Arcade | Libri, Argenti, Porcellane e Maioliche, Numismatica

Arcade | Libri, Argenti, Porcellane e Maioliche, Numismatica

Asta

FIRENZE
Palazzo Ramirez-Montalvo

16 -  17 DICEMBRE 2019
16 dicembre 2019 ore 15.00
LIBRI, MANOSCRITTI E AUTOGRAFI lotti 1-115

16 dicembre 2019 ore 16.00
ARGENTI ITALIANI ED EUROPEI lotti 130-238

16 dicembre 2019 ore 17.00 
MAIOLICHE E PORCELLANE lotti 251-369

17 dicembre 2019 ore 10.30 
MONETE E MEDAGLIE lotti 401-529

17 dicembre 2019 ore 15.00
MONETE E MEDAGLIE lotti 530-760

Esposizione

FIRENZE
Giovedì        12 dicembre   10-18
Venerdì        13 dicembre   10-18
Sabato         14 dicembre   10-18
Domenica    15 dicembre   10-18

Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
info@pandolfini.it

Tutte le categorie

Visualizzazione tipo lista
Visualizzazione tipo griglia
91 - 120  di 703 LOTTI
12019007712.jpg

(Illustrati 800 - Folklore regionale italiano) BUONAIUTI, B. Serafino. Italian scenery; representing the manners, customs, and amusements of the different states of Italy. London, Edward Orme, 1806.

In folio (340 x 255 mm). [iv] 74 [2] pp. e 32 tavole calcografiche colorate a mano, più una tavola calcografica con spartito. Vitellino marezzato coevo, piatti riquadrati da cornice dorata (abrasa in punti), dorso a nervi con decorazioni dorate negli scomparti (restauri alla testa e al piede e tassello rinnovato). Ex libris “Au C.te Chandon de Briailles” e altra antica firma di possesso. Difetti alla legatura, fioriture ad alcune carte di testo, tavole con colori vivaci.

                     Bella opera dedicata a costumi, giochi, danze e attività nelle varie regioni d’Italia (principalmente Campania, Lazio e Piemonte). Sono illustrati ad esempio una famiglia napoletana che mangia maccheroni, balli come la tarantella, giochi, mestieri (pescivendoli, lavandaie, fabbro, minatori, ecc.), fontane, scene legate alla religione (confessione, catechismo, ecc.), vedute con il Vesuvio sullo sfondo, chalet in alta montagna e interni di altre abitazioni, ecc. Esemplare completo della tavola incisa su rame con lo spartito della Tarantella, spesso assente, e appartenuta a Raoul Chandon de Briailles (1850-1908), storico e commerciante di vini, fondatore del marchio di champagne Chandon de Briailles.

 

Beautiful work with hand-coloured plates dedicated to customs, games, dances and activities in the various regions of Italy (mainly Campania, Lazio and Piedmont). Complete with the engraved plate with the Tarantella score, often missing, and with the bookplate of Raul Chandon de Brialles, founder of the homonymous champagne firm. Detailed description and additional images upon request.

 

Stima    400 / 600
12019007173.jpg

(Firenze - Toscana - Illustrati 800) CAROCCI, G. Raccolta di vedute di Firenze e altre città della Toscana. Non datato, ma prima metà del XIX secolo.

Album in-folio oblungo (270 x 384 mm) contenente 56 vedute incise all’acquaforte colorate a gouache e all’acquerello da mano coeva, con rilievi “a la gomme”, tutte inquadrate da una cornice nera a filo con l’inciso, e con i margini tinteggiati di verde. Allegate in fine 4 tavole calcografiche e 2 litografiche (pallidamente fiorite ai margini). Le vedute riportano talvolta i titoli scritti in calce a matita da mano coeva. Legatura coeva in mezzo marocchino scuro con angoli, dorso a nervi con titolo “Florence” e filetti dorati, piatti e sguardie marmorizzati. Minime abrasioni alla tavola con l’interno del duomo di Livorno, tracce d’uso ai margini, e altre trascurabili tracce del tempo, ma nel complesso copia molto buona.

                     SPLENDIDA RACCOLTA DI VEDUTE COLORATE A MANO, che si apre con piazza San Pietro a Roma, piazza Duomo a Milano, e piazza San Marco a Venezia. Prosegue poi con 3 vedute di Livorno, 3 di Siena, 6 di Pisa, e, a seguire, 41 di Firenze. In fine, tre incisioni calcografiche che ritraggono le porte del Battistero di Pisa, incise da Paolo Lasinio su disegni di Vincenzo Gozzini, e una quarta che ritrae l’antico gruppo scultoreo noto come Toro Farnese; le due litografie ritraggono Leopoldo II di Toscana (1797-1870) e la sua seconda consorte Maria Antonietta. Tutte le vedute sono finemente colorate a tinte accese e arricchite da rilievi “a la gomme”; le scene rappresentano esterni e interni spesso animati da figurine abbigliate alla moda dell’epoca.

 

GORGEOUS COLLECTION OF HAND-COLOURED VIEWS, which opens with Piazza San Pietro in Rome, Piazza Duomo in Milan, and Piazza San Marco in Venice. It then continues with 3 views of Livorno, 3 of Siena, 6 of Pisa, and, successively, with 41 of Florence. Detailed description and additional images upon request.

 

Stima    2.800 / 3.200
12019007577.jpg
Stima    800 / 1.000
12019007696.jpg

(Milano - Illustrati 800) SANQUIRICO, Alessandro. Incoronazione di S.M.I.R.A. Ferdinando I a re del Regno Lombardo-Veneto con sacra solenne pompa celebrata nell’insigne Metrop.na di Milano il 6 sett.re 1838 descritta e rappresentata dall'architetto-pittore scenico Alessandro Sanquirico. [Milano, Tipografia Pirola], (1838).

In folio (379 x 466 mm). Ritratto litografico di Ferdinando I d’Austria (1793-1875), frontespizio calcografico con grande stemma Asburgo, XIII carte con testo solo al recto, e 41 tavole calcografiche, di cui 8 acquetinte protette da veline incise da vari artisti su disegni di Sanquirico e 33 acqueforti. Tavole 15 e 16 erroneamente numerate 14 e 13, rispettivamente. Marocchino rosso coevo decorato in oro e a secco, armi Asburgo al centro dei piatti, che sono riquadrati da cornice alla greca, dorso con titoli e decorazioni in oro, sguardie azzurre, tagli spruzzati. Qualche difetto alla legatura tra cui restauro al piatto posteriore e a un angolo, dorso un po’ sbiadito, veline leggermente fiorite, per il resto copia molto buona.

                     Magnifica serie di acquetinte che ritraggono l’arrivo in Milano di Ferdinando I, il suo ingresso in Duomo, l’interno del Duomo “col pomposo apparato ivi disposto per celebrare l’augusta cerimonia”, l’incoronazione, l’intronazione, e il “banchetto solenne”. Le altre tavole illustrano in gran dettaglio piante, apparati decorativi e addobbi, medaglie, stemmi, araldi, guardie, cavalieri, e i gioielli del nuovo Re. Alessandro Sanquirico (1777-1849) è stato un celebre scenografo, architetto, pittore, disegnatore e calcografo milanese. “Come architetto collaborò a realizzare il Teatro alla Scala di Milano […] Divenne lo scenografo più importante della sua epoca. […] Collaborò come pittore al duomo di Milano, dipingendone le volte simulanti un traforo gotico. Celebri anche le vedute cittadine di Milano.” (Wikipedia)

 

Magnificent series of aquatints depicting the arrival in Milan of Ferdinand I of Austria and the celebrations for his coronation. The Milanese Alessandro Sanquirico was the most famous Italian scenographer of the nineteenth century. Detailed description and additional images upon request.

 

Stima    1.000 / 1.500
12019007703.jpg

(Maschere - Illustrati 800) SAND, Maurice. Masques et bouffons. (Comedie italienne). Texte et dessins par Maurice Sand. Gravures par A. Manceau. Préface par George Sand. Tome premier [-second]. Paris, Michel Lévy Freres, 1860.

2 volumi in 4to (280 x 190 mm). Vol. 1: viii 356 [4] pp. e 25 tavole calcografiche a colori, ciascuna con doppia suite in nero e sanguigna. Vol. 2: [iv] 384 pp. e 25 tavole calcografiche colorate a mano, ciascuna con doppia suite in nero e sanguigna. Legatura firmata David in mezzo marocchino color melanzana con angoli, piatti e sguardie marmorizzati, tagli superiori dorati, gli altri in barbe, dorso a nervi con titoli in oro. Cerniera anteriore del primo volume fragile, qualche tavola un po’ ingiallita, per il resto copia molto buona.

                     PRIMA EDIZIONE CON COMPLESSIVE 150 TAVOLE, le quali comprendono 3 stati d’incisione: quello finale in finissima coloritura coeva, e poi uno in sanguigna, e uno in nero. Sono ritratti i costumi e le maschere della Commedia dell’Arte italiana, tra cui Arlecchino, Pulcinella, Colombina, Pierrot, Lelio, Pantalone, Ruzzante, Stenterello, Scapin, Scaramouche, Coviello e Tartaglia. Per ogni maschera sono anche rappresentate le varie versioni locali, come nel caso di Pulcinella, che a Roma diventa Meo Patacca. Al termine di ciascun volume sono descritti nel dettaglio i costumi e colori di ciascuna maschera. Copia priva delle usuali fioriture, stampata su bella carta forte e bianca.

(2 volumi)

 

FIRST EDITION WITH 150 PLATES (ie 3 printing states of the 50 plates), in a binding by David, and without the usual foxing. Detailed description and additional images upon request.

 

Stima    1.200 / 1.400
12019006844.jpg

 (Architettura - Edilizia - Roma - Illustrati 800) ZABAGLIA, Nicola. Castelli e ponti di Maestro Nicola Zabaglia con alcune ingegnose pratiche e con la descrizione del trasporto dell’obelisco vaticano e di altri del Cavaliere Domenico Fontana. Edizione seconda coll’aggiunta di macchine posteriori e premesse le notizie storiche della vita e delle opere dello stesso Zagaglia compilate dalla Ch. Me. dell’avvocato Filippo Maria Renazzi segretario sostituto della Rev. Fabbrica di S. Pietro. Roma, Crispino Puccinelli, 1824.

In folio in 2 parti (494 x 383 mm). [ii] 48 [8] 46 pp. seguite dal ritratto dell’Autore a piena pagina disegnato da Pietro Leone Ghezzi ed inciso da Girolamo Rossi, e da 62 tavole calcografiche (di cui 10 a doppia pagina) incise da vari artisti su disegni di Francesco Rostagni. In fine: xxix [i] pp. Legatura coeva in mezza pelle scura, dorso liscio con tassello e decorazioni dorate. Assente il fascicolo χ⁴ citato da SBN ma presente invece un fascicolo * di 2 carte, fioriture diffuse, legatura molto sciupata. 

COPIA COMPLETA DI TUTTE LE TAVOLE di questo splendido trattato dedicato alle macchine da lavoro ideate dall’inventore, ingegnere e maestro muratore Nicola Zabaglia (1664-1750) per affrontare ogni tipo di lavoro edilizio dal trasporto del marmo agli interventi sotto alle cupole di San Pietro. Seconda edizione, con un maggior numero di tavole e più rara rispetto alla prima del 1743. La parte testuale, in italiano e poi in latino, si apre con la vita e le opere di Nicola Zabaglia, seguita da una descrizione analitica del contenuto di ogni tavola. Le prime 13 tavole illustrano: strumenti di lavoro (martelli, seghe, trivelle, molle, ecc.), funi e nodi, come aggiuntare travi, tipi di traglie; macchine come argani, antenne, “carriuolo”, castelli; modi di allungare le scale; ornamentazione di pavimenti. Le tavole 14-19 sono dedicate a lavori pesanti come il trasporto del marmo dalle cave, la collocazione delle campane, l’inserzione di un grande dipinto in una nicchia. Seguono illustrazioni di svariati tipi di ponteggi in San Pietro e nelle sue cupole (alcuni anche molto complessi), e poi tavole dedicate all’erezione dell’obelisco vaticano, inclusa un’immagine davvero straordinaria che mostra l’immenso schieramento di forze umane ed animali utilizzate nell’impresa. Le incisioni, estremamente dettagliate e nitide, rendono bene il senso della vastità degli spazi e della complicatezza delle strutture ideate da Zabaglia, conferendo all’opera un’atmosfera che porta alla mente quella di certi disegni di Escher.

 

COPY COMPLETE WITH OF ALL THE PLATES of this splendid treatise dedicated to the machines designed by the inventor, engineer and master mason Nicola Zabaglia (1664-1750) to tackle all types of construction work from transporting marble to interventions under the domes of St. Peter. Second edition, with a greater number of plates and rarer than the first of 1743. Worn copy. Detailed description and additional images upon request.

 

Stima    600 / 800
12019008096.jpg

(Edizioni di pregio - Illustrati 900) ALIGHIERI, Dante - MANZÙ, Giacomo. La Divina Commedia nelle incisioni degli artisti contemporanei. Roma, Casa di Dante, (1987).

3 volumi in folio atlantico (520 x 415 mm). Inferno: [10 carte] e [34] tavole calcografiche, più una carta con colophon in fine. Purgatorio: [9] carte e [33] tavole calcografiche. Paradiso: [8] carte e [33] tavole calcografiche. Legatura editoriale in mezzo marocchino scuro e assicelle di legno, dorso a nervi con titolo in oro, tondo di Manzù a ciascun piatto anteriore. I tre volumi conservati in un’unica custodia rivestita in pelle scamosciata (minime tracce d’uso).

                     SCENOGRAFICA EDIZIONE CONTEMPORANEA della Divina Commedia, ove ciascuno degli artisti coinvolti ha illustrato una scena del poema, introdotta dalle relative terzine stampate in rosso, oro e nero su un foglio di carta pergamenata nuvolata. Il testo è quello dell’antica vulgata a cura di Petrocchi. N. XXIV di 90 esemplari fuori commercio. Tiratura complessiva: 990 copie. Incisioni riprodotte su carta speciale Rosaspina delle Cartiere Miliani di Fabriano. Figurano tra gli artisti: Renzo Vespignani, Domenico Purificato, Remo Brindisi, Remo Wolf, Walter Piacesi, Franco Mulas e Pietro Annigoni. Il piatto anteriore di ciascun volume reca un bronzo firmato di Manzù. [SI AGGIUNGE:] ALIGHIERI, Dante. La Divina Commedia illustrata da Sandro Botticelli. [Roma], Canesi, [1965]. In folio oblungo (320 x 428 mm). xxxix 289 [2] pp. Legatura editoriale in marocchino nocciola, riproduzione di illustrazione in nero su tela beige al piatto anteriore, cofanetto con titoli dorati al dorso (tracce d’uso). Bella edizione con il testo disposto su tre colonne e riproduzioni di tutte le celebri illustrazioni del Botticelli.

(4 volumi, di cui tre grandi in un’unica custodia)

 

SCENOGRAPHIC 20TH CENTURY EDITION of the Divine Comedy, where each of the artists involved illustrated a scene of the poem, introduced by the relative tercets printed in red, gold and black on a sheet of parchment paper. Together with another recent edition of the Comedy, with reproductions of Botticelli’s famous drawings. Detailed description and additional images upon request.

 

Stima    400 / 600
12017012264.jpg

(Cina - Porcellane - Pietre preziose) BLACKER, James F. - GORER Edgar. Chinese porcelain and hard stones. Illustrated by two hundred and fifty-four pages of gems of Chinese ceramic and glyptic art and described by Edgar Gorer, J.F. Blacker. London, B. Quaritch, 1911.

2 volumi in folio (310 x 245 mm). Vol. 1: xxxviii, 135 carte interfoliate con 135 tavole a colori. Vol. 2: [xviii] pp. e carte 136-254 interfoliate alle tavole a colori numerate 139-254, una carta di indice. Tutte le tavole protette da veline. Tela editoriale color avorio con titolo e vignetta in oro ai piatti, titoli in oro ai dorsi, tagli superiori dorati. Difetto alla cerniera posteriore del primo volume, qualche pallida macchiolina ai piatti posteriori, tagli fioriti e altre lievi tracce del tempo, per il resto esemplare molto buono.

                     COPIA PERSONALE DI EDGAR GORER, con talloncino bilingue inglese e italiano che recita “Personal copy belonging to Mr Edgar Gorer. Proof before publication | Copia personale appartenente al Signor Edgar Gorer. Copia di prova prima della pubblicazione.” Il testo inglese scritto anche a matita sotto la giustificazione di entrambi i volumi. Edizione limitata a 1.000 copie. Ampio e lussuoso catalogo dedicato alla porcellana cinese, profusamente illustrato da 254 riproduzioni fotografiche a colori di alta qualità. Il gruppo finale di 24 tavole raffigura vari pezzi scolpiti in giada e altre pietre semipreziose. A fronte di ogni tavola c’è una descrizione dettagliata del testo in inglese e in francese.

 

EDGAR GORER’S PERSONAL COPY, with label reading “Personal copy belonging to Mr Edgar Gorer. Proof before publication”. Rear hinge of volume one is faulty. Detailed description and additional images upon request.

 

Stima    400 / 600
12019008112.jpg

(Arte cinetica - Futurismo) DUCHAMP, Marcel - MARINETTI, Filippo Tomaso - GABO, Naum - TINGUELY, Jean. “Rotorelief – Corolles”. Stockholm, Moderna Museet, 1916.

Disco in cartoncino di diametro 19,9 cm, con foro al centro, che riproduce da un lato il “Rotorelief” chiamato “Corolles” disegnato da Duchamp nel 1920. Al retro, che è quello di una cartolina non viaggiata (vi sono lo spazio per il francobollo e per l’indirizzo), descrizione bilingue svedese/inglese dell’oggetto: “The picture on the other side is one of Marcel Duchamp’s “Rotoreliefs” called “Corolles” designed around 1920. To be regarded in rotation. / On this gramophone-record are collected a few statements and documentary recordings from the history of kinetic art. It was edited on the occasion of the exhibition of Art in Motion in the Museum of Modern Art of Stockholm 1961. Filippo Tomaso Marinetti reads his poem The Raid on Adrianopole. An excerpt. Except from Marinetti’s reading of Futurist Manifestos. Naum Gabo reads in Russian a short piece from The Realist Manifesto, written in Moscow 1920, the first declaration of program of kinetic art […]. / Recordings from Jean Tinguely’s Hommage à New York, March 17th 1960 in the garden of the Museum of Modern Art in New York. […]”. Minime tracce del tempo.

 

Disc of 19.9 cm diameter, with a hole in the centre, which reproduces on one side the “Rotorelief” called “Corolles” designed by Duchamp in 1920. On the back a bilingual Swedish/English description of the object. Detailed description and additional images upon request.

 

Stima    250 / 500
12019006839.jpg

(Edizioni di pregio - Illustrati 900) DE CHIRICO, Giorgio - APOLLINAIRE, Guiallaume. Calligrammes. Librairie Gallimard, 1930.

In folio (340 x 260 mm), a fogli sciolti. 269 [7] pp. Testo impresso in rosso e nero, 66 litografie originali disegnate su pietra da De Chirico e impresse da Desjobert. Brossura originale con litografia al piatto anteriore. Chemise e custodia cartonate originali, con decorazione in nero e rosso su bianco e titolo al dorso della chemise. Conservato entro custodia in marocchino nero, rosso e bianco, con titolo in oro al dorso, che riprende il motivo della chemise. Minime tracce del tempo a chemise e custodia, per il resto copia ottima.

N. XIII di 88 esemplari su carta “Chine”, FIRMATO DA DE CHIRICO AL COLOPHON. L’edizione complessiva conta 131 esemplari. Bella copia di uno dei più importanti libri illustrati del Novecento, nel quale gli innovativi versi di Apollinaire (pubblicati per la prima volta nel 1918) trovano una perfetta controparte nelle affascinanti illustrazioni surrealiste di De Chirico, ove l’artista affronta temi che non sviluppò in pittura. L’opera fu magistralmente impaginata da Maurice Darantière, grande stampatore francese e maestro di Alberto Tallone, che scelse un arioso carattere corsivo per il testo, e il colore rosso per i grandi titoli correnti al margine superiore di ogni pagina e per le note a margine. The Artist and the Book, 57 “This edition of Calligrammes, with its spacious pages and deliberately eccentric typographic design, seeks to express in visual terms the rhythm of the verse”. From Manet to Hockney 84. Rauch 159. Carteret IV 46: “Rare et recherchée”.

 

N. XIII of 88 copies on “Chine” paper, SIGNED BY DE CHIRICO ON COLOPHON. Detailed description and additional images upon request.

 

 

Stima    15.000 / 20.000
12019006840.jpg
Stima    2.000 / 2.500
12019007697.jpg

(Bibliografia - Bibliofilia) OLSCHKI, Leo S. Choix de livres anciens rares et curieux. Florence, Leo S. Olschki, 1907-1966. [CON:] Choix de livres anciens rares et curieux. Indice generale alfabetico dei XII volumi pubblicati dalla Libreria Leo S. Olschki di Firenze. Bologna, Garisenda Libri e Stampe, [1975?].

14 volumi in 4to (13 misurano 228 x 158 mm, il quattordicesimo 230 x 165 mm). Vol. 1: vii 616 pp. Vol. 2: pp. [ii] 617-976. Vol. 3 : pp. [iv] 977-1566. Vol. 4: pp. [iv] 1567-1982. Vol. 5: [ii] 1983-2445 [1]. Vol. 6: [iv] 2447-2881. Vol. 7: pp. [iv] [2885]-3442. Vol. 8: pp. [iv] [3443]-3802. Vol. 9: pp. [ii] [3803]-4206. Vol. 10: pp. [iv] [4207]-4537 [1]. Vol. 11: pp. vii [i] [4539]-4986. Vol. 12: pp. [iv] [4987]-5318. Vol. 13: pp. [viii] [5319]-5688 [3]. Indice generale: 147 pp. Frontespizi dei 13 volumi stampati in rosso e nero (tranne quello del vol. 12), con marca tipografica, testo in francese, illustrato con numerosissime riproduzioni di frontespizi e illustrazioni (talora stampate in rosso e nero). Tela grigia con tassello dorato in pelle rosa ai dorsi, il quattordicesimo volume rilegato in tela grigio scuro con titoli argentati al dorso. Pagine uniformemente ingiallite e altri trascurabili tracce del tempo, per il resto copia molto buona.

                     Utilissimo repertorio illustrato, compilato dal 1907 al 1966, completo del prezioso volume di indici redatto dalla Libreria Garisenda nel 1975/80. I 13 volumi pubblicati da Olschki hanno i seguenti contenuti: 1: A-Incunabula. 2 : Incunabula - Liturgie. 1910. Inoltre : Japon et Chine, Jardins, Jésuites, Jeux, Légendes et vies des saints, Littérature galante, Liturgie, Manuscrits. 3: Livres à figures des XVe et XVIe siècles des écoles allemande, anglaise, espagnole, française et hollandaise. 1912. (Difetto a una tavola). 4: Livres à figures des XVe et XVIe siècles: Italie (A à Lullus). Avec 365 fac-similés. 1914. 5: Livres à figures des XVe et XVIe siècles: Italie (M à Z et supplément). Avec 357 fac-similés. 1923. In fine indici alfabetici degli argomenti, luoghi d’impressione, degli incunaboli, degli artisti, e delle edizioni sconosciute alle bibliografie. Tutti questi indici si riferiscono alla parte italiana. 6: Macaronica, Machines, Malte, Mariage, Mariana (Vie et Culte de la S. V. Marie), Mathématiques. Avec 80 fac-similés. 1926. Indici in fine. 7: Médecine ancienne, Militaria (Art Militaire), Mort (Funérailles, Danse Macabre). Avec 139 fac-similés. 1928. 8: Musique. Théâtre. Danse. Néolatins. Avec 50 fac-similés. 1930. 9: Nouvelles Italiennes, Numismatique, Occulta (Sciences occultes), Orient. Avec 44 fac-similés. 1932. Indici degli argomenti in fine. 10: Ornement (Art décoratifs), Portraits (livres à portraits), Religions et cultes (Histoire et Philosophie). Avec 44 figures, 24 planches et deux tables des matières. 1934. 11: Roma. Avec 50 figures et trois tables systématiques. 1936. 12: Romans de Chevalerie (Poèmes épiques, sacrés, heroïques, mythologiques), Scandinavica et slavica (Scandinavie et Pays sclaves), Sciences Naturelles (Généralités). Avec 42 figures, 1 planche et une table des matières. 1940. 13: Statuts Constitutions Lois d’Italie, Supplément (villes, bourgs et lieux d’Italie), Théâtre italien du XVIe au XIXe  siècle. Avec 76 fac-similés et planches. 1966.

(14 volumi)

 

Very useful illustrated bibliographic repertoire, complete in 13 volumes plus with the precious index compiled by the Garisenda Library in 1975/80. Text in French with hundreds of reproductions from the books described. Detailed description and additional images upon request.

 

Stima    300 / 400
12019007704.jpg
Stima    350 / 450
12019003812.jpg

(Mussolini - Savoia - Fotografia) ISTITUTO NAZIONALE LUCE. Italia - Albania. Dallo sbarco delle Forze Italiane all’offerta della Corona di Albania a S. M. il Re Imperatore. 7-16 Aprile 1939-XVII. Omaggio dell’Ambasciatore Giacomo Paolucci di Calboli Preside dell’Istituto Nazionale Luce.

Album in folio oblungo (246 x 361 mm) contenente 77 (di 78) grandi foto in bianco e nero (3 ripiegate: folla all’Ara Pacis, parlamento, parata) che documentano lo sbarco delle Forze Italiane in Albania e la successiva offerta della Corona d’Albania a Vittorio Emanuele III. Le foto illustrano la nave Savoia, lo sbarco di carri armati e altra attrezzatura militare, schieramenti di soldati, folle di gente locale, forze di terra, soldati alle prese con radio, l’arrivo di Vittorio Emanuele III e altre personalità, folle con cartelli inneggianti al Duce e all’Armata Fascista, foto del Duce (di cui una con data 13 aprile 1939), la cerimonia Ara Pacis a Roma, e inoltre foto del Re con la Regina, di altre personalità, e di momenti della cerimonia. Piena pelle bluette con titoli in oro firmata “Antinori - Roma”. Qualche piccola abrasione alla legatura, per il resto copia molto buona.

                     RARISSIMO ALBUM celebrativo che documenta le fasi, dal 7 al 16 aprile 1939, dello sbarco e occupazione dell’Albania, e dell’incoronazione di Vittorio Emanuele III a Re d’Albania in Roma. Si tratta di una campagna fotografica di propaganda realizzata dall’allora Istituto Nazionale Luce. L’unica altra copia reperita si trova presso la Società Napoletana di Storia Patria, che scrive “Non risulta un altro esemplare di questo Album.”

 

EXTREMELY RARE celebrative album that documents the phases, from 7 to 16 April 1939, of the landing and occupation of Albania, and of the coronation of Vittorio Emanuele III as King of Albania in Rome. 77 out of 78 photographs, but only one other copy is known. Detailed description and additional images upon request.

 

Stima    1.300 / 1.500
91 - 120  di 703 LOTTI