I SEGRETI DEL BUDDHA

L’ultima asta di Arte Orientale è riuscita ad attrarre l’attenzione dei collezionisti di arte orientale italiani e di molti compratori internazionali, con ottime aggiudicazioni, fra cui un bellissimo Buddha in bronzo che ha chiuso la gara a 60.000 euro. Ma conosciamo meglio Buddha.Nonostante il buddismo abbia diverse tradizioni e variazioni culturali, la figura del Buddha rimane sempre il punto focale della religione. Ma anche il significato delle statue di Buddha può variare: si possono riconoscere le varie posizioni delle mani, o mudra, ciascuna delle quali veicola un significato spirituale. Si conoscono oltre 100 mudra: ma cosa significano tutte queste posizioni delle mani?Se per esempio nel mudra dhynana il Buddha è rappresentato con entrambe le mani poggiate sul grembo a simboleggiare la saggezza e nel mudra Abhaya è invece raffigurato con la mano destra alzata, il palmo rivolto verso l'esterno e le dita verso l'alto, a rappresentare il coraggio, il nostro Buddha appartiene ad una delle tradizioni iconografiche più diffuse, quella del Buddha bhumisparsha.Raffigurato sempre seduto, con la mano destra appoggiata sul ginocchio e le dita rivolte verso la terra mentre la mano sinistra poggia sulle ginocchia con il palmo rivolto verso l'alto, questo mudra rappresenta il momento in cui il Buddha ha raggiunto l’illuminazione ai piedi dell'albero della Bodhi: “Bhumisparsha” infatti, significa “che tocca la terra” o “chiamare la terra come testimone”.