Il comune di Lucera mobilita la cittadinanza per riportare a casa tre importanti teste archeologiche

Riportiamo a casa le teste! Questo è il motto di una pregevole iniziativa di crowdfounding del Comitato "Custodi della Memoria" di Lucera, in collaborazione con la Fondazione "Apulia Felix" e con il patrocinio del Comune di Lucera. 
Conscia dell’importanza culturale del nostro passato, la comunità lucerina, con il supporto di un gruppo di appassionati da tutta Italia, parteciperà alla prossima asta di Archeologia del 18 dicembre 2019. L’obbiettivo è stato quello di raccogliere la somma necessaria per aggiudicarsi tre teste votive in terracotta. Queste teste, già facenti parte di una collezione privata nobiliare pugliese, sono state rinvenute nel secolo scorso negli scavi del deposito votivo posto sulla collina del Belvedere di Lucera nei pressi del santuario di San Salvatore e sono state pubblicate nel 1980 (F. Rossi, Un gruppo di terrecotte votive da Lucera, in Archeologia Classica 32, 1980). 
Proprio per questo motivo Lucera ed i suoi abitanti si sono mobilitati per riportare a casa questa importante testimonianza del patrimonio culturale che sperano possa andare ad arricchire il già celebre museo archeologico locale.Da parte della Casa d’aste Pandolfini un in bocca al lupo a questa iniziativa e a tutti gli appassionati consci dell’importanza del nostro passato!

Top