Sculture e oggetti d'arte europei dal medioevo al XIX secolo da collezioni private

19 OTTOBRE 2021
Asta, 1049
289

Gaspero Bruschi

Stima
6.000 / 9.000

Gaspero Bruschi

(Firenze 1710 - 1780)

SILENO SU UN ASINO

in bronzo, cm 20x20x10, su base di marmo nero, cm 4x18x9

 

Gaspero Bruschi  (Florence 1710 - 1780), Silenus riding a donkey, bronze

 

Bibliografia

G. Pratesi (a cura di), Repertorio della scultura fiorentina del Seicento e Settecento, Torino 1993, vol. II, tav. 34

 

Si tratta di un tema iconografico spesso utilizzato in raffigurazioni allegoriche e mitologiche, già noto in antichità e parte di quell’immaginario derivante da fonti classiche relative ai trionfi di Bacco raccontati ad esempio nella Metamorfosi di Ovidio. Lo scultore autore di questo gruppo è Gaspero Bruschi, fiorentino allievo dello scultore Girolamo Ticciati, il cui nome è legato alla manifattura di porcellana di Doccia a Firenze. Bruschi infatti fu assunto dal marchese Carlo Ginori come capo dei modellatori nell’anno della fondazione della manifattura (1737) e si distinse per la propria abilità e sensibilità artistica.