Arte Orientale e Reperti Archeologici

Arte Orientale e Reperti Archeologici

Asta

Firenze
Palazzo Ramirez Montalvo
Borgo Albizi, 26

16 MAGGIO 2012

Tutte le categorie

Visualizzazione tipo lista
Visualizzazione tipo griglia
91 - 120  di 202 LOTTI
Ushabti di sacerdote Materia e tecnica: faience egiziana bruna, tracce di smalto lucente, modellato a stampo Figura mummiforme stilizzata, stante frontalmente, con parrucca tripartita e lunga barba intrecciata; braccia incrociate sul petto a sostenere una zappa ed unascia; da sotto le mani parte uniscrizione geroglifica che si avvolge in fasce parallele sul corpo; sulla parte posteriore pilastro dorsale e sacco dei semi; la piccola statuetta è accuratamente realizzata con buon resa dei tratti del viso e delle notazioni muscolari attraverso la fasciatura Liscrizione specifica che il proprietario è un sacerdote Wadjet Pa-sheri-(en-ta-)ihet figlio di Udja-shu (la madre). Produzione: Egitto Stato di conservazione: integro, faience combusta Dimensioni: alt. cm 17 Datazione: XXVI-XXX dinastia 672-341 a.C.
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
Situla in bronzo Materia e tecnica: bronzo fuso e cesellato Situla di forma troncoconica con due anelli verticali nella parte superiore per la sospensione e la superficie decorata da 4 fasce sovrapposte; in quella superiore sono raffigurate due barche rituali con naos nella parte centrale alternate a figure di sciacalli e babbuini; nella fascia centrale, più ampia, scena di offerta rituale a Amon raffigurato con la corona Atef mummiforme, itifallico e con un flagello nella mano destra. Dietro a lui le due dee Iside e Neftis, seguite da Sekhmet e Mut. Di fronte al dio una tavola di offerte su cui campeggia una grande oca ed un devoto in posizione di offerente. Nella fascia inferiore due gruppi di quattro sciacalli inginocchiati e volti a sinistra separati da due urei alati. Nella parte finale foglie di loto stilizzate. I dettagli delle figure erano resi con sottili linee ad incisione oggi quasi completamente scomparse. Produzione: Egitto Stato di conservazione: integra, consunta e ossidata Dimensioni: altezza cm 14 Datazione: IV-III sec. a.C. Corredata di certificato di temporanea importazione e di certificato di analisi del Laboratorio Scientifico del Museo dArte e Scienza di Milano
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
Ptah Sokar Osiris Materia e tecnica: legno intagliato e scolpito, tracce di stucco Statuetta maschile mummiforme, con le braccia avvolte dalle bende, parrucca tripartita e lunga barba intrecciata posticcia, i piedi poggiano su una base quadrangolare al di sotto della quale si conserva un lungo tenone per linserimento nel supporto ligneo; sulla testa un foro per linserzione di una corona, oggi perduta. Il supporto rettangolare odierno, pur antico, non sembra pertinente alla statuetta Produzione: Egitto Stato di conservazione: integra, alcune fenditure, tracce di insetti xilofagi Dimensioni: alt cm 37; base cm 11x26x5,5 Datazione: Epoca Tolemaica 332-30 a.C. La divinità nata dal sincretismo di tre divinità distinte, ma tutte connesse con i defunti, era normalmente posta sopra una cassetta contenente un rotolo di papiro con una parte del Libro dei morti
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
Stele magica egizia Materia e tecnica: marmo bianco a grana fine, scolpito, inciso e levigato Frammento pertinente alla parte superiore di una stele magica del gruppo cosiddetto di Horo sui coccodrilli, in alto si conserva un volto di Bes fortemente danneggiato mentre nella parte inferiore vi è la raffigurazione del giovane Horo in posizione frontale, nudo e con la treccia della giovinezza sul lato destro della testa che protende le braccia lateralmente a sostenere serpenti ed animali velenosi. Nella parte posteriore si conservano cinque linee di geroglifici sinistrorsi particolarmente accurati nellesecuzione. Produzione: Egitto Stato di conservazione: frammentario su tutti i lati Dimensioni: alt. cm 8,5 Datazione: Epoca Tarda, 716-30 a.C. Le stele di Horo su i coccodrilli fornivano protezione magica contro lattacco degli animali pericolosi, frequenti sul suolo egiziano, in particolar modo si credeva che lacqua, fatta scorrere sulla stele e poi bevuta offrisse rimedio al morso dei serpenti velenosi.
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
Parte di cartonnage egizio Materia e tecnica: lino, gesso e stucco, dipinto in verde-blu, paonazzo, bianco, nero, ocra e oro Due parti pertinenti al cartonnage  di una mummia di epoca Tolemaica; la maschera che porta un nemes verde sulla parrucca tripartita, fermato da una fascia rossa in fronte che si annoda sulla nuca, il volto è dipinto in oro mettendo in evidenza i grandi occhi; fra le due bande anteriori della parrucca si intravede la collana usek;  la parte che copriva i piedi, raffigurati calzati da un elegante paio di sandali infradito e separati da una colonna di geroglifici neri su fondo rosso con la dedica alla Dea Iside da parte di Penu (nome del proprietario); nella parte inferiore è rappresentata la visione delle suole dei sandali separati da una colonna papiriforme (2) Produzione: Egitto Stato di conservazione: cadute di colore e piccoli danni Dimensioni: maschera alt. cm 37; piedi cm 18x19 Datazione: Epoca Tolemaica 332-30 a.C.
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
Raro cinerario biconico Materia e tecnica: impasto bruno lucidato a stecca, decorazione ad impressione e incisione; modellato a mano Cinerario con ampio orlo estroflesso, forma biconica con spalla arrotondata, fondo piatto; ansa a bastoncello ritorto, impostata obliquamente sulla massima espansione del corpo Decorazione: eseguita interamente con pettine a due e a tre denti: sullorlo motivo a dentelli;   alla base del labbro trattini incrociati, sul collo motivo a meandro continuo cui fa seguito una fascia di quattro linee parallele orizzontali con dentelli triangolari campiti da linee oblique e decorati al vertice con coppelle impresse; sulla spalla dentelli stilizzati; sulla massima espansione complesso motivo metopale con motivi geometrici inquadrati da cornici concentriche quadrangolari realizzate a impressione e incisione con piccole coppelle angolari; allattacco col piede dentelli triangolari e serie di quattro solcature Produzione: Etruria meridionale Stato di conservazione: integro Dimensioni: alt. cm 35, diam. bocca cm 22 Datazione: fine IX, inizi VIII sec. a.C.
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
Testa femminile fittile Materia e tecnica: impasto ricco di inclusi micacei, ingubbiatura rosata, modellato a stampo con ritocchi a stecca, interno cavo Testa femminile giovanile velata, con tenia sulla fronte, capelli accuratamente pettinati a piccole ciocche distinte che diventano riccioli multipli a coprire in buona parte le orecchie, ampia fronte, occhi con palpebre delineate, pupille con indicazione delliride, naso rettilineo, bocca dalle labbra socchiuse atteggiata in un leggero sorriso, mento arrotondato; parte posteriore non lavorata Produzione: Etruria meridionale Stato di conservazione: superficie consunta, lacunosa dal collo in giù Dimensioni: alt. cm 22 Datazione: prima metà  IV sec. a.C. Cfr. Civiltà degli Etruschi catalogo della mostra, Firenze 1985, pp.315 ss. n. 13.2 Questa bella testa può essere confrontata con la raffigurazione della fanciulla di profilo a destra, nella Tomba dell Orco n. 1 a Tarquinia, che porta la stessa
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
Collezione di centonove (109) reperti dichiarati di eccezionale interesse archeologico con D.M. 10/04/1999 La Collezione, formatasi seguendo il gusto personale del proprietario, comprende centonove reperti. Interessante è la presenza di un cospicuo numero di vasi attici sia a figure nere che rosse che comprende due anfore a collo distinto, una bella kylix di grandi dimensioni ed una lip-cup del gruppo dei Piccoli Maestri con un satiro ed una menade in corsa; segue per importanza il nucleo degli oggetti etruschi che partendo da una rara olla villanoviana di produzione vulcente si concentra particolarmente nel ricco campionario di buccheri di ottima qualità Infine anche la Magna Grecia è discretamente rappresentata con produzioni di ceramica di Gnathia e frammenti di piccole terracotte votive. Chiude la collezione un piccolo gruppo di bronzi con una raffinata fibula a disco villanoviana e uno specchio decorato con i Dioscuri affrontati.  15.000/18.000 Ceramica Villanoviana Grande olla costolata biansata Materia e tecnica: impasto bruno, ingubbiato rossiccio e lucidato a stecca, modellata a tornio lento Olla con ampio orlo a tesa, collo cilindrico distinto, corpo ovoide, piede a tromba; anse a bastoncello impostate obliquamente sulla massima espansione del corpo Decorazione: sul labbro serie di solcature parallele, alla base del collo anello plastico, ventre decorato da una serie di costolature arcuate e centrato da unapofisi cornuta, dalla cui base si diparte unulteriore costolatura, piede a tromba Produzione: Etruria, probabilmente Vulci Stato di conservazione: labbro scheggiato, integrazioni sul piede Dimensioni:  alt. cm. 39,5 diam. bocca cm. 21,2 Datazione: prima metà VII sec. a. C. Due kantharoi  carenati Materia e tecnica: impasto nero lucidato a stecca, decorazione ad impressione, modellati a tornio lento Orlo leggermente estroflesso, collo cilindrico distinto, corpo carenato, fondo piatto, anse a nastro  sormontanti, impostate dallorlo alla carena Decorazione: motivo a falsa cordicella alla base del collo e sulle anse, due protuberanze verticali sulla carena separate da una bugna con falsa cordicella Produzione: Etruria, Bisenzio Stato di conservazione: scheggiati e in parte integrati Dimensioni:  alt. cm. 7,1, cm 6; diam. bocca cm. 9,5, cm 12,2 Datazione: fine VIII, inizi VII sec. a. C. Ciotola su alto piede Materia e tecnica: impasto bruno lucidato a stecca, modellata a tornio lento Labbro rientrante, vasca carenata, piede a tromba, ansa a bastoncello impostata orizzontalmente sulla carena Produzione: Etruria centro-meridionale Stato di conservazione: scheggiature, piede ricomposto Dimensioni:  alt. cm. 14; diam. bocca cm 22,8 Datazione: fine VIII, inizi VII sec. a. C. Quattoridici fuseruole Materia e tecnica: impasto bruno modellate a mano Fuseruole di forma conica o biconica decorate ad impressione con motivi geometrici Produzione: Etruria centro-meridionale Stato di conservazione: scheggiature, piede ricomposto Dimensioni:  alt. da cm 3,8 a cm 2,2 Datazione: VII-VI sec. a. C. Buccheri Quindici vasi in bucchero Materia e tecnica: bucchero nero lucidato a stecca, decorazione ad incisione, modellati a tornio veloce Unolpe, con collo a profilo concavo, corpo ovoide e piede ad anello; cinque oinochoai a bocca trilobata, collo cilindrico svasato in alto, corpo ovoide e globulare, basso piede troncoconico, ansa a nastro impostata sul labbro e sulla spalla; quattro kantharoi con alto labbro verticale, anse a nastro e piede a tromba; quattro kyathoi con labbro distinto, vasca troncoconica o a profilo convesso, pide a tromba, anse a nastro ed una decorazione plastica di ansa modellata a paperella Decorazione: ad incisione, falsa cordicella e ventaglietti Produzione: Etruria centro-meridionale Stato di conservazione: ricomposti da frammenti Dimensioni: alt. da cm 29,7 a cm 4 Datazione: metà VII- metà VI sec. a.C. Raro braciere ceretano Materia e tecnica: impasto rossiccio, ingubbiatura rossa, decorato a stampo e modellato a tornio lento Labbro a tesa, vasca troncoconica,fondo piatto, alto piede troncoconico, sulla parete interna e sul labbro un fregio a cilindretto con bordo di ovoli con ippocampo e tritone affrontati, cerva, leone e sfinge Produzione: Etruria, Cerveteri

Collezione di centonove (109) reperti dichiarati di eccezionale interesse archeologico con D.M. 10/04/1999 La Collezione, formatasi seguendo il gusto personale del proprietario, comprende centonove reperti. Interessante è la presenza di un cospicuo numero di vasi attici sia a figure nere che rosse che comprende due anfore a collo distinto, una bella kylix di grandi dimensioni ed una lip-cup del gruppo dei Piccoli Maestri con un satiro ed una menade in corsa; segue per importanza il nucleo degli oggetti etruschi che partendo da una rara olla villanoviana di produzione vulcente si concentra particolarmente nel ricco campionario di buccheri di ottima qualità Infine anche la Magna Grecia è discretamente rappresentata con produzioni di ceramica di Gnathia e frammenti di piccole terracotte votive. Chiude la collezione un piccolo gruppo di bronzi con una raffinata fibula a disco villanoviana e uno specchio decorato con i Dioscuri affrontati.  15.000/18.000 Ceramica Villanoviana Grande olla costolata biansata Materia e tecnica: impasto bruno, ingubbiato rossiccio e lucidato a stecca, modellata a tornio lento Olla con ampio orlo a tesa, collo cilindrico distinto, corpo ovoide, piede a tromba; anse a bastoncello impostate obliquamente sulla massima espansione del corpo Decorazione: sul labbro serie di solcature parallele, alla base del collo anello plastico, ventre decorato da una serie di costolature arcuate e centrato da unapofisi cornuta, dalla cui base si diparte unulteriore costolatura, piede a tromba Produzione: Etruria, probabilmente Vulci Stato di conservazione: labbro scheggiato, integrazioni sul piede Dimensioni: alt. cm. 39,5 diam. bocca cm. 21,2 Datazione: prima metà VII sec. a. C. Due kantharoi carenati Materia e tecnica: impasto nero lucidato a stecca, decorazione ad impressione, modellati a tornio lento Orlo leggermente estroflesso, collo cilindrico distinto, corpo carenato, fondo piatto, anse a nastro sormontanti, impostate dallorlo alla carena Decorazione: motivo a falsa cordicella alla base del collo e sulle anse, due protuberanze verticali sulla carena separate da una bugna con falsa cordicella Produzione: Etruria, Bisenzio Stato di conservazione: scheggiati e in parte integrati Dimensioni: alt. cm. 7,1, cm 6; diam. bocca cm. 9,5, cm 12,2 Datazione: fine VIII, inizi VII sec. a. C. Ciotola su alto piede Materia e tecnica: impasto bruno lucidato a stecca, modellata a tornio lento Labbro rientrante, vasca carenata, piede a tromba, ansa a bastoncello impostata orizzontalmente sulla carena Produzione: Etruria centro-meridionale Stato di conservazione: scheggiature, piede ricomposto Dimensioni: alt. cm. 14; diam. bocca cm 22,8 Datazione: fine VIII, inizi VII sec. a. C. Quattoridici fuseruole Materia e tecnica: impasto bruno modellate a mano Fuseruole di forma conica o biconica decorate ad impressione con motivi geometrici Produzione: Etruria centro-meridionale Stato di conservazione: scheggiature, piede ricomposto Dimensioni: alt. da cm 3,8 a cm 2,2 Datazione: VII-VI sec. a. C. Buccheri Quindici vasi in bucchero Materia e tecnica: bucchero nero lucidato a stecca, decorazione ad incisione, modellati a tornio veloce Unolpe, con collo a profilo concavo, corpo ovoide e piede ad anello; cinque oinochoai a bocca trilobata, collo cilindrico svasato in alto, corpo ovoide e globulare, basso piede troncoconico, ansa a nastro impostata sul labbro e sulla spalla; quattro kantharoi con alto labbro verticale, anse a nastro e piede a tromba; quattro kyathoi con labbro distinto, vasca troncoconica o a profilo convesso, pide a tromba, anse a nastro ed una decorazione plastica di ansa modellata a paperella Decorazione: ad incisione, falsa cordicella e ventaglietti Produzione: Etruria centro-meridionale Stato di conservazione: ricomposti da frammenti Dimensioni: alt. da cm 29,7 a cm 4 Datazione: metà VII- metà VI sec. a.C. Raro braciere ceretano Materia e tecnica: impasto rossiccio, ingubbiatura rossa, decorato a stampo e modellato a tornio lento Labbro a tesa, vasca troncoconica,fondo piatto, alto piede troncoconico, sulla parete interna e sul labbro un fregio a cilindretto con bordo di ovoli con ippocampo e tritone affrontati, cerva, leone e sfinge Produzione: Etruria, Cerveteri

Collezione di centonove (109) reperti dichiarati di eccezionale interesse archeologico con D.M. 10/04/1999 La Collezione, formatasi seguendo il gusto personale del proprietario, comprende centonove reperti. Interessante è la presenza di un cospicuo numero di vasi attici sia a figure nere che rosse che comprende due anfore a collo distinto, una bella kylix di grandi dimensioni ed una lip-cup del gruppo dei Piccoli Maestri con un satiro ed una menade in corsa; segue per importanza il nucleo degli oggetti etruschi che partendo da una rara olla villanoviana di produzione vulcente si concentra particolarmente nel ricco campionario di buccheri di ottima qualità Infine anche la Magna Grecia è discretamente rappresentata con produzioni di ceramica di Gnathia e frammenti di piccole terracotte votive. Chiude la collezione un piccolo gruppo di bronzi con una raffinata fibula a disco villanoviana e uno specchio decorato con i Dioscuri affrontati.  15.000/18.000 Ceramica Villanoviana Grande olla costolata biansata Materia e tecnica: impasto bruno, ingubbiato rossiccio e lucidato a stecca, modellata a tornio lento Olla con ampio orlo a tesa, collo cilindrico distinto, corpo ovoide, piede a tromba; anse a bastoncello impostate obliquamente sulla massima espansione del corpo Decorazione: sul labbro serie di solcature parallele, alla base del collo anello plastico, ventre decorato da una serie di costolature arcuate e centrato da unapofisi cornuta, dalla cui base si diparte unulteriore costolatura, piede a tromba Produzione: Etruria, probabilmente Vulci Stato di conservazione: labbro scheggiato, integrazioni sul piede Dimensioni: alt. cm. 39,5 diam. bocca cm. 21,2 Datazione: prima metà VII sec. a. C. Due kantharoi carenati Materia e tecnica: impasto nero lucidato a stecca, decorazione ad impressione, modellati a tornio lento Orlo leggermente estroflesso, collo cilindrico distinto, corpo carenato, fondo piatto, anse a nastro sormontanti, impostate dallorlo alla carena Decorazione: motivo a falsa cordicella alla base del collo e sulle anse, due protuberanze verticali sulla carena separate da una bugna con falsa cordicella Produzione: Etruria, Bisenzio Stato di conservazione: scheggiati e in parte integrati Dimensioni: alt. cm. 7,1, cm 6; diam. bocca cm. 9,5, cm 12,2 Datazione: fine VIII, inizi VII sec. a. C. Ciotola su alto piede Materia e tecnica: impasto bruno lucidato a stecca, modellata a tornio lento Labbro rientrante, vasca carenata, piede a tromba, ansa a bastoncello impostata orizzontalmente sulla carena Produzione: Etruria centro-meridionale Stato di conservazione: scheggiature, piede ricomposto Dimensioni: alt. cm. 14; diam. bocca cm 22,8 Datazione: fine VIII, inizi VII sec. a. C. Quattoridici fuseruole Materia e tecnica: impasto bruno modellate a mano Fuseruole di forma conica o biconica decorate ad impressione con motivi geometrici Produzione: Etruria centro-meridionale Stato di conservazione: scheggiature, piede ricomposto Dimensioni: alt. da cm 3,8 a cm 2,2 Datazione: VII-VI sec. a. C. Buccheri Quindici vasi in bucchero Materia e tecnica: bucchero nero lucidato a stecca, decorazione ad incisione, modellati a tornio veloce Unolpe, con collo a profilo concavo, corpo ovoide e piede ad anello; cinque oinochoai a bocca trilobata, collo cilindrico svasato in alto, corpo ovoide e globulare, basso piede troncoconico, ansa a nastro impostata sul labbro e sulla spalla; quattro kantharoi con alto labbro verticale, anse a nastro e piede a tromba; quattro kyathoi con labbro distinto, vasca troncoconica o a profilo convesso, pide a tromba, anse a nastro ed una decorazione plastica di ansa modellata a paperella Decorazione: ad incisione, falsa cordicella e ventaglietti Produzione: Etruria centro-meridionale Stato di conservazione: ricomposti da frammenti Dimensioni: alt. da cm 29,7 a cm 4 Datazione: metà VII- metà VI sec. a.C. Raro braciere ceretano Materia e tecnica: impasto rossiccio, ingubbiatura rossa, decorato a stampo e modellato a tornio lento Labbro a tesa, vasca troncoconica,fondo piatto, alto piede troncoconico, sulla parete interna e sul labbro un fregio a cilindretto con bordo di ovoli con ippocampo e tritone affrontati, cerva, leone e sfinge Produzione: Etruria, Cerveteri
Offerta Libera
Aggiudicazione:  Registrazione
Kylix di tipo attico Materia e tecnica: argilla figulina arancio; vernice nera lucente con riflessi metallici, vernice bruna e paonazza, modellata a tornio veloce Kylix con labbro leggermente svasato, distinto, vasca troncoconica a profilo arrotondato, piede a tromba, anse a bastoncello impostate obliquamente sotto lorlo e ritorte verso lalto Decorazione: interamente verniciata, eccetto la parte interna delle anse, un cerchio al centro della vasca, la fascia fra le anse decorata a petali verticali e trattini, il bordo esterno ed il piano dappoggio del piede Produzione: ceramica apula dimitazione attica Stato di conservazione:  piede ricomposto Dimensioni: alt. cm 7,5, diam. cm 15 Datazione: inizi V sec. a.C.
91 - 120  di 202 LOTTI