Mobili e oggetti d'arte italiani

18 MAGGIO 2021  
97

COPPIA DI MORI, VENEZIA, SECOLO XVIII

in legno intagliato laccato e dorato, raffigurati in posizione stante su base rocciosa in atto di tenere una cornucopia, il corpo nudo coperto solo da un panneggio cinto ai fianchi, alt. cm 162 e cm 159

 

A PAIR OF VENETIAN BLACKAMOOR FIGURES, 18TH CENTURY

 

Bibliografia di confronto

C. Santini, Mille mobile veneti. L’arredo domestico in Veneto da sec. XV al sec. XIX. Volume terzo. Venezia, Modena 2010, p. 279 nn. 484-485

 

La predilezione per l’esotico, che giocò un ruolo da sempre ponderante nella vicenda artistica veneziana, trova un’eclatante conferma nella proliferazione dei mori, che fanno la loro comparsa in qualità di policromi complementi d’arredo già negli inventari seicenteschi. Il Settecento decreta il trionfo di queste poderose figure scolpite a tutto tondo, variamente utilizzate come torciere, reggi-vassoi o portavasi. In svariate positure ed atteggiamenti, si presentano talvolta agghindati con costumi sontuosi di foggia orientale, il sui squillante cromatismo contrasta col nero d’ebano delle carni ed il rosso lacca delle labbra umide, talvolta pudicamente coperti da gonnellini succinti, ad accentuare il turgido vigore delle muscolature abbrunate.

Clara Santini, cit. p. 279

Stima
4.000 / 6.000

11 - 20  di 143 Lotti
91
3.000 / 5.000
92
1.000 / 1.500
93
3.000 / 5.000
94
8.000 / 12.000
95
300 / 400
96
2.000 / 3.000
97
4.000 / 6.000
98
2.000 / 3.000
99
1.200 / 1.800
100
4.000 / 6.000
11 - 20  di 143 Lotti

Top