Mobili e oggetti d'arte italiani e internazionali

16 GIUGNO 2020  
247

QUATTRO APPLIQUES, FRANCIA, FINE SECOLO XVIII

in bronzo dorato, fusto in foggia di due nastri trattenuti all’estremità superiore da un fiocco che si portano verso il basso arricchendosi di festoni fioriti, al centro un lungo nastro pieghettato trattiene con un grande fiocco i due bracci in foggia di corno da caccia con piattelli circolari sostenuti da collo svasato cesellato a unghiature; i lembi del nastro scendono avvolgendosi lungo il fusto, terminante in grandi nappe di passamaneria, cm 56x28,5x19

 

A GROUP OF FOUR FRENCH WALL APPLIQUES, LATE 18TH CENTURY

 

Provenienza

Galleria Segoura, Parigi, pubblicate nel catalogo 1997 a p. 72

 

Questa suite di appliques può essere avvicinata a quelle realizzate per il Grand Salon du Petit Trianon à Versailles. Il motivo dei corni da caccia fa la sua prima apparizione nel 1758 con il bronzista Jean-Jacques Caffieri (Parigi 1725 - 22 giugno 1792). Ultimo e più famoso membro di una celebre famiglia di artisti francese di origine italiana, Jean-Jacques fu sculpteur du Roi durante il regno di Luigi XV e lavorò al Louvre e al Palais-Royal, per il quale progettò la monumentale rampe d'escalier; fu inoltre autore di numerosi busti in terracotta e in marmo, tra i quali quello di Madame du Barry, favorita del re, o ancora quelli di Corneille e di Racine per la Comédie-Française, grazie ai quali divenne il più noto ritrattista francese della seconda metà del Settecento, insieme al suo rivale Jean-Antoine Houdon.

Stima  € 4.000 / 6.000
Aggiudicazione:  Registrazione

241 - 248  di 248 Lotti
241
€ 800 / 1.200
242
€ 2.000 / 3.000
243
€ 1.200 / 1.800
244
€ 4.000 / 6.000
245
€ 1.000 / 1.500
246
€ 800 / 1.200
247
€ 4.000 / 6.000
248
€ 10.000 / 15.000
241 - 248  di 248 Lotti