Fine silver, Coins and Medals, Books

26 NOVEMBER 2018
Auction, 0276
28

(Polonia) KROMER, Marcin. De origine et rebus gestis Polonorum libri XXX. Basileae, per Ioannem Oporinum (Basileae, ex officina Ioannis Oporini, 1558 mense Septembri).

Estimate
800 / 1.200
Price realized:  Registration

(Polonia) KROMER, Marcin. De origine et rebus gestis Polonorum libri XXX. Basileae, per Ioannem Oporinum (Basileae, ex officina Ioannis Oporini, 1558 mense Septembri).

In folio (323 x 200 mm). [xii] 719 [37] pp. (pp. 233-236 rilegate dopo le pp. 237-240). Ultima carta bianca. Armi della Polonia al frontespizio e ritratto di re Sigismondo Augusto incisi su legno (alcune descrizioni – non SBN – menzionano un secondo ritratto, di re Sigismondo il Vecchio, qui assente). Antica e bellissima legatura in pieno vitello, riccamente decorata in oro; grande fleuron centrale a piatti, riquadrato da cornice floreale, dorso a nervi con piccole decorazioni in oro, unghiature dorate, tagli dorati e goffrati con motivo floreale in rosa. Cerniere, cuffie e angoli sciupati, qualche abrasione, leggere tracce del tempo, per il resto copia molto buona. 

RARA seconda edizione (dopo la prima del 1555), in splendida legatura, di questa importante storia della Polonia scritta dal leader della Controriforma cattolica. Martin Cromer (Marcin Kromer in polacco, 1512-1589), fu vescovo di Ermland e segretario personale di re Sigismondo I il Vecchio e di re Sigismondo II Augusto. Scrisse questa estesa e dettagliata storia della Polonia prima in polacco, ma ottenne fama internazionale con la presente traduzione in latino. L’opera copre eventi dall’anno 550 alla morte di re Alessandro (1506) ed è dedicata a re Sigismondo II, che ricompensò Cromer con la sua fiducia e gli affidò numerose missioni diplomatiche. Questo testo, una delle grandi opere della storiografia polacca, ha una portata e un contenuto molto ampi. Il re aprì a Cromer gli archivi di stato a Cracovia, ed egli fece buon uso di queste fonti inedite. L’opera include anche la storia di altri popoli slavi: al frontespizio sono menzionati russi, moscoviti, prussiani, ungheresi, lituani, boemi e molti altri.

 

RARE second edition (after the first of 1555), in splendid gilt binding with gauffered edges, of this important history of Poland written by the leader of the Catholic Counter-Reformation.