La donna più famosa d’Oriente: Yang Guifei

Yang Guifei è una delle figure femminili più enigmatiche e controverse della Cina imperiale. Vissuta in un periodo di grave crisi politica e militare, questa giovane donna ha da sempre ammaliato i suoi compatrioti e i sinologi di ogni nazionalità, diventando la protagonista di canti, ballate. Una vera femme fatale che grazie al proprio carisma e alla seducente bellezza giocò un ruolo cruciale nel destino delle dinastia Tang (618-907). Yang Yu Huan fu la concubina favorita dall’imperatore Tang Xuanzong Li Longji (712-742), amata dall’imperatore, venne chiamata a corte, ottenendo il titolo di Guifei, ossia concubina di massimo livello, godendo del trattamento riservato alle imperatrici. Riuscì in poco tempo ad esercitare un'enorme influenza sull'imperatore, che iniziò a trascurare questioni di stato per passare del tempo con lei e in pochi anni molti dei suoi parenti acquisirono grande peso nella scena politica cinese. La tradizione vuole che la giovane amasse i litchi a tal punto che l’imperatore, ogni notte, inviava dei messi nel sud della Cina affinché acquistassero questi frutti per appagare le richieste della sua amata. Pandolfini casa d’aste è lieta di presentare, nell’asta di arte orientale che si terrà il 19 dicembre, un disegno, lotto 188, raffigurante Yang Yu Huan, mentre si reca a fare un bagno con un’ancella che le offre fiori di litchi; in basso a destra marchio in rosso recita: “una vita come questa mi rende saggia”.

Top