ASTA A TEMPO | TAZZINE DA COLLEZIONE

8  -  15 FEBBRAIO 2024
Asta a tempo, 1295
19

TAZZINA CON PIATTINO, NAPOLI, MANIFATTURA DI CAPODIMONTE, 1755 CIRCA

Stima
1.200 / 1.800
Asta conclusa
Il lotto e' stato aggiudicato a un valore di: 2142 €  c.i.

TAZZINA CON PIATTINO, NAPOLI, MANIFATTURA DI CAPODIMONTE, 1755 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia e oro, secondo la tipica decorazione “a natura morta”, che occupa una sola faccia della tazza e il centro del piattino, realizzata con una tecnica pittorica accostabile al puntinato tipico della direzione Caselli. Tale tipologia di decorazione, che non viene mai ricordata nei giornali di fabbrica, viene concordemente attribuita a Giacomo Nani e al figlio Mariano, assunti in manifattura come “pittori di animali e delle cose natutrali”. Tazza a coppetta su piede ad anello con ansa sagomata. Marca giglio in blu e lettere incusse nella pasta sul fondo di entrambi i pezzi ed etichetta di provenienza M.C. SESTIERI – ROMA sul retro del piattino; tazzina alt. cm 4,8, piattino diam. 13,6

 

A CAPODIMONTE CUP WITH SAUCER, NAPLES, CIRCA 1755

 

Bibliografia di confronto

A. Carola-Perrotti, Le porcellane dei Borbone di Napoli. Capodimonte e Real Fabbrica Ferdinandea 1743-1806, Napoli 1986, pp. 114-115 n. 60;

P. Giusti (a cura di), Porcellane di Capodimonte. La Real Fabbrica di Carlo di Borbone 1743-1759, cat. della mostra, Napoli 1993, pp. 124-125 n. 61