ASTA A TEMPO | LIBRI, MANOSCRITTI E AUTOGRAFI

25 GIUGNO  -  4 LUGLIO 2022
Asta a tempo, 1138
23

MONTANELLI, Indro. Il vero della Rovere. Due tempi di Indro Montanelli. In collaborazione con: Vincenzo Talarico. [1965].

Stima
600 / 800
Asta conclusa
Il lotto e' stato aggiudicato a un valore di: 750 €  c.i.

MONTANELLI, Indro. Il vero della Rovere. Due tempi di Indro Montanelli. In collaborazione con: Vincenzo Talarico. [1965].

DATTILOSCRITTO ORIGINALE DELL’ADATTAMENTO TEATRALE de Il Generale della Rovere. Istruttoria di un processo, breve romanzo, in parte autobiografico, di Indro Montanelli, la cui prima versione, intitolata Pace all’anima sua, apparve nel dicembre 1945 sulla rivista “Il Mercurio”. Il racconto fu poi sviluppato e pubblicato in 8 pagine sul primo numero de “Il Borghese” il 15 marzo 1950. Lo scritto uscì lo stesso anno nel libro Pantheon minore, e dal 1961 è contenuto nei celebri Incontri. La vicenda fu inoltre trasposta nel film omonimo diretto da Roberto Rossellini nel 1959, al quale Montanelli stesso collaborò nella sceneggiatura assieme a Sergio Amidei, pubblicando nel medesimo anno il romanzo, all’inizio del quale avverte: “Questo piccolo libro non è che la traduzione in termini narrativi del cosiddetto «trattamento», su cui la sceneggiatura si è basata. L’ho scritto cioè come una storia, non come una pagina di Storia.” Il presente testo è l’adattamento teatrale scritto nel 1965 con Vincenzo Talarico (1909-1972), giornalista, sceneggiatore e attore italiano. Fu rappresentato al Teatro Sant’Erasmo di Milano (demolito nel 1969) e si è reperita una locandina di presentazione dello spettacolo a cura del “Teatro TDN di Maner Lualdi”, con regia di Lualdi, scene di Umberto Bertacca e interpreti: Mario Carotenuto, Tino Bianchi, Giancarlo Fantini, Gerhard Herter, Giuliana Rivera, Leopoldo Valentini.1 Questi nomi sono tutti trascritti a matita sul dattiloscritto, accanto alla lista dei personaggi. Le numerose note, scritte in una grafia che non è né quella di Montanelli, né quella di Talarico2, descrivono le azioni degli attori (“si ferma”, “si gira di fronte” ecc.), forniscono dati tecnici (“luce”, “buio”, “telefono”), ma in moltissimi casi si sostituiscono al testo dattiloscritto corrispondente, che viene cassato. Altre copie del dattiloscritto sono presenti presso la Fondazione Montanelli Bassi e la Fondazione Vincenzo Padula.

1: cfr.  http://www.teatronovecento.it/il-vero-della-rovere-1965-mario-carotenuto-tino-bianchi/

2: ringrazio Alberto Malvolti, presidente della Fondazione Montanelli Bassi, e Peppe Cristofaro, presidente della Fondazione Vincenzo Padula, che mi hanno fornito esempi della grafia di Montanelli e di Talarico.

Insieme composto da: 2 fogli non numerati 89 numerati 2 numerati a mano 87/88, tutti dattiloscritti, 1 foglio manoscritto, ciascuno inserito entro una busta di plastica trasparente all’interno di un faldone; conservata la cartellina cartonata originale. Numerosissime correzioni e note manoscritte a matita e inchiostro blu, verde e rosso; il verso di vari fogli reca ulteriori note e disegni che precisano la posizione degli attori sul palcoscenico e altri dettagli tecnici; al verso del foglio finale si trova l’indicazione manoscritta con matita rossa e lettere maiuscole “Peter Martell v. P. Mascagni 15 Roma”. Fogli ingialliti e altre minori tracce del tempo.


ORIGINAL TYPESCRIPT OF THE THEATRE ADAPTATION of Il Generale della Rovere. Istruttoria di un processo, a short novel, partly autobiographical, Indro Montanelli (1909-2001, one of the most famous Italian journalists), the first version of which, entitled Pace all’anima sua, appeared in December 1945 in the magazine “Il Mercurio”. Detailed description and additional images upon request.