ARCHEOLOGIA

23 FEBBRAIO 2021  
6

TYET CON TESTA DI HATHOR

Egitto, epoca tarda, VIII-I secolo a.C.

 

Amuleto in pietra verde, composto nel tratto inferiore da un nodo isiaco (Tyet), sopra al quale è posta, in modo inconsueto, una testa di Hathor con parrucca tripartita e volto dalle orecchie bovine. H. 5,7 cm.

Il Tyet, o nodo isiaco, è un amuleto ben noto soprattutto nel Nuovo Regno, quando diviene, nella sua versione in pietra rossa, un elemento comune del corredo delle mummie. L’amuleto in colore verde, attestato anche in faience, poteva alludere alla rinascita (C. Andrews, Amulets of Ancient Egypt, Austin 1994, pp. 44-45). La associazione Tyet – testa di Hathor è ben attestata dal Nuovo Regno: compare in particolare nelle quattro statuette di Senenmut come portatore di sistro (al Metropolitan di New York, a Monaco di Baviera, al Museo del Cairo e a Luxor): S. Hassan, A Fragment of the Hathor-Headed Naos Sistrum from a Sistrophorous Statue of Senenmut from Karnak, in La Cachette de Karnak: Nouvelles perspectives sur les decouvertes de Georges Legrain, 2016, pp. 250 n. 5, 251.

 

Provenienza

Collezione privata

Stima
200 / 400
Aggiudicazione:  Registrazione

1 - 10  di 235 Lotti
3
1.400 / 1.800
5
1.000 / 2.000
7
500 / 700
10
400 / 600
1 - 10  di 235 Lotti

Top