Sculture e oggetti d'arte

31 MAGGIO 2019  
23

DUE PLACCHE IN BRONZO, MASSIMILIANO SOLDANI, 1685

A. Gian Gastone drappeggiato e con una serpe nella mano destra guidato verso una parete rocciosa dalla Virtù in volo. A sinistra l’Adolescenza abbandonata, con fiori e lira. In alto l’iscrizione NVLLA NISI ARDVA VIRTVS. All’ esergo 1685 M S.

Esemplare riproducente il rovescio della medaglia del Soldani per Gian Gastone de' Medici con probabile allusione alla carriera ecclesiastica del Principe, allora quattordicenne, diam. mm 90

B. A destra Cosimo III de’ Medici corazzato e con mantello drappeggiato, in piedi, indica uno strumento sorretto dalla figura allegorica della Toscana, seduta a sinistra; al centro un leone accovacciato e un mucchio di armi dove sono visibili gli scudi con gli stemmi di Firenze, Siena e Pisa; sullo sfondo un tempio periptero circolare con architrave iscritto: PACIS. In esergo SIC STABIS.

Esemplare riproducente il rovescio della medaglia del Soldani per il granduca di Toscana Cosimo III de Medici. Tale medaglia fu ideata per ornare il corpo defunto di Cosimo III, morto nel 1723: il motto latino `sic stabis` è infatti un monito all'eterno riposo, diam. mm 94

 

TWO BRONZE PLAQUES, MASSIMILIANO SOLDANI, 1685

 

Bibliografia di confronto

F. Vannel, G. Toderi, La medaglia barocca in Toscana, Firenze 1987, p. 90 n. 44, tav. 14 e

pp. 84-85 n. 35, tav. 11

Stima   600 / 900