove spesso, trattenendosi al Gabbro, Lega si recava".

(G. Matteucci, Lega. L'opera completa, vol. II, Firenze 1987, p. 225, n. 265)

Stima  € 20.000 / 30.000
Aggiudicazione: Registrazione
201711140109600.jpg
96

Adolfo Tommasi

(Livorno 1851 - Firenze 1933)

DOPO LA BRINA

olio su tavoletta, cm 32,5x21,5

firmato e datato "1879" in basso a sinistra

retro: iscritto "1' pensiero del quadro 'Dopo la brina'", timbro della Stanzina dei F.lli Tassi

 

Provenienza

Eredi Adolfo Tommasi

La Stanzina dei F.lli Tassi, Firenze

Collezione privata

 

Esposizioni

Pittori in villa. Silvestro Lega e l'ambiente dei Tommasi a Crespina e dintorni, Villa il Poggio, Crespina, 1997

 

Bibliografia

Pittori in villa. Silvestro Lega e l'ambiente dei Tommasi a Crespina e dintorni, catalogo della mostra a cura di F. Cagianelli, E. Lazzarini, Ospedaletto (Pisa) 1997, n. 25 pp. 81, 129

 

 

In stretta relazione con I cavoli brinati esposti alla Promotrice di Torino ne costituisce una variante, per l'accentuazione del taglio trasversale e il ribaltamento in primo piano dei due cavoli, la cui invadenza ottica diventa stavolta ancora più decisiva. L'abbinamento degli ocra e dei verdi ripropone l'abilità di Adolfo nel sapersi orientare sul terreno della "giustezza nei rapporti dei toni", secondo le teorie elaborate da Martelli partendo dalla lettura di Zola su Manet, nel corso della sua conferenza sugli Impressionisti del 1879. (...) secondo la testimonianza offertaci da Antonio Antony de Witt in un articolo del 1933, dove riferisce delle escursioni domenicali dell'artista in compagnia di Fattori, Signorini e Lega: "Era ancora giovanissimo quando fece vedere ai suoi amici d'arte e di vita un bozzetto, eseguito a San Gervasio: rappresentava un cavolo. Ne ebbe tali consensi, che si decise, dietro loro insistenza, a sviluppare quel tema in un quadro più grande, rappresentante un intero campo di cavoli".

(Pittori in villa. Silvestro Lega e l'ambiente dei Tommasi a Crespina e dintorni, catalogo della mostra a cura di F. Cagianelli, E. Lazzarini, Ospedaletto (Pisa) 1997, n. 25 p. 81)

Stima  € 5.000 / 7.000
1 - 30  di 62 LOTTI