MONETE MEDIOEVALI E MODERNE E UNA PRESTIGIOSA COLLEZIONE DELLA ZECCA DI SIENA E MONTALCINO

28 NOVEMBRE 2017
Asta, 0228
100

SIENA REPUBBLICA (1404 – 1555), SCUDO D’ORO DEL SOLE (1532-1535)

Stima
8.000 / 10.000

SIENA REPUBBLICA (1404 – 1555), SCUDO D’ORO DEL SOLE (1532-1535)

Au gr. 3,38 D/ sole SENA rosetta VETVS rosetta CIVITAS rosetta VIRGIS  scudo accartocciato con dentro la lupa con la testa retrospiciente mentre allatta i gemelli.  R/ scudo radiato a triangolo interzato in fascia  ALPHA rosetta ET rosetta W rosetta PRINCIPIV rosetta ET rosetta FINIS Croce fogliata con piccoli boccioli alle sue estremità; nel centro piccolo quadrato. MIR 545 Toderi 50

Estremamente raro SPL+ di grande qualità

Moneta emessa a seguito della provvisione di Balìa del 31 gennaio 1531 sotto la conduzione di Tommaso Palmieri, nella quale si specificò che gli scudi d’oro dovessero essere a lega e peso di Venezia. Il nome di questa tipologia monetale, introdotto per la prima volta in Francia sotto il regno di Luigi XI nel 1475, trae origine dal piccolo sole che compare nella legenda del dritto. In Italia questa emissione venne adottata da Venezia nel 1528, Firenze nel 1530 durante l’assedio della città, e quasi contestualmente da Milano, Lucca, Napoli e Roma.