Oggetti d'arte e sculture

30 GIUGNO 2020  
21

Toscana, fine secolo XVI

RELIQUIARIO

in bronzo e rame fuso, cesellato,  inciso e dorato, base circolare ornata da simboli della Passione entro riserve sagomate, fusto a sezione circolare con ampio nodo ovoidale su cui si svolgono le rappresentazioni della Croce, dell’Ecce Homo e degli strumenti e simboli della Passione. La struttura della teca ha forma circolare con aperture scandite da cariatidi e poggia su un’ampia base cesellata con teste di cherubini che sorreggono festoni. Il coperchio, analogamente decorato, ha il finale in forma di Crocefisso; alt. cm 37,5

 

Tuscan, late 16th century, a reliquary

 

La forma architettonica dell’opera rientra pienamente nel periodo artistico della “Rinascenza” in cui proliferavano le speculazioni teoriche sugli edifici a pianta centrale. Stilisticamente complesso nel decoro per la compresenza di elementi come le teste di cherubini con festoni, che decorano la base e il coperchio della teca, o le cariatidi della stessa, il reliquiario dimostra di essere un’opera creata per mano di un orefice ben aggiornato sugli allora “moderni” gusti artistici rinascimentali. Per la ricchezza degli sbalzi e dei ceselli e per la forma strutturale, l’opera è ben paragonabile con il reliquiario dei Santi Pietro e Paolo della Chiesa di San Salvatore di Ognissanti a Firenze, realizzato da manifattura fiorentina della fine del XVI secolo

Stima  € 1.200 / 1.800
Aggiudicazione:  Registrazione

21 - 30  di 164 Lotti
21
€ 1.200 / 1.800
22
€ 2.000 / 3.000
23
€ 2.300 / 3.500
24
€ 4.500 / 6.500
25
€ 15.000 / 25.000
26
€ 2.500 / 4.000
27
€ 2.500 / 4.000
28
€ 5.000 / 7.000
29
€ 5.000 / 8.000
30
€ 5.000 / 7.000
21 - 30  di 164 Lotti