ARCADE | Dipinti dal secolo XVI al XX

ARCADE | Dipinti dal secolo XVI al XX

Asta

FIRENZE
Palazzo Ramirez-Montalvo

2 OTTOBRE 2019
ore 10.30
lotti 1-120

ore 15.00
lotti 121-223

ore 17.00
lotti 231-310

Esposizione

FIRENZE
Venerdì     27 settembre               10-18
Sabato      28 settembre               10-18
Domenica  29 settembre               10-18
Lunedi       30 settembre               10-18


Tutte le categorie

Visualizzazione tipo lista
Visualizzazione tipo griglia
61 - 90  di 301 LOTTI
12019003351.jpg

Tommaso Salini

(Roma 1575 ca-1625)

SAN GIOVANNI BATTISTA

olio su tela, cm 55,5x70

 

SAINT JOHN THE BAPTIST

oil on canvas, cm 55,5x70

 

Bibliografia

Galleria Nella Longari, Spunti per conversare, 2008, Milano, pp.52-54

 

Il dipinto è corredato da parere scritto di Mina Gregori datato 13 giugno 2006 che qui riportiamo integralmente:

"Il soggetto, che fu tra i più amati di Caravaggio, già di per se ci riporta all'ambiente romano e alla cerchia dei pittori che lo imitarono. Il modo originale, privo di soggezione, di rappresentare il Santo, abbandonato in una posa inconsueta e rivolto al cartiglio dove la scritta che lo riguarda prefigura la passione di Cristo, con il busto visto da pittore naturalista e il lungo braccio articolato con particolare attenzione per assecondare la posa informale, sono caratteristi del pittore Tommaso Salini, seguace e amico di Giovanni Baglione e oppositore di Caravaggio nel famoso processo del 1603.

Nonostante questa presa di posizione, anch'egli, come il Baglione, non sfuggì al fascino del pittore lombardo. Quest'opera è dipinta con una notevole libertà di concezione che si esprime come in Salini, con la funzionalità dinamica della posa, e con una profonda comprensione di quanto consentiva la ripresa dal naturale del modello. Che si tratti del Salini è divenuto certezza procedendo nelle analisi comparative.

Il dipinto che mi conferma definitivamente l'attribuzione a lui è l'Incoronazione di spine' della collezione Neri a Firenze. In quest'opera almeno due figure, il Cristo e l'aguzzino torturatore ripetono lo stesso del volto e il caratteristico naso pronunciato che vediamo nel nostro San Giovannino.

Partendo da questa 'Incoronazione' troviamo innumerevoli riferimenti in altre opere del Salini: e cito in particolare il 'Martirio dei Santi Quattro Coronati', l' 'Amore vittorioso' di Praga, le due 'Incoronazioni di spine' di Mosca e di ubicazione ignota, per le quali rimando al n. 475 di 'Paragone' 

 

Stima   € 6.000 / 10.000
61 - 90  di 301 LOTTI