MONETE MEDIOEVALI E MODERNE E UNA PRESTIGIOSA COLLEZIONE DELLA ZECCA DI SIENA E MONTALCINO

28 NOVEMBRE 2017
Asta, 0228
91

SIENA REPUBBLICA (1404 – 1555), GROSSO DELLA LUPA DA 7 SOLDI (Capitoli del 8 giugno 1510)

Stima
5.000 / 7.000
Aggiudicazione:  Registrazione

SIENA REPUBBLICA (1404 – 1555), GROSSO DELLA LUPA DA 7 SOLDI (Capitoli del 8 giugno 1510)

Ag gr. 1,93 D/ • SENA • VETVS • CIVITAS • VIRGNIS  Lupa con la testa retrospiciente nell’atto di allattare uno dei gemelli, che ha la mano tesa ad accarezzarle il muso; l’altro gemello è seduto a ritroso sul dorso della lupa. Intorno due cerchi lineari.  R/ cerchio ricrociato radiato ALPHA • ET • W • PRINCIPIV • ET • FINS Croce con le estremità a tenaglia in una cornice di otto centine con globetti agli apici. Intorno due cerchi lineari che si interrompono al segno. CNI 72 MIR 539 Promis tav. IV, 49 Toderi 43 .

Della massima rarità BB+/q.SPL

É questa la prima moneta senese che rappresenta la lupa, uno dei più antichi simboli della città, in luogo della lettera S che aveva caratterizzato tutte le emissioni antecedenti dal XII secolo. È possibile che la rarità di questa moneta sia anche dettata dalla brevità della sua emissione, forse non piaciuta ai senesi per l’atteggiamento scherzoso e la posizione inusitata del gemello sul dorso della lupa.