BIANCO, BLU E OLTRE. PORCELLANE E MAIOLICHE GINORI DEL SETTECENTO

20 OTTOBRE 2021
Asta, 1104
150

COPPIA DI GRANDI CISTE, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1750 CIRCA

Stima
4.000 / 6.000
Aggiudicazione:  Registrazione

COPPIA DI GRANDI CISTE, DOCCIA, MANIFATTURA GINORI, 1750 CIRCA

in porcellana dipinta in policromia, corpo cilindrico con manici applicati di forma arcuata e cardine allungato per consentire la presa; prive di coperchio. La policromia è piena e caratterizzata da fioretti verdi chiari, tipici di uno dei più antichi ornati orientali eseguiti in manifattura, cosiddetto “con fiori indiani”: rami disposti in modo asimmetrico che si dipartono dal centro, carichi di fiori diversificati, lumeggiati da elementi dorati; decoro a fiori orientali d’ispirazione cinese che giunse in manifattura tramite la mediazione delle porcellane tedesche ed europee in generale. Un interessante confronto ci deriva da una scatola con coperchio conservata al Museo di Düsseldorf e dalla coppia del museo di Villa Cagnola a Varese; una presenta sul fondo etichetta di collezione SILVIO FERRARA ROMA; alt. cm 16,3, diam. bocca cm 19,9, diam. base cm 16,9 e alt. cm 16,3, diam. bocca cm 20,7, diam. base cm 17,3

 

 

A PAIR OF LARGE GINORI BISCUIT BARRELS, DOCCIA, CIRCA 1750

 

Bibliografia di confronto

L. Ginori Lisci, La Porcellana di Doccia, Milano 1963, p. 46 fig. 21

M. Burresi (a cura di), La manifattura toscana dei Ginori. Doccia 1737-1791, Pisa 1998, p. 76 n. 69, p. 145 (per il decoro);

L. Melegati in AA.VV., La Collezione Cagnola. II. Le arti decorative. Arazzi - Sculture - Mobili – Ceramiche, Busto Arsizio 1999, p. 296 n. 314