ARCHEOLOGIA

23 FEBBRAIO 2021  
79

COPERCHIO DI SARCOFAGO

ETRURIA, TUSCANIA, SECONDA METÀ DEL II SECOLO a.C.

 

Sarcofago in terracotta. Il defunto, con tunica a maniche corte e mantello passato sul capo, è raffigurato come se partecipasse ad un banchetto, recumbente su una kline, con il piede destro disposto in orizzontale ed il sinistro di lato. L’uomo ha i capelli disposti a ciocche allungate sulla fronte, volto allungato, arcate sopracciliari ben rilevate, grandi occhi, naso diritto e mento pronunciato. Un anello con castone circolare all’anulare della mano sinistra vuole caratterizzare l’uomo come una figura socialmente prestigiosa. Lungh. complessiva 180 cm. H. max. 60 cm.

Il coperchio di sarcofago appartiene a una categoria di manufatti per cui era particolarmente nota l’area di Tarquinia (cui Tuscania può essere riferita), che ebbe un grande sviluppo dal IV secolo a.C. In particolare, l’esemplare, appartenente al tipo 5 della sistemazione di M.D. Gentili, può essere ascritto a quello che è stato definito 'gruppo disorganico' della bottega E (M.D. Gentili, I sarcofagi etruschi in terracotta di età recente, Roma 1994, pp. 135-136), che presenta analogie nella resa del volto e nella struttura particolarmente ampia del torso.

 

Provenienza

 

Collezione privata

 

Oggetto dichiarato d’interesse archeologico particolarmente importante dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali

 

Stima
7.000 / 9.000
Aggiudicazione:  Registrazione

71 - 80  di 235 Lotti
72
1.500 / 1.800
73
1.000 / 1.500
74
1.000 / 1.500
75
800 / 1.200
76
250 / 450
77
1.000 / 2.000
78
3.400 / 4.500
79
7.000 / 9.000
80
400 / 600
81
250 / 500
71 - 80  di 235 Lotti

Top