MONETE MEDIOEVALI E MODERNE E UNA PRESTIGIOSA COLLEZIONE DELLA ZECCA DI SIENA E MONTALCINO

28 NOVEMBRE 2017  
128

MONTALCINO REPUBBLICA SENESE (1555 – 1559), SCUDO D’ORO (1559)

Au gr. 3,34 D/ giglio • R • P • SEN • IN • MONTE • ILICINO • Lupa con la testa retrospiciente nell’atto di allattare i gemelli; in basso 15 lettera A cerchiata 59.  R/ HENRICO • II • AVSPICE • scudo ovale ornato da cartocci e intagli con la scritta LIBERTAS su banda. MIR 338/4 Toderi 84

Estremamente raro q.SPL/SPL tracce di slittamento del conio al dritto

Lo scudo d’oro di Montalcino rappresenta il nominale maggiore prodotto da questa officina. Il giglio francese che compare al dritto, ad ore ’12 in legenda, rappresenta un chiaro riferimento alla protezione militare da parte di Enrico II. Gli esemplari con la data 1559 devono essere considerati tra i più rari di tutta la serie in quanto il loro periodo di battitura non deve essere durato neanche un semestre. Infatti il 3 aprile 1559 la Francia e la Spagna firmavano la pace di Cateau-Cambrésis in cui si sanciva, tra le altre cose, la cessazione della Repubblica di Siena.

 

Stima  € 10.000 / 12.000
Aggiudicazione:  Registrazione

121 - 130  di 378 Lotti
122
€ 200 / 300
123
€ 100 / 200
124
€ 250 / 350
125
€ 300 / 400
126
€ 250 / 350
127
€ 7.000 / 9.000
128
€ 10.000 / 12.000
129
€ 800 / 1.200
130
€ 600 / 900
131
€ 5.000 / 7.000
121 - 130  di 378 Lotti