MONETE MEDIOEVALI E MODERNE E UNA PRESTIGIOSA COLLEZIONE DELLA ZECCA DI SIENA E MONTALCINO

28 NOVEMBRE 2017
Asta, 0228
76

SIENA REPUBBLICA (1404 – 1555), GROSSO DA 8 SOLDI (Delibera del 3 luglio 1503)

Stima
400 / 600
Aggiudicazione:  Registrazione

SIENA REPUBBLICA (1404 – 1555), GROSSO DA 8 SOLDI (Delibera del 3 luglio 1503)

Ag gr. 1,78 D/ + SENA • VETVS • CIVITAS • VIRGINS  grande S fogliata in cornice di dieci centine con globetti R/ cerchio ricrociato radiato ALPHA • ET • W • PRINCIPIV • ET • FINS Croce fogliata in cornice di otto centine con globetti. MIR 532/2.

Raro q.SPL patina di medagliere

La croce ricrociata, come ci testimoniano le numerosi fonti araldiche, è riferibile alla nobile famiglia senese degli “Agazzari e Compagni del Monte del Nove”. Il nome trae origine dalla Gazzaja, luogo presso Siena, che nel corso del XVIII secolo si trasfuse in quello della nobile famiglia Della Ciaja. Benchè in parte “personalizzato” per volere del camerlengo stesso, il segno presente sulla moneta è stato attribuito al banchiere Mino di Girolamo degli Agazzari che resse l’officina della zecca nel periodo 1507-1513.