Libri, manoscritti e autografi

20 GIUGNO 2017
Asta, 0215
109

(Edizioni di pregio Illustrati 900) ROUAULT, Georges VOLLARD, Ambroise.

Stima
3.000 / 6.000
Aggiudicazione:  Registrazione

(Edizioni di pregio – Illustrati 900) ROUAULT, Georges – VOLLARD, Ambroise. Réincarnations du Père Ubu. Eaux—fortes et dessins sur bois de Georges Rouault. Paris, Ambroise Vollard, 1932.

In folio (435 x 330 mm). [iv] vii [i] 211 [9] pp. 22 tavole all’acquatinta e 104 grandi xilografie nel testo (spesso a piena pagina). Fogli sciolti in brossura entro chemise editoriale illustrata e protetta da velina, la suite in una cartellina muta alla fine del volume. Chemise con dorso in pergamena con titoli in oro, e custodia. Tracce d’uso alla chemise e alla custodia, per il resto copia ottima.
           N. 79 di 250 esemplari. Il libro è basato sull’opera teatrale Ubu Roi di Alfred Jarry, pubblicata e rappresentata per la prima volta nel 1896, e considerata un’anticipazione del movimento surrealista e del teatro dell’assurdo. Vollard era ossessionato dal sinistro e grottesco personaggio di Ubu e pubblicò più di dieci opere che lo vedevano protagonista, a partire da Le Grand Almanach du Père Ubu del 1900-1901, illustrato da Pierre Bonnard, fino alle presenti Réincarnations illustrate da Rouault, che iniziò a lavorare alla serie nel 1913 e terminò nel 1928, dopo anni di intensa sperimentazione. “Mentre i legni illustrano a tratti le vicende del protagonista sulla scena, perché il testo conserva la forma teatrale che fu di Jarry, le tavole fuori testo, dove i contrasti del bianco e del nero sono drammaticamente luminosi, presentano per lo più una galleria di ritratti caricaturali, impietosi, veramente indimenticabili. […] Per quanto concerne l’impressione dei legni […] il difficile era ottenere una pressa che, con un minimo di inchiostrazione, potesse dare il massimo di pressione. […] Si provò con la pressione puramente meccanica, ma non c’era niente da fare: una incisione in legno, perché i legni risultino profondi e i grigi delicati, deve essere trattata a mano. Fu allora che Jourde padre fece costruire, per la stampa delle Réincarnations, una macchina di sua invenzione che, mossa elettricamente ma guidata a mano, può dare sufficiente pressione, ma tuttavia con tanta delicatezza che il tratto, per quanto fine sia, riesce perfettamente nitido.” (cit. in Corrado Mingardi, Allô Paris. Il libro d’artista da Manet a Picasso nella collezione Corrado Mingardi, Skira 2008, p. 148). Celebre e magnifica opera di Georges-Henri Rouault (1871-1958), uno dei più grandi incisori francesi del XX secolo.