AUTO CLASSICHE

29 MAGGIO 2018  
22

BMW 327/28 (1938)

TELAIO N. 74301

MOTORE: 6 CILINDRI

CILINDRATA: 1970 CM3

POTENZA:  80 cv

CARROZZERIA: CABRIOLET

UNA BMW ‘M’ ANTE LITTERAM

 

La Bayerische Motoren Werke (BMW) Fu fondata nel 1916 con lo scopo di produrre motori aeronautici. Poi passò alle motociclette e infine alle automobili, dove per molti anni occupò i segmenti più economici del mercato.

Nel 1937 i tempi erano maturi per entrare seriamente nei segmenti alti e più profittevoli, cosa che avvenne con la lussuosa 327, una Cabriolet mossa da un motore due litri a sei cilindri. La vettura, grande e lussuosa, era però penalizzata dalla potenza di soli 55 cavalli.

Quasi contemporaneamente venne lanciata la 328, sicuramente la più importante BMW anteguerra: una splendida e moderna roadster spinta da un eccezionale motore a sei cilindri da 80 cavalli. Questo motore, che avrebbe ottenuto innumerevoli e lusinghieri risultati sportivi per quasi vent’anni, era basato su quello della 327, ma aveva una nuova testata in lega leggera con valvole a V, mosse da un’inedita distribuzione ad aste e bilancieri, e tre carburatori. Questa distribuzione in pratica otteneva i vantaggi del doppio albero a camme senza dover riprogettare tutto il blocco e la testa: l’albero a camme era nel basamento, e azionava le valvole tramite aste verticali, bilancieri, aste orizzontali e bilancieri.

La 328 fu costruita in soli 462 esemplari, che oggi sono richiestissimi dai collezionisti di tutto il mondo.

Il suo generoso motore ebbe una seconda vita dopo la guerra, quando la Bristol Aeroplane Company, decidendo di entrare nel mercato automobilistico, utilizzò il telaio e il motore BMW per le sue vetture. Nelle mani dei meccanici inglesi, il sei cilindri Bristol fu portato fino a quasi 200 cavalli, e utilizzato su una infinità di vetture artigianali: a parte le Bristol dalla 400 del 1948 alla 406 del 1961, esso fu montato ad esempio sulle Cooper da corsa, e sulle roadster AC, che poi dettero vita alla Cobra.

La 327 Cabriolet fu prodotta in quasi 2000 esemplari.

Ma per alcuni clienti i 50 cavalli della 327 non erano sufficienti, e quindi la BMW produsse anche una versione dotata del motore della 328. Con fantasia tutta germanica, questa versione venne chiamata 327/28, e fu prodotta in soli 569 esemplari. Essa rappresenta un’ottima sintesi tra le doti di vettura aperta di gran lusso e la vettura sportiva: la ricetta che sarebbe stata ripresa dalla BMW più di trent’anni più tardi per le sue versioni “M”.

La rarissima e pregiata 327/28 che vi proponiamo oggi fu importata in Italia dagli Stati Uniti più di venticinque anni fa, entrando a far parte di una importante collezione. E’ stata restaurata circa trent’anni fa e sempre mantenuta in perfetta efficienza.

Essa rappresenta un’opportunità importante per un appassionato del Marchio BMW o per chi cerchi una vettura anteguerra aperta facile da condurre, con buone prestazioni e grande comodità, che rappresenti anche un sicuro investimento.

La vettura è in ottime condizioni meccaniche, ma per sicurezza consigliamo all’acquirente di sottoporla a un controllo e di sostituire i fluidi, i filtri e particolari deperibili.

 

Stima  € 200.000 / 250.000
Aggiudicazione:  Registrazione

21 - 30  di 31 Lotti
21
€ 250.000 / 350.000
22
€ 200.000 / 250.000
23
€ 30.000 / 35.000
24
€ 60.000 / 80.000
25
€ 180.000 / 220.000
26
€ 70.000 / 100.000
27
€ 25.000 / 35.000
28
€ 120.000 / 140.000
29
€ 15.000 / 20.000
30
€ 10.000 / 15.000
21 - 30  di 31 Lotti