ARCHEOLOGIA

23 FEBBRAIO 2021  
8

AMULETO DELLA DEA SEKHMET

EGITTO, NUOVO REGNO / TERZO PERIODO INTERMEDIO

 

Amuleto in faience verde raffigurante Sekhmet (o Bastet?) seduta su di un elaborato trono decorato da figure stilizzate di serpenti (riferimento al dio serpente Nehebkau?). La dea, dalla testa di leonessa, indossa un lungo vestito che scende fino ai polpacci e regge un sistro sulla sinistra. Sul retro del trono, un geroglifico con ankh. L’amuleto era destinato alla sospensione: dietro alla testa ferina si vede un anello per il passaggio del filo. H. 7,2 cm.

Secondo il documento allegato dai venditori, l’amuleto proveniva dal  basso  Egitto  (rinvenimento  nei  pressi  di  Boubastis).  Un  confronto abbastanza preciso è costituito da un amuleto al British Museum, pur di dimensioni lievemente inferiori – inv. 1946,1204.110: C. Andrews, Amulets of Ancient Egypt, Austin 1994, p. 34.

 

Provenienza

Nassar Brothers, acquisto 8 ottobre 1975

Collezione privata

 

 

Stima
500 / 700
Aggiudicazione:  Registrazione

1 - 10  di 235 Lotti
3
1.400 / 1.800
5
1.000 / 2.000
7
500 / 700
10
400 / 600
1 - 10  di 235 Lotti

Top