BIANCO, BLU E OLTRE. PORCELLANE E MAIOLICHE GINORI DEL SETTECENTO

20 OTTOBRE 2021
Asta, 1104
134

TABACCHIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1745-1755

Stima
3.000 / 5.000
Aggiudicazione:  Registrazione

TABACCHIERA, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1745-1755

in porcellana dipinta in policromia, corpo di forma rettangolare con coperchio montato in metallo dorato, dipinto con una scena mitologica con Arianna circondata da fanciulle che si lava e si prepara per un incontro amoroso. Sui lati della scatola una serie di scenette con putti e tritoni, mentre sotto la base la fanciulla riposa accompagnata da due putti; all’interno del coperchio invece Bacco corteggia Arianna. La rara tabacchiera appartiene alla produzione del “Laboratorio degli Argentieri”, che il Marchese aveva istituito in manifattura unitamente a quella delle pietre dure e si trasferirà a Livorno al seguito dello stesso Marchese nel 1747, secondo le notizie ricavate dagli inventari e dalle opere consegnate “al magazziniere” o nella “Tariffa delle porcellane”. Le cosiddette “galanterie” divennero una produzione fondamentale della manifattura, la cui importanza era strettamente legata alla decorazione che i migliori pittori erano in grado di trasferire su oggetti di dimensioni così ridotte; cm 3,4x8,2x6,2

 

A GINORI SNUFF-BOX, DOCCIA, 1745-1755

 

Bibliografia di confronto

A. Biancalana, Porcellane e maioliche a Doccia. La fabbrica dei Marchesi Ginori. I primi cento anni, Firenze 2009, pp. 168-174