Dipinti antichi

23 NOVEMBRE 2016
Asta, 0189
46

Scuola ligure, seconda metà sec. XV

Stima
12.000 / 15.000
Aggiudicazione:  Registrazione

Scuola ligure, seconda metà sec. XV

SAN GIROLAMO

SAN FRANCESCO

coppia di dipinti ad olio su tavola, cm 82,5x33,5

(2)

 

Tradizionalmente attribuiti a Giovanni Mazone nella raccolta di provenienza, le due tavole qui offerte appartengono senz'altro alla scuola ligure del tardo Quattrocento e mostrano, in particolare, affinità stilistiche e compositive con il polittico di San Giovanni Battista, proveniente dal piccolo comune di Luceram e oggi conservato al Musée Masséna di Nizza, restituito al raro artista nizzardo Giacomo Durandi in occasione della "Exposition Rétrospective" tenuta a Nizza nel 1912.

Si osservano in particolare notevoli motivi di confronto tra i volti e le pieghe dei panneggi del San Giovanni Battista e del San Paolo nell’opera citata e quelli del nostro San Girolamo, e ancora tra il volto di San Michele Arcangelo e il nostro San Francesco.

Pittore nizzardo attivo anche nel ponente ligure, Giacomo Durandi è documentato tra il 1443 e il 1468; di lui si conoscono solo due opere firmate, il polittico a sedici scomparti dedicato a Santa Margherita nella cattedrale di Fréjus esposto, come quello di San Giovanni Battista già citato, alla "Exposition Rétrospective" di Nizza del 1912, che reca l'iscrizione "Hoc opus fecit fieri dñs ant…. boneti b … fici …… ecl..ie …. Jacoburn Durandi de Nic." e la tavoletta con il Battesimo di Cristo iscritta sulla cornice "…LXV die 10 Iulii per Iacobum de Nic.".
Il polittico di San Giovanni Battista mostra un abbandono degli elementi tardogotici, presenti invece in quello di Santa Margherita non soltanto nella rappresentazione delle figure ma nell'impianto architettonico ricco di cuspidi e pinnacoli.

Anche per questo motivo si ritiene che sia stato eseguito nel periodo conclusivo dell'artista intorno al 1465, un dato indicativo anche per la cronologia delle tavole qui presentate.