Auto Classiche

27 SETTEMBRE 2017
Asta, 0216
27

PORSCHE CARRERA 2 993 CABRIOLET (1995)

Stima
60.000 / 80.000

PORSCHE CARRERA 2 993 CABRIOLET (1995)

 

TELAIO N. WPOCA299299342256

 

MOTORE: 6 CILINDRI

CILINDRATA: 3600 CM3

POTENZA: 272 CV

CARROZZERIA: CABRIOLET

 

NOTE: Cambio Tiptronic 4 marce al volante, Impianto HI-FI con CD originale Porsche, Scarichi in acciaio Best Sound, Capote e sedili completamente restaurati e batteria nuova, antifurto satellitare, chiusure centralizzate

Questo modello, prodotto dal 1993 all’inizi del 1998, è l’ultima auto con ancora le caratteristiche originali del concetto motoristico Porsche: il famoso e leggero propulsore a sogliola raffreddato ad aria, sempre molto generoso nelle potenze e affidabile quasi all’infinito. Si tratta di un mezzo con una tecnologia ed una veste rinnovata rispetto alla 964, che adotta linee molto morbide e sospensioni completamente ridisegnate a quadrilateri indipendenti grazie alle quali i tecnici di Stoccarda sono riusciti a limitare il rollio e il sovrasterzo, aumentando così la piacevolezza e la facilità di guida anche per coloro che si avvicinavano ad una sportiva dal carattere vivace senza una esperienza specifica.

Questa caratteristica fondamentale ha fatto sì che la vettura fosse desiderata da un pubblico eterogeneo ma allo stesso tempo molto esigente. All’epoca fu introdotto un cambio Tiptronic S a cinque velocità che compensava quasi completamente l’aumento dei pesi senza intaccare quindi l’agilità e le prestazioni del veicolo.

La vettura si presenta in ottime condizioni, con interno in pelle blu e capote blu come nuove, ed avendo percorso soltanto 55mila chilometri. Ciononostante prima della vendita essa ha subito una revisione capillare ed i pneumatici con cerchi in lega da 16 pollici con al centro il logo Porsche hanno percorso meno di 500 km.

Questa elegante Porsche Cabriolet dà piena soddisfazione in qualsiasi tipo di percorso: anche le prove dei giornali specializzati dell’epoca riportarono commenti molto positivi sulla facilità di guida sia per i neofiti, che per i piloti più esigenti che richiedevano prestazioni molto sportive. Certo è che un collezionista che desidera una Porsche aperta non può farsi mancare questo modello in quanto ultimo della vecchia generazione e primo della nuova oggetto di sicuro rivalutazione nel futuro. La vettura, pur mantenendo la classicità della 911 degli anni ‘60 assume la modernità delle versioni oggi presenti sul mercato, tant’è che la 997 ha di nuovo adottato i medesimi gruppi ottici anteriori.

La vettura è in ottime condizioni meccaniche, ma per sicurezza consigliamo all’acquirente di sottoporla a un controllo e di sostituire i fluidi, i filtri e particolari deperibili.