MONETE E MEDAGLIE DAL XIII AL XX SECOLO

28 MAGGIO 2019
Asta, 0302
166

NAPOLI FERDINANDO IV BORBONE (1759-1816) PIASTRA 1791

Stima
1.200 / 1.800

NAPOLI FERDINANDO IV BORBONE (1759-1816) PIASTRA 1791

Ag gr. 27,31D/ FERDIANDVS IV ET M CAROLINA VNDIQ FELICES Busti accollati a d. Sotto al busto di Ferdinando lettera P. (Domenico Perger, maestro incisore) R/ SOLI REDVCI Fascia dello zodiaco con i quattro segni della bilancia, scorpione, sagittario e capricorno, sotto nel campo a d. sole raggiante che illumina globo con la Penisola in primo piano. A sinistra A.P. (Antonio Planelli, maestro di zecca) sotto M. (Raffaele Mannara, maestro di prova), ai lati del globo 1791 T/ coronato in rilievo. CNI 211 Pannuti Riccio 59 var.

SPL

NAPLES FERDINANDO IV BORBONE (1759-1816) PIASTRA 1791 Ag gr. 27,31 EF

Nel mese di agosto del 1790 Ferdinando IV e la consorte Maria Carolina accompagnano le figlie Maria Teresa e Maria Luisa a Vienna, come si può notare nella fascia i segni dello zodiaco si riferiscono ai mesi immediatamente successivi alla loro partenza, come se la popolazione, orfana dei sovrani, volesse contare i giorni mancanti al loro rientro in Napoli. Questo è il secondo progetto del maggio del 1791 che piacque al sovrano e se ne conia moneta per svariati anni sempre con il millesimo 1791. La piastra "Soli Reduci"- "Al sole che ritorna" non può considerarsi rara come frequenza ma lo diventa considerando solo gli esemplari in bella conservazione. Generalmente si trova con tracce di consunzione o di montatura, diversamente cioè dall’esemplare qui esitato che è in splendida conservazione. Varietà di conio, non comune, che presenta la lettera P dell’incisore spostata sulla s.