Dipinti del XIX secolo

8 GIUGNO 2021
Asta, 1055
120

Amedeo Bocchi

Stima
6.000 / 9.000
Aggiudicazione:  Registrazione

Amedeo Bocchi

(Parma 1883 - Parma 1976)

RITRATTO DELLA SIGNORA MALVINA FORNARI BERENINI

olio su tela, cm 84,5x89,5

firmato e datato "Roma 1918" in basso a sinistra

 

PORTRAIT OF MRS MALVINA FORNARI BERENINI

oil on canvas, 84.5x89.5 cm

signed and dated "Roma 1918" lower left

 

L’opera inedita del pittore parmense Amedeo Bocchi che qui presentiamo ritrae Malvina Fornari Berenini. L’anziana e distinta signora, vestita di nero, è seduta su una sedia di legno posta di tre quarti ed osserva altera lo spettatore; i suoi imperturbabili occhi verde bottiglia richiamano i colori del parco in cui è immersa. La ritrattata è la madre di Agostino Berenini, deputato, ministro e senatore del Regno d’Italia originario di Parma come il pittore.

Il dipinto che presentiamo è firmato e datato Roma 1918: ci troviamo infatti all’interno del parco di Villa Borghese, a Villa Strohl-Fern, edificio fatto costruire dal 1879 dall’alsaziano Alfred Wilhelm Strohl insieme a una serie di studi destinati, per volontà del nobile mecenate, ad ospitare artisti. Nei decenni essi accolsero, tra i tanti, artisti quali Armando Spadini, Attilio Selva, Cipriano Efisio Oppo, Francesco Trombadori, Carlo Socrate, Ercole Drei. Amedeo Bocchi vi si trasferì nel 1915, tre anni prima dell’esecuzione del ritratto, e vi trascorse la sua intera vita. Il giardino del parco servì da ambientazione a molti dipinti dell’artista, primo tra tutti Nel parco (Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, Roma), datato 1919, dove la seconda moglie del pittore, Niccolina, posa sulla medesima sedia con lo stesso cuscino a fantasia floreale, ritratto che condivide col nostro anche la tavolozza cromatica acida e squillante, tipica dei dipinti di Bocchi di quegli anni.