UN SECOLO TRA COLLEZIONISMO E MERCATO ANTIQUARIO A FIRENZE

19 OTTOBRE 2016  
21

Sebastiano Ricci

(Belluno 1659-Venezia 1734)

ESTASI DI SANTA TERESA

olio su tela, cm 92x49

 

 

Bibliografia

A. Scarpa Sonino, Sebastiano Ricci, Milano, 2006, p. 182, n. 105, fig. 681

 

Bibliografia di riferimento

Sebastiano Ricci, catalogo della mostra a cura di A. Rizzi (Udine, Villa Manin di Passariano, 25 giugno – 31 ottobre 1989), Milano, 1989, pp. 178-179.

 

 

Il dipinto qui proposto è uno dei bozzetti preparatori per la grande pala raffigurante l’Estasi di Santa Teresa collocata sul secondo altare a destra della chiesa di San Marco in San Girolamo degli Scalzi a Vicenza. L’opera fu realizzata dal Ricci nel 1727 su commissione dell’ordine dei Carmelitani Scalzi, di cui Santa Teresa è la patrona, all’interno di una grande ristrutturazione affidata a Giorgio Massari tra il 1720 e il 1727.

L’assetto iconografico si ispira chiaramente al celebre gruppo marmoreo del Bernini in Santa Maria della Vittoria a Roma.

Un altro bozzetto, di più piccole dimensioni (cm 71x37), documentato anche da un’immagine nella fototeca della Fondazione Giorgio Cini, si trova al Kunsthistorisches Museum di Vienna mentre cinque disegni preparatori, uno dei quali sempre menzionato dalla Fondazione Giorgio Cini, sono conservati al Windsor Castle nella Royal Library.

Dell’opera si conoscono altri due bozzetti uno dei quali passato sul mercato antiquario inglese, già Parigi Martin Du Nord – De Bouvet e l’altro sempre a Vienna in collezione von Rho.

Il nostro è probabilmente una prima prova pittorica della composizione e, rispetto alle altre versioni, la sua preparazione più veloce e semplificata suggerisce una datazione anteriore.

 

Stima  € 12.000 / 15.000
Aggiudicazione:  Registrazione

11 - 20  di 120 Lotti
12
€ 3.000 / 4.000
13
€ 9.000 / 12.000
14
€ 6.000 / 8.000
15
€ 6.000 / 8.000
16
€ 15.000 / 20.000
17
€ 6.000 / 8.000
18
€ 2.500 / 3.500
19
€ 30.000 / 50.000
20
€ 3.000 / 4.000
21
€ 12.000 / 15.000
11 - 20  di 120 Lotti