ARCHEOLOGIA

29 MARZO 2023
Asta, 1182
158

Pinax con paesaggio bucolico

Stima
3.500 / 5.500
Aggiudicazione:  Registrazione

Pinax con paesaggio bucolico

H. 30 cm; largh. 20,5 cm; prof. 2 cm

Produzione Italia centro-meridionale, I secolo d.C.

 

Frammento di intonaco con scena di paesaggio marginata da una linea bruna sullo sfondo nero della parete. Sullo sfondo della scena si vedono le mura turrite di una città, mentre nel prato, nei pressi di una fattoria (di cui è conservata parte di un muro sulla sinistra), stanno pascolando due bovini: uno è collocato quasi sul margine destro del frammento e l’altro al centro della scena.

Si tratta di uno di quei quadretti che decoravano le pareti delle prestigiose residenze private e che, con studiata finzione, erano posti al centro di ampi quadri monocromi come quadri appoggiati alla parete (si confronti, per esempio, il tablino H della Casa di M. Lucrezio Frontone a Pompei). Il tipo di scena, che potremmo definire idillico-sacrale, trova precisi confronti con contesti urbani e pompeiani: W.J.T. Peters, Landscape in Romano-Campanian mural painting, Assen 1963; M. Croisille, Paysages dans la peinture romaine. Aux origines d’un genre pictural, Paris 2010.