ARCHEOLOGIA

23 FEBBRAIO 2021
Asta, 1020
176

RITRATTO FEMMINILE

Stima
14.000 / 18.000

RITRATTO FEMMINILE

ROMA, SECONDA METÀ II – INIZIO III SECOLO d.C.

 

Testa ritratto di giovane donna in marmo bianco a grandi cristalli. Il volto, ovale e con grandi occhi pensosi, è incorniciato da un'elaborata capigliatura. I capelli sono ripartiti in lunghe ciocche a loro volta mosse da sottili incisioni, tirati indietro e fissati sulla nuca da una sottile stringa che ferma anche i capelli sul collo (non portati ovunque a finitura perché destinati ad essere in secondo piano, probabilmente entro una nicchia). H. 28 cm.

Questo ritratto femminile si contraddistingue per il tipo di acconciatura a melone – le cui origini risalgono almeno al I secolo d.C. – si veda per esempio Malibu J.-P. Getty, inv. 77.AA.74: J. Frel, Roman Portraits in the Getty Museum, Malibu 1981, pp. 33 e 35, n. 20 – ma che per stile e tecnica in questo esemplare deve datarsi nel II secolo d.C. avanzato o in età severiana. Buoni confronti sono forniti da una piccola testa di età severiana a Milano, Museo Civico Archeologico, inv. A4071 (E. Camporini, Sculture a tutto tondo del Civico Museo archeologico di Milano provenienti dal territorio municipale e da altri municipia, Roma 1979, cat. n. 83) e da una testa capite velato da Sagalassos (Burdur, inv. K 299.99.94: Arachne DAI n. 80433). 

 

Provenienza

Collezione privata

Pandolfini 14 dicembre 2010, lotto 247